Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

27 gennaio - Per non dimenticare

" Io e Salva avevamo visto molte cose a Mauthausen. Avevamo visto scheletri che camminavano e mucchi di corpi nudi riversi sulla neve del cortile, una strana specie di branco color rosa cenere. I nostri corpi si erano trasformati nella nostra vergogna. I crampi allo stomaco per la fame, le malattie, la mancanza di intimità. Tutto si riconduceva al corpo. Non era facile elevarsi al di sopra delle proprie spoglie mortali, così un giorno sì e uno no pensavo al suicidio. Era una forma di liberazione: mi faceva sentire libero l'idea che tutta quella sofferenza avrebbe potuto avere termine, che se lo avessi voluto avrei potuto metterle fine io stesso. La morte era la mia salvezza. Hitler era pazzo e ci aveva fatti affogare tutti nella sua mente malata. Vivevamo nel cervello ripugnante di quell'uomo, dove succedevano le atrocità più mostruose, e c'era solo un modo per uscire di lì: sarebbe dovuto morire lui o sarei dovuto morire io. Non sopportavo l'idea che una realtà meravigliosa come la vita, con il suo sole, i suoi alberi e le sue canzoni, fosse qualcosa di terrorizzante.Ma non volevo che mi uccidesse la sua follia.

Clara Sanchez " Il profumo delle foglie di limone"

27 gennaio - Per non dimenticare
27 gennaio - Per non dimenticare

Condividi post

Repost 0