Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Io Obamo, tu Obami, egli Obama...

di Caranas

La festa appena incominciata è già finita ? Il Presidente Barack Obama è ripartito e nonostante gli abbracci e i sorrisi, i dubbi sul futuro dell’Italia rimangono. Come il nodo degli F35. Certo, con il poco tempo a disposizione , giusto quello necessario per annunciare che Obama :« si dice colpito dalla sua [di Renzi n.d.r.] “energia, visione, ambizione”», non era certamente possibile affrontare temi che interessano direttamente chi le tasse le paga nel nostro paese, un paese dove il dipendente sembra più ricco del suo datore di lavoro.

“Yes, you can…”, insomma. Ma il fardello che pesa su Palazzo Chigi è molto, molto pesante. Renzi non solo deve fare i compiti in Europa, ma anche per gli Stati Uniti, quali partner della Nato in un momento epocale di crisi tra Washington e Mosca.

Gli F35 restano un capitolo aperto tra le decisioni politico-amministrative del Governo Renzi nell’ambito di un programma più ampio e possibilmente più bilanciato di tagli alla Difesa, nonostante il monito di Napolitano.

Mi chiedo : se c’è riuscito Monti due anni fa a toccare e ridurre le commesse degli F35, perché non può farlo Renzi pur nel rispetto dei patti dell’Alleanza Atlantica?

Obama dovrebbe capire anche che per noi Italiani in questo momento ci sta più a cuore il risanamento del nostro debito pubblico e la crescita economica più che le manovre di Putin. Altra domanda : ma se la Crimea ha votato al 96% l’annessione alla Russia, non dovremmo rispettare tutti questa decisione sovrana? Non dimentichiamo poi che l’Italia è economicamente più esposta nella crisi con la Russia. Ma perché poi deve essere sempre il premier italiano ad andare a parlare di questi temi a Cameron , Merkel ed Hollande che non vogliono riformare un kabit?

Tag(s) : #POLITICA

Condividi post

Repost 0