Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Fitto farà la fine di Fini ?

 

di Caranas

Al trigesimo della decadenza di Silvio , Fitto ci mette la faccia e fa nascere il correntone azzurro raccogliendo consensi ed un’ovazione sostenuta da ben 36 parlamentari . Per la prima volta, i ribelli sfilano pubblicamente con il loro dissenso davanti alle telecamere e oltre ai fittiani puri ( la metà sono pugliesi) c’è una vasta area di malcontento sul Nazareno. Fitto controlla quasi la metà dei parlamentari. Per questo si muove da capo, fermo sulle posizioni di chi vuole un "chiarimento" politico e lo fa in posizione di forza avendo rifiutato un faccia a faccia con Berlusconi per poter rimanere libero non accettando i silenziatori del capo.

La "corrente" di Raffaele Fitto

Tra i più noti : Andrea Ronchi- Adolfo Urso- Daniele Capezzone- Gianni Alemanno- RomanoVincenzo – Augusto Minzolini- Eva Longo- Francesco Storace

L’ex finiano Andrea Ronchi sembra esser ritornato a tempi migliori: “Sono qui, perché bisogna creare, partendo da personaggi come Fitto, un centrodestra, forte e credibile, alternativo alla sinistra renziana, che torni allo spirito del ’94”.

Nessuno parla, per ora , di scissione : “Noi – dice Fitto dal palco – non siamo contro qualcuno, ma per qualcosa”.

Fitto anti Salvini nel guidare un nuovo centrodestra. Per questo parla di unità del centrodestra, gioca di sponda col leghista invocando le primarie: "Tutte le investiture devono passare dal popolo". Parla, esattamente come Salvini e va oltre Berlusconi: "Sulle primarie - dice - anche Salvini sarebbe d'accordo".

Niente scissione ma Fitto rivendica il «sì alle riforme, ma con la schiena dritta». E’ la guida di un drappello che vorrebbe interrompere la stagione dell’intesa con Renzi. In realtà, anche per il Cav non sembra più tempo di “innamoramenti” col premier. Eppure Berlusconi non può rompere con il segretario Pd, per evitare di restare escluso dalla partita del post-Napolitano. Tanto da aver ormai accettato il sì al “premio alla lista” nell’Italicum, ancora visto da parte di Fi come “un suicidio politico”.

Vedremo nei prossimi giorni se Berlusconi medierà col correntone. Sarà necessario, visto che un successore “non ostile” al Colle, gli servirà per rincorrere la piena “riabilitazione” e riguadagnare l’”agibilità politica”.

Non vedo un gran futuro per Fitto che non ha la forza e il carisma necessari per pesare nel partito; brontola ma poi si accuccia.

Tag(s) : #POLITICA

Condividi post

Repost 0