Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

 

di Caranas

Dopo il viaggio in Germania, con Tsipras nulla rimarrà come prima in tutta l’Europa, ed ormai tutti sanno che la Grecia non npuò rimanere lì dove era col governo precedente così come appare dopo i colloqui del neo premier greco con i vertici europei. Non si può ragionare più con la logica del "tanto peggio, tanto meglio" . Tsipras non l’ha detto chiaro che vuole abbandonare la zona euro ed i poteri forti dell’UE se ne approfittano

Tsipras sta cercando di accendere una luce in fondo al tunnel debitorio della neo politica debitoria del suo nuovo governo nei confronti delle oligarchie finanziarie della UE che a quanto pare sembrano fregarsene dei debiti greci; si sa, a loro interessano solo i soldi e se ne fregano altamente di ridurre alla fame un popolo dall’antichissima storia.

La Merkel ha paura di Tsipras perché con questo giro di consultazioni sta mettendo allo scoperto le strategie dei poteri forti che fin qui hanno gestito la crisi europea, crisi che stanno pagando solo i più poveri arricchendo l’alta finanza.

Tsipras parla con tutti e avverte che dovrebbero, i partners europei in zona rischio, stare con lui e non con la troika. Renzi non può rimanere servo degli oligarchi finanzieri e così anche François Holland se non anche Cameron .

Il debito pubblico con una crescita quasi zero è insostenibile e non può continuare ad arricchire i soliti anonimi ma non troppo rispettando le regole di bilancio che vuole Bruxelles.

C’è solo una constatazione da fare, la Grecia ha già vinto perché ha denunciato il sistema ed in questo momento rappresenta il piccolo David contro Golia.

Quelli che erano debiti finanziari tra istituti di credito privati, sono diventati debiti "europei" con regia Merkel e & in capo alla Ue. E la Grecia che ha le casse di stato vuote dovrà ora pagare interessi usurai sul proprio debito. Sacrosanta quindi la richiesta di congelare e rinegoziare il debito greco.

L’euro subirà una forte scossa di terremoto perché la Germania respingerà tutte le proposte di Tsipras e i danni finanziari che verranno inferti alla Bce e alla Ue come istituzione, saranno impossibili da ripianare senza una radicale modificazione dell’euro. Ci dobbiamo aspettare una espulsione della Grecia dall’euro ma non dalla UE, il che non ha senso se non c’è un valore finanziario nella scelta.

La partita della Merkel è una battaglia grave che se andrà in porto determinerà la morte della UE destinata a non vedere nessun vincitore cancellando 50 anni di storia in una fine che sarà la peggiore di tutti gli scenari politici possibili.

Ma Renzi si sa, in questo momento con la rottura del patto del Nazareno ha altro per la testa. Non può occuparsi della nuova mannaia tedesca, deve prima risolvere i suoi problemi interni. Speriamo comunque che con questo governo l’Italia non segua la Germania come con Mussolini. La storia si ripeterà ?

 

 

 

 

 

Tag(s) : #POLITICA

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: