Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

E Renzi trova i soldi a copertura della legge di stabilità rapinando le pensioni con manovra già anticostituzionale.

Doveva essere una clausola di salvaguardia, invece arriva la proroga del blocco dell'indicizzazione per alcune pensioni a danno di chi è già stato fregato una volta nonostante la pronuncia della Consulta che ha giudicato incostituzionale il blocco della rivalutazione delle pensioni oltre 1.500 euro.

Altro che ritorno dell’indicizzazione al 100 per cento, ovvero ad un adeguamento totale al costo della vita per le pensioni, alcuni provvedimenti, come l'opzione donna, la no tax area per i pensionati e il part-time saranno infatti finanziati estendendo l'intervento sull'indicizzazione delle pensioni introdotte nel 2013.

La rivalutazione riguarderà le pensioni superiori a 4 volte il minimo (dai 2mila euro in su) per il biennio 2017 e 2018. Ma vediamo la fregatura regalata da Letta prima e da Renzi poi.

Secondo quanto era emerso dalle bozze della manovra finanziaria del governo Renzi, il blocco dell'indicizzazione era stato posto come clausola di salvaguardia nel caso in cui le risorse stanziate dall'esecutivo non fossero state sufficienti. Invece, ora, il taglio della rivalutazione assume la forma di copertura a tutti gli effetti.

Le pensioni superiori a 4 volte il minimo ( sopra i 2000 € lordi) nel biennio 2017-18 avranno una rivalutazione automatica del 75% anziché del 90%; quelle superiori a 5 volte il trattamento minimo Inps avranno una rivalutazione del 50% anziché del 75%; da 6 volte il minimo del 45% invece che del 75%.

Tag(s) : #PoliticaMENTE

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: