Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Perché le somme restituite dai  5stelle risultano dimezzate dal 2013?

Sorgono interrogativi gravi sulle somme versate dai 5stelle al Fondo speciale per la restituzione di stipendi ed indennità  voluto dai grillini ( o da Grillo?) . Non è che da " incendiari" si sono trasformati in "pompieri" ? Un esempio : per i sette consiglieri 5 Stelle eletti nella Regione Lazio le somme restituite da ciascuno di essi risultano dimezzate tra aprile 2013 e aprile 2015 . All’inizio legislatura si aggiravano intorno a 6.000 euro, poi dopo due anni tra i 1.600 e i 3mila euro.

Tra i vari giustificativi di spesa c’è la tassa per l’asilo nido, i contributi per la Cassa Forense (ma la professione legale non è incompatibile con l’incarico amministrativo), 13mila euro spesi in pranzi e cene (consigliere Corrado) tra gennaio 2014 e agosto 2015, circa 28mila euro di rimborsi per «auto propria» tra aprile 2014 e luglio 2015 (consigliere Porrello).

Il punto è che i consiglieri laziali rispettano sì la promessa  dello  stipendio pari a 2.500 euro netti ( Barillari)  ma in realtà è come se incassassero molto di più, tra i 5-6mila euro al mese visto che scaricano, alla voce spese sostenute, di tutto e di più.

È tutto on line. Si legge voce su voce il documento “Gruppo consiliare Lazio- dettaglio restituzioni”. Il primo impatto è trionfante: restituite 825mila euro, il 48% delle cifre ricevute. Poi esaminando le  singole posizioni  si vede che che per i primi mesi (aprile-maggio 2013) la busta paga percepita si aggira tra i 9 e i 10mila euro e le somme restituite tra i 6 e i 7mila euro. A luglio gli stipendi percepiti diminuiscono, intorno agli ottomila euro, per decisione della giunta.

Vediamo cosa succede dopo prendendo come riferimento lo stesso consigliere pentastellato  Barillari : 8.639 euro lo stipendio; 2.718 il netto percepito; 4.460 la somma restituita, versata allo speciale Fondo  per le piccole imprese. A luglio 2015, due anni dopo, restano simile lo stipendio e il netto percepito. Cambia, decisamente, la somma restituita che diventa di 3.500 euro. Certamente tutto legale.

Succede che cambiano i  giustificativi dei rimborsi. La pagina web dei rimborsi è aggiornata con molta lentezza. C’è poca chiarezza nelle singole voci e spesso non sono chiare le  «altre spese» , non viene spiegato infatti cosa sono.

Barillari, a giugno 2015 s’è fatto rimborsare l’abbonamento dell’Atac (250 euro) ma anche le spese dell’auto.Si vede che usa anche il tram.

La consigliera Corrado ha messo in conto 12.780 di pasti tra gennaio 2014 e agosto 2015. Sono circa 639 euro al mese comprensivi di festività, fine settimana e ferie. Decisamente troppi per una singola  persona. Naturalmente accanto a queste cifre non è mai indicato dove sono avvenuti i pasti ed eventualmente con chi.

Consigliere Porrello: da aprile 2013 a luglio 2015 ha ricevuto 28.845 euro come rimborso per «auto propria».

Va be', sono due anni e due mesi, ma quella cifra corrisponde a circa 23mila litri di gasolio, circa la metà di quello che consumerebbe un aereo sulla tratta Roma-New York (circa 60mila litri). L’auto propria è un buco nero nella rendicontazione 5 Stelledove qua e là  si trovano vari spunti interessanti.

Barillari a gennaio 2015 mette in conto 218 euro per «rimborso tassa nido su reddito reale». Poiché la tassa dell’asilo è calcolata sulla base del reddito, che è inferiore  a quello che risulta perché i 5Stelle restituiscono i soldi, la tassa del nido sembrerebbe  falsata, ma si mette in conto alla collettività.

Il consigliere Perilli, avvocato, ritiene fondato e corretto di mettere in conto (agosto 2014) tra le spese sostenute 2.634 euro per la cassa forense. È il contributo previdenziale versato dagli avvocati. Non si capisce perché sia una spesa legata all’attività di amministratore regionale.

Per dovere di cronaca bisogna dire che il M5S restituisce il finanziamento che viene dato al movimento per la Camera e il Senato. Ma ritornando ai rimborsi spese di cui sopra , non si può che pensare che per molto meno senatori e deputati sono stati cacciati dal Movimento.

 

Tag(s) : #POLITICA

Condividi post

Repost 0