Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Connessioni

 

Qualcuno vive,

qualcuno vive già morto.

Eternamente,

senza separarsi dal passato.

 

Camminando a rovescio

rimpianti e speranze

emergono precocemente,

sostituiti da altre speranze

specchio virtuale di taglio.

 

Felicità dimenticata

e profondamente rimossa

dal sacco inconscio,

continua ad alimentare

anelito di vita …

giusta, dura,

che affiora diversa,

ridando provvido sorriso.

 

 

Ritorno in apatia

Ora vedo la pianura con filari d’alberi a confine

e vi affondo gli occhi catturandola

aderente alle pareti dello stomaco

come un guanto di trasparente lattice.

 

Stiamo arrivando, tra poco saremo in Centrale.

Incomincia a piovere  e quel verde si offusca .

Ci sta proprio bene  una lavata al cuore,

ed anche alla mente.

 

Tutu- tum,  tutu-tum,  mi è rimasto nelle orecchie

per tutta la notte, ora non lo sento più,

siamo in Lombardia.

Tutto scivola col niente da spiegare.

 

Allento piano  la presa d’appoggio

e cerco vie d’uscita.

No, non si può fumare !

Il crampo torna con la realtà

oltre la lucida fibra dei sensi

col cielo  grigio in aria che palpita di brezza.

 

Solo venti minuti ancora,

poi quel buco scuro  ci ammanterà

                                       e ricomincerà il trantran.                                     

 E’ passata la notte , ma non la stretta. 

 

Tag(s) : #POESIA

Condividi post

Repost 0