Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Anche Renzi punito da Equitalia

Forse Equitalia non sarà soppressa, intanto cambieranno le rate che saranno più leggere e saranno facilitati i pagamenti

Il premier scopre l'incubo degli italiani . Una multa non pagata per dimenticanza, gli costerà ora 2000 euro.

Troppo facile l'annuncio della cancellazione di Equitalia , c’è ora una marcia indietro perché in molti hanno pensato che fosse una mossa elettorale.

Le scelte di Matteo Renzi sul fisco non nascono da strategie politiche. Pare abbiano all'origine i disagi piccoli e grandi che subiscono tutti i contribuenti, compreso il capo del governo. Ieri in un colloquio con il Messaggero il presidente del Consiglio - in Giappone per il G7 - ha dedicato una battuta a una disavventura fiscale capitata alla sua famiglia. «Ho appena ricevuto un messaggio da mia moglie. Dice che mi è arrivata una cartella di Equitalia da pagare per 2000 euro,mi sono preso una multa, dovevo pagarla, ma l'ho smarrita. Mia moglie me l'aveva data da pagare, ma io l'ho persa e poi me ne sono dimenticato. Ora mi tocca tirare fuori 2mila euro ad Equitalia per una contravvenzione di tre anni fa».

Renzi ribadisce che multe e cartelle si dovrebbero potere pagare con un sms. Dice di essere tentato da spiegare la riforma della riscossione annunciata già qualche tempo fa, partendo dalla sua cartella, ma poi cambia idea. Il rischio è che poi il suo «Equitalia al 2018 non ci arriva», anche se pronunciato prima della notifica, sembri una vendetta per la multa lievitata. Il gioco in realtà è più che esplicito. Il premier si mette nei panni di un contribuente medio e poi rilancia l'abolizione della principale società di riscossione per guadagnare consensi.

Equitalia si muove su ruoli emessi dall'Agenzia delle entrate. La stessa multa del premier è stata calcolata dall'Agenzia, non da Equitalia.

Se e quando l'abolizione andrà in porto l'Agenzia del ministero dell'Economia se ne occuperà in proprio. Da vedere se con lo stesso personale.

Qualche giorno fa è stato annunciato che per gli importi sotto 50mila euro si potranno pagare rate minime da 50 euro al mese e non più 100. È già possibile farlo in tre province (Firenze, Varese e Lecce) dove è stata avviata una sperimentazione che sarà estesa al resto del Paese.

Tag(s) : #Equitalia

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: