Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

 

Un farmaco in grado di rigenerare i denti dall'interno, che potrebbe ridurre la necessità di utilizzare otturazioni artificiali: è questo il risultato della ricerca portata avanti dal King's College London, che ha individuato nel Tideglusib - usato in passato in studi clinici sull'Alzheimer - la capacità di attivare cellule staminali nella polpa del dente, spingendo la zona danneggiata a rigenerare dentina.

 

“Il nostro approccio è semplice e permette il trattamento di grandi cavità, fornendo protezione alla polpa e il ripristino della dentina”, ha dichiarato il ricercatore Paul Sharpe, “Inoltre utilizzando un farmaco già testato in studi clinici per il morbo d’Alzheimer è possibile accelerare il processo che lo renderà fruibile nelle cliniche come trattamento dentale”.

 

Il loro approccio prevede appunto l’utilizzo del farmaco Tideglusib, in grado di stimolare le cellule staminali all’interno di un dente, per rigenerare dentina, senza bisogno di aggiungere sostanze estranee, come le otturazioni. Per giungere a queste conclusioni i ricercatori hanno utilizzato il farmaco sui denti danneggiati dei topi, con una spugna di collagene biodegradabile, imbevuta di molecole di Tideglusib. Dopo diverse settimane la spugna era scomparsa e i denti avevano generato sufficiente dentina da colmare la cavità.

 

“Il dente non è solo un grumo di minerale, con le otturazioni si sostituisce tessuto vivo con cemento inerte”, ha detto Sharpe al Guardian, "Funzionano bene, ma per riparare il dente sicuramente il nostro sarebbe un approccio migliore, perché ripristina la sua vitalità”.

 

Il trattamento dovrebbe essere accessibile e poco costoso, ma per il momento è stato testato solo sui topi. Trascorrerà ancora del tempo prima della sperimentazione umana e solo nel caso in cui i risultati fossero confermati si potrà passare all'utilizzo professionale.

FONTE : http://www.huffingtonpost.it/

 

Tag(s) : #SCIENZA

Condividi post

Repost 0