Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

FUSCALDO MARE INQUINATO 

--- di Caranas ---

Dai recenti controlli delle analisi effettuate su diversi campioni di acqua di mare dall’Arpacal , emerge che anche quest’anno (2017) noi fuscaldesi  della diaspora e turisti meno attenti, ci godremo lo stesso mare del 2009. Non ci credi ? Prova a cliccare su questo link : http://foranastasis.over-blog.it/article-34747643.html o su questo : https://www.youtube.com/watch?v=p2DK0xkhv28

 

Ma  pensando all'esperienza del 2009, anche il link che segue , nella convinzione che alcune persone, fanno solo chiacchiere lasciando il sottoscritto (ingenuo) a fare tutto il lavoro materiale per un manifestazione pacifica  /protesta che è ben diverso da quello che alcuni  si inventano su FB : https://www.youtube.com/watch?v=3OuwfGKAeiE .

Esiti sfavorevoli per la balneazione in diverse località della Calabria. È quanto emerge dalle analisi effettuate recentemente su diversi campioni di acqua di mare dall’Arpacal.

Sfavorevoli oggi  anche a Fuscaldo . Sui campioni di acqua di mare prelevati nei punti campionamento denominati “150 mt destra Torrente Maddalena” e “150 mt sinistra torrente Maddalena”, peraltro quest’ultimo interessato da un divieto temporaneo di balneazione (meno male !) per superamento del valore del parametro Escherichia coli ( non dimentichiamoci che l’escherichia Coli 0157:H7, sierotipo può provocare avvelenamento nell’uomo) , alto rispetto a quello imposto dalla normativa.

 

Il processo di Paola sulla costa inquinata da anni, si diceva che va avanti; purtroppo nonostante gli sforzi della magistratura , la situazione non è cambiata molto. Si scoprì infatti che c’erano 42 depuratori sulla costa tirrenica ,  ma fino al 2012 non filtravano quasi nulla. Finiva tutto in mare;  quello che era stato turchese nel Tirreno cosentino e non solo.

Rifiuti speciali o pericolosi, oltre a liquami interrati o sversati da cricche e mafie come nella «Terra dei Fuochi» in Campania. La scena è descritta dal giudice Pierpaolo Bortone a pagina 19 del suo decreto di rinvio a giudizio di quattro imputati. Domenico Albanese, Gessica Lilla Plastina, Raffaele Romeo e Rosaria Rita Mazzacuva, tutti calabresi, legati alla società di smaltimento Smeco. Scriveva Bortone, rilevando le indagini del procuratore: «Un imponente ed illecito smaltimento di fanghi con scarichi ripetuti e continuati di acque reflue non depurate hanno determinato dolosamente un disastro ambientale nel Mar Tirreno tra Tortora e Amantea (circa 100 chilometri) dove insistono due parchi marini regionali, Scogli di Isca e Riviera dei Cedri». Ed ancora: «Migliaia di tonnellate di liquami non trattati hanno prodotto per mesi e mesi strisce ripugnanti nei pressi delle spiagge».

Ora capisco che non si possono dare tutte le colpe all'amministrazione , però le  persone che tengono  veramente alla balneazione di turisti e nativi in diaspora, forse dovrebbero pensare meno alle “Alici in festival” e preoccuparsi di più della salute dei concittadini, residenti e non che le tasse le pagano profumatamente anche se quelli non residenti ci abitano in paese solo un mese all'anno e che hanno permesso all'amministrazione di risanare il debito precedente ( a quando una riduzione delle tasse su spazzatura e acqua ?). Il sindaco parlava in passato ( come da interviste su internet) di “ pennelli  manufatti“ che avevano causato l’erosione della costa fuscaldese, mi chiedo ora cosa è stato fatto per rimuovere tali pennelli.

Aspettiamo una nuova mareggiata per riparare l’ennesima volta il lungomare (sic!) per poter fare di nuovo le sagre? 

La gente residente e non , ha bisogno di altro, di LAVORO e di iniziative coi cabasissi per poter portare gente a Fuscaldo che sta morendo inghiottito dall’erba alta. Perché poi , se ho letto bene , anticipare lo stipendio ai …

Lasciamo perdere… è meglio !

Tag(s) : #FUSCALDO mare inquinato

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: