Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

FUSCALDO, MACONDO E IL VOLO

28 Giugno 2009 , Scritto da CARANAS Con tag #FUSCALDO

      

FUSCALDO  MACONDO E IL VOLO

 

         ovvero …la solitudine dei vinti

 

Viaggio di giugno a Fuscaldo. E’ ancora li, immobile, quasi in trance avvolto nella sua persistente coltre di nebbia, un misto di acqua e anice.

Nella passeggiata allo zenit, nessuno per strada; per accompagnatore nemmeno la mia ombra.

Fuscaldo è rupestre come Orvieto e come Orte cui assomiglia molto anche per i contrafforti sotto la chiesa di San Giuseppe. Bisognerebbe proporre l’ennesimo gemellaggio.

Le città rupestri, si sa, invitano al volo. Un po’ come dire che sono altrettante piattaforme di tormento .Non puoi non sentirti aquila in questo posto. Ma sentirsi aquila e non esser aquila non è condizione felice.

Dopo aver disceso le vineddre  vuote , riempite solo di chiacchiere con gli antenati, a questo penso affacciato alla ringhiera del belvedere che offre la piazza, davanti al quadro meraviglioso di verdi terrazzi digradanti sostenuti da bassi muri a secco , della collinetta del Convento del Santo e del mare laggiù , non tanto luminoso ma tranquillo e non più azzurra pista da ballo della ninfa Scilla.

Ma anche così, davanti a questo triplice sogno ricorrente sin dall’adolescenza, diventa più forte il desiderio di spiccare il volo da quassù e vederli dall’alto gli uomini parcati nel PdL, PD e una miriade di partiti minori nei loro giochi mentali ove gli affetti,  il welfare , le azioni , rimangono incapsulati in rigide forme feudali tra spartizioni di disavanzo.

È un volo impossibile. Fuscaldo con i suoi uomini predestinati alla sconfitta, come più in generale in questa terra di Calabria, assomiglia sempre di più a Macondo, senza i Buendìa però,  e mancano le compagnie bananifere.

Meglio allora ritirarmi da questo sito di bellezza e errore di natura. Piano mi avvio a casa, luogo più angusto ma pieno di risorse come la stanza di Melquìades. Guardando la facciata di casa, su per le scale, cerco di ricordarmi dove ho letto che “l’edificio non deve aprire ma chiudere”. Niente, non mi viene. Ricordo però altro : in questi edifici moderni Tommaso Campanella non avrebbe scritto “Del senso delle cose “ perché qui le cose non hanno più senso. Campanella ha pensato e scritto tanto finché stava dentro, in carcere. Una volta libero in Francia non ha prodotto più nulla.

Ma anche nella stanza più cubica, quella di Melquìades , non riesco a chiudere questi appunti. La domanda sull’edificio sta diventando tarlo accompagnata da De Andrè : il pozzo è profondo, più fondo della notte del pianto.

Ho dimenticato a Milano la “catena” che già mi manca……….internet!

Domani riparto. Dal terrazzino guardo su. E intanto Rino Gaetano rompe l’intervallo di silenzio con le sue note : ma il cielo è sempre più blu.  Fuscaldo get well soon!

Mostra altro

filidiparole...

27 Giugno 2009 , Scritto da CARANAS Con tag #RELIGIONE

 

                            

E se DIO fosse un UFO?

 

Un contributo all’interrogativo viene dall’arte. In un video inglese trovato su youtube , si vede un quadro pieno di mistero che si trova in una chiesa nel bresciano . Il mistero che l’avvolge, nasce dalla rappresentazione della crocefissione di Gesù Cristo, contornata ai due lati da due non meglio identificati oggetti “volanti”, così almeno li vedo ; non certamente raffigurazioni consone al tema, nel senso tradizionale del termine. I due oggetti infatti appaiono in stile astronave UFO e racchiudono all’interno una figura umana maschile (sparizione del corpo di Cristo? E l’altro? Il buon ladrone?)- Cosa ci fanno li i due oggetti? Qual è il messaggio dell’autore ? Trattasi di una partenza che annuncia una seconda venuta? Un teletrasporto di due eletti? Le due immagini suggestive sembrano  il prologo annunciante l’apocalisse, quasi una predizione profetica se collegate a  resurrezioni e giudizio finale di cui neanche il Figlio conosce il giorno e l’ora. E se fossimo stati creati ad immagine e somiglianza di extraterrestri ? Nella Bibbia quando si parla di Dio, le descrizioni sono sempre accompagnate da luci, bagliori e fuochi provenienti dal cielo. Potrebbe trattarsi di navicelle spaziali che al tempo in cui la bibbia è stata scritta , magari venivano interpretate come apparizioni divine. Magari lo stesso Eden era Atlantide scomparsa perché … non lo so!

Che filminteressante sarebbe! Vediamoci allora quest’altro video :

 

   

            
              
 

Il Popol Vuh, libro sacro dei Maya, narrava:

<< ... un diluvio fu suscitato dal Cuore del Cielo (...)
una pesante resina cadde dal cielo (...)
la faccia della terra si oscurò,
e una nera pioggia cadde su di essa,
notte e giorno>>.

Nella nostra epoca, dunque, starebbe per concludersi, secondo il calendario Maya, la quinta Era e, se non sono stati sbagliati i calcoli, il tutto si compirà nel 2012. Povero premier !!!

Mostra altro

Vorrei avere... mille lire al mese...

16 Giugno 2009 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA


Crisi, crisi, ma si rendono conto i nostri governanti che le banche danno ai risparmiatori un tasso netto di 0.1 % mentre chiedono il 13 o il 15%?

 

Anche il Governatore Draghi segnala il credito difficile ma Berlusconi fa orecchie da mercante.

Attacchi e sollecitazioni provengono da più parti, ma dall’altra non si muove una foglia. Si continua a tenere giustamente sotto tiro le banche , ma queste, soddisfatte della loro situazione più positiva rispetto ad altre nell’Apocalisse della crisi, se ne sbattono. Finanche la Presidente della Confindustria, Emma Marcegaglia parla di fidi negati e/o revocati , ma la reazione non c’è, o meglio l’unica realtà è che le condizioni di credito si inaspriscono . Come si giustifica tutto questo? Quale Onda può spazzare questa arroganza? Non si può essere così severi verso i clienti; il risultato non potrà essere che un peggioramento dei conti italiani. Loro si rifanno rivalendosi sui tassi applicati; sui medi risparmiatori ad esempio il tasso lordo è passato in moltissimi casi dal 3% allo 0.3% agendo quindi sullo spread. Non va bene! I Tremonti-bond  ( che gli possa venire un attacco di diarrea) , sono stati accolti con distacco dalle banche e allora perché non intervenire in altro modo se i tassi chiesti sono molto alti e le banche non li vogliono? Dobbiamo consolarci.L’azione di Draghi e della Banca d’Italia ha , in qualche modo assicurato una certa stabilità. Come dire, meglio uno 0.1 % che la bancarotta.La raccolta del risparmio è tutelata dalla Costituzione, le banche devono fare profitto ma non in queste condizioni che massacrano l’economia.

La crisi del 29 fu risolta con l’intervento dello Stato, come  ora in altri Paesi. In Italia no. Eppure Berlusconi continua a prendere voti. Si vede che in questo Paese è la mentalità a essere ammalata.

 




Mostra altro