Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

A rieccolo ! E te pareva ! Bondi vuole censurare Crozza

28 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

ballaro_hf7487.jpg

 

L’ex ministro della Cultura ( ?) contro il programma satirico Italialand : “Dove è l’Agcom?”

 

Ed eccolo qua, il super eroe del crollo di Pompei ritorna, Sandro Bondi  ha riacquistato la parola .

L’ex ministro della Cultura, e tuttora coordinatore del PdL, ha espresso la sua opinione su Italialand, l’ultimo programma satirico di Maurizio Crozza, in onda ogni venerdì sera su La7: problematica principale, la eccessiva presenza in video di Pierluigi Bersani, che ieri sera ha addirittura duettato con Maurizio Crozza in una gara del tormentone “Oh, ragazzi…”.

Non l’ha digerita, gli fa troppo male : “Ieri sera durante il programma sulla emittente televisiva La 7 condotto da Crozza si e’ visto chi occupa tutti i programmi televisivi, compresi quelli di intrattenimento, consentendo a Bersani una sorta di ubiquità grazie alla registrazione del programma stesso”. Lo afferma il coordinatore del Pdl, Sandro Bondi, che prosegue: “A questo punto sono curioso di registrare l’intervento e la decisione delle autorità  che regolano il pluralismo televisivo e il rispetto della legge elettorale sulla par condicio, che evidentemente vale solo a senso unico”.

Caro Bondi, ritorna a scrivere poesie per il tuo amato Silvio e, attento, su La 7 stanno per arrivare anche Santoro e Fazio. Scrivi una nuova ode dal titolo “ il flop della Rai grazie a Silvio!”

calcio_a_silvio.jpg 

Mostra altro

Da toccare con la sinistra quando parla Berlusconi

28 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Tocchiamoci, Berlusconi porta sfiga !

corno-rosso.jpg

Mostra altro

Pisapia portala via, Letizia ciao, ciao, ciao ,Pisapia portala via che il vento cambierà

28 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

70.000 nonostante la pioggia . Ragazzi , ora si che il vento soffia !
1arcomilano1.jpg
11.jpg
Mostra altro

Duetto Bersani Crozza a Italialand

27 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Mostra altro

Pissi pissi (vignette Berlusconi /Obama)

27 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Silvio-e-Obama-copia-1.jpg

M.Obama

Mostra altro
Mostra altro

BIMBO DI 11 MESI MUORE DIMENTICATO IN AUTO DAL PADRE

27 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

602-0-20110527_175821_DBD3B680.jpg

Roma, 27 mag. (TMNews) - Secondo i primi accertamenti il bimbo di 11 mesi morto oggi a Passignano sul Trasimeno è rimasto in auto nel piazzale antistante il Club velico dove il padre aveva parcheggiato il veicolo dalle 9-9.30 fino alle 12.30. A quell'ora il padre, recatosi alla propria auto per fare rientro a casa, ha trovato il figlio e ha tentato inutilmente di soccorrerlo, allertando immediatamente il 118. E' la prima ricostruzione fatta dai carabinieri del reparto operativo e della compagnia di Città della Pieve.

 

Secondo quanto appurato dai sanitari del 118, giunti sul posto dopo essere stati allertati e che hanno trovato il piccolo già deceduto, il bimbo è morto per arresto cardiocircolatorio causato dalla prolungata esposizione ai raggi del sole: nel perugino oggi si sono sfiorati, infatti, i 30 gradi. "Sono in corso - spiegano i carabinieri - attività volte a tratteggiare ulteriormente le fasi che hanno portato al decesso del minore". Il magistrato competente, Mario formisano, ha disposto l' esame autoptico sul bimbo e il sequestro dell'autovettura.

 

Mostra altro

NAVIGANDO SU INTERNET COMBATTIAMO LA SOLITUDINE. SI , VA BENE, MA CHE PALLE!

27 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

internet

 

Qui  appare quella faccia di merda, qui  è fermo a "NO COMMENTS", Facebook meglio non cliccarci,  OKNO solo Pisapia e Moratti, su Twitter il Nano pazzo che mi ha stufato con la sua mano sulla spalla di Obama per costringerlo a rimanere seduto e guardarlo dal basso,  Fuscaldo nessuna nuova , guestbook deserto, fuori piove, è la terza volta che posto questa riflessione e non vuole apparire sul blog … e che palle !

Gli anziani hanno un alleato contro la solitudine. Con potenzialita' ancora tutte da sfruttare. Si tratta di Internet. Perché in rete si può dialogare liberi dalla zavorra dell'età e dagli acciacchi. Con le email, inoltre, diventa facile restare in contatto con amici e parenti. Senza contare che proprio le nuove tecnologie moltiplicano le opportunità del telesoccorso. Spero però di non averne mai bisogno. Vado a mettere su ancora calorie. Che palle, che noia !

 

 

Mostra altro

“Santoro e Fazio lasciano la Rai, finalmente” - L’ennesima boutade del Giornale

27 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

 

27 maggio 2011 - Dario Ferri Giornalettismo

Il solito annuncio del Giornale: “Con loro anche Travaglio e Littizzetto”

michele_santoro_conduttore_annozero.jpg

Il Giornale la spara in prima pagina, con tanto di foto notizia e articolone a firma di Maurizio Caverzan. Anche se come al solito sembrano più pii desideri che notizie vere:

Fosse che fosse la volta buona. Un bell’addio alla Rai. Un’uscita senza troppi traumi e con il gradimento di tutti. Fine della storia. Fine delle polemiche sul canone. Delle contestazioni sul servizio pubblico catalizzato dai campioni della sinistra e dell’informazione faziosa a senso unico. Tutti contenti, altroché. Da qualche settimana Michele Santoro e Fabio Fazio sono in trattativa con La7. E anche se non siamo ancora in dirittura d’arrivo, la polpa c’è tutta. Il conduttore di Annozero e quello di Che tempo che fa hanno già incontrato Giovanni Stella, vice presidente esecutivo e amministratore delegato di Telecom Italia Media. Dettagli non ne trapelano. Tuttavia le presentazioni dei palinsesti sia della Rai che di La7 incombono e agli investitori bisogna saper bene che cosa dire. Quindi il tempo stringe. Ma siccome la stagione di Annozero è divisa in due, a fine giugno la Sipra, concessionaria pubblicitaria della Rai, potrebbe cavarsela annunciando la continuazione del programma per la tranche autunnale. Per il 2012 si vedrà. Se andasse in porto, il trasloco di Santoro potrebbe avvenire a fine anno.

Il nemico pubblico numero uno è sistemato. E il numero due?

Diverso è il discorso che riguarda Fazio, contratto in scadenza a giugno. Se non fosse rinnovato, il suo passaggio alla rete di Telecom avverrebbe già per l’autunno. A complicare lo scenario c’è anche l’esito dei ballottaggi. Ma non nel caso di «Michele chi?», il quale già l’anno scorso di questi tempi era vicino alla risoluzione del rapporto con la Rai, con tanto di buonuscita e relativo contratto di collaborazione per un pacchetto di docu-fiction ben remunerate (un milione di euro a puntata). Era quasi tutto fatto quando il direttore generale Mauro Masi annunciò ai quattro venti, con gli esiti che sappiamo, di avere il gatto nel sacco. Tutta l’operazione però era stata condotta da Lucio Presta con Lorenza Lei, allora vicedirettore con delega alle Risorse artistiche. Adesso, con Lei ascesa ai vertici aziendali, è ripreso il concerto, stavolta per la fuoruscita definitiva dalla Rai,con il successivo trasferimento armi e bagagli nella rete outsider, riaccesa da Mentana. E proprio Mentana, spesso ospite di Annozero, ha avuto un ruolo centrale nell’inizio della trattativa, alimentata anche dalla stima professionale per Travaglio. Non a caso, dopo il suo arrivo, la presenza su La7 del vicedirettore del Fatto quotidiano è diventata molto assidua, quasi una rubrica nei ping-pong del tg.

E infine, i progetti per il futuro:

Che cosa andrebbe a fare su La7 Santoro è ancora presto per dirlo. Ma intanto si sa che dovrebbero seguirlo Sandro Ruotolo e Alessandro Renna, storico regista del conduttore. La migrazione sarebbe completata da Vauro e dallo stesso Travaglio, tuttora senza contratto in Rai e,a quel punto,liberi di far causa all’azienda. Probabile disappunto della Sipra a parte, tutta l’operazione si profilerebbe come un delitto politico-mediatico perfetto. In grado di combinare interessi e gradimenti diversi se non contrapposti. Il neo-direttore generale Lei, riuscirebbe dove non ce l’ha fatta Masi. La Rai risulterebbe alleggerita di una parte della zavorra de sinistra. Berlusconi esulterebbe. E, quanto lui, sarebbero soddisfatti gli uomini di Telecom Italia Media e La7, sicuri di far decollare l’audience, consolidando la rete come referente del pubblico istruito e colto, non solo del famigerato ceto medio riflessivo di Che tempo che fa. Infine, sarebbero appagati anche Fazio e Santoro, senza più pressioni e clausole editoriali.

Chissà perché, sembra l’ennesima boutade del Giornale.

 

Mostra altro

A Calderoli i tre Ministeri a Milano non bastano, ora vuole spostare anche il Quirinale

27 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

 

tele-ministro.jpg

ROMA (Reuters) - Il Quirinale è avvertito: il ministro leghista della Semplificazione normativa Roberto Calderoli vuole portare via da Roma anche la presidenza della Repubblica, oltre ad almeno tre ministeri.

 

"Io voglio spostare anche da Roma la presidenza della Repubblica", ha detto Calderoli in un'intervista al Corriere della Sera in edicola oggi, dopo che nei giorni scorsi la Lega ha rilanciato l'idea di spostare alcuni ministeri al Nord e ieri lo stesso ministro per la Semplificazione ha minacciato uno sciopero della tassazione.

 

A proposito dello spostamento dei ministeri - che il premier Silvio Berlusconi ha minimizzato spiegando che si tratterebbe di aprire solo qualche "ufficio di rappresentanza" - Calderoli avverte che "se qualcuno pensa che noi lasceremo cadere, sbaglia di grosso".

 

"Abbiamo deciso con il presidente del Consiglio - spiega Calderoli - di partire con lo spostamento di alcuni dipartimenti. Quelli senza portafoglio, dato che non hanno bisogno di una legge. Noi avevamo chiesto Riforme e Semplificazione e Berlusconi correttamente ci ha chiesto di aggiungerne anche uno al Sud. Si pensa alle Pari opportunità della Carfagna".

 

Dopo che Berlusconi ha minimizzato sulla richiesta di trasferire i ministeri, ieri Calderoli ha avvertito che senza rappresentanza non si pagano neanche le tasse.

 

La settimana scorsa, l'esponente leghista aveva annunciato una "grande sorpresa" per Milano, dove nel fine settimana si vota per il ballottaggio, a cui stavano lavorando Berlusconi e Umberto Bossi. Successivamente i leghisti hanno annunciato il trasferimento di alcuni ministeri nell'Italia settentrionale, che poi nelle parole del premier sono diventati "dipartimenti".

 

All'idea del trasferimento, che vede contraria l'opposizione di centro e centrosinistra, si è dichiarato sfavorevole anche il gruppo parlamentare del Pdl, con alcuni distinguo però nel partito, come quello del ministro della Difesa Ignazio La Russa.

 

Il sindaco di Roma Gianni Alemanno, contrarissimo, ha invece chiesto un voto del Parlamento su una simile iniziativa.

 

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

 

 

Mostra altro
<< < 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 > >>