Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Calise : " Vince la Moratti ? Speriamo di no "

19 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

A Milano il Movimento 5 stelle non darà indicazioni di voto per il ballottaggio, ma “se vince la Moratti non è la stessa cosa”. Il 3,3% portato a casa dal candidato ventenne Mattia Calise potrebbe essere determinante per l’esito delle amministrative nel capoluogo lombardo, “ma i nostri elettori devono essere liberi di votare come credono”, spiega Calise, “anche se è difficile che si esprimano a favore del centrodestra”. Insomma, niente indicazioni definitive. E se vince la Moratti? Calise, che definisce Giuliano Pisapia “una bravissima persona”, risponde malvolentieri: “La Moratti? Speriamo di no” 

                       E dopo il ballottaggio ecco cosa vedremo

dialogo_fra_sordi_incazzati.jpg

                                       dialogo tra sordi

Bossi: "Mi hai trascinato nel fango, fellone, babbione, putridone, pistolino!"

Berlusconi: "Non sono stato io. È stata la Letizia fedifraga in combutta con Pisapia, cribbio!"

primam-e-dopo.png

 

Mostra altro

UOMINI E GIGANTI - ALESSANDRIA DEL CARRETTO

18 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #CURIOSITA'

stupendo documentario sulla " festa de la pita " ad ALESSANDRIA DEL CARRETTO in provincia di Cosenza  

La Festa dell’Abete, “a festa da pite” in dialetto locale, che si svolge ogni anno ad Alessandria del Carretto, è ufficialmente candidata nella Lista del Patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO.

La felice intuizione della candidatura l’ha avuta l’Associazione culturale APS Vacanzieri insieme.

L’Amministrazione comunale di Alessandria del Carretto e il Comitato Feste locali  l’hanno fatta propria, quindi, hanno ufficialmente richiesto l’iscrizione e l’inserimento nell’elenco del Patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO della Festa dell’Abete

L’equipe che sta lavorando alla preparazione degli atti procedurali per la schedatura BDI è costituita da due  antropologhe accreditate presso il Mibac, ciò comporta un lavoro di inventariazione dell’elemento sulle 16 schede da loro organizzate secondo gli standard della Struttura della scheda BDI (Beni Demoetnoantropologici Immateriali) da proporre per la Candidatura nella Lista Rappresentativa del Patrimonio immateriale dell'Umanità dell'UNESCO.

La Dott.ssa Simeoni Paola Elisabetta, Direttrice Coordinatrice demoetnoantropologa Responsabile Servizio Etnoantropologico e Archivio Laboratorio DemoEtnoAntropologico (ALDEA), ha assunto l’impegno di assolvere alla funzione di Responsabile Scientifico di Riferimento del Mibac delle Nazioni Unite.

 

FESTA D'A PITA AD ALESSANDRIA DEL CARRETTO

L'antico rito dell'abete nella festa patronale di S. Alessandro

 

La festa di Sant'Alessandro Martire, patrono di Alessandria del Carretto, il borgo fondato dai Marchesi Pignone del Carretto, ultimo comune della provincia di Cosenza ai confini della Lucania, si perpetua ogni anno a fine aprile con l'antico rito dell'abete ('a pita, nel dialetto locale).

Questo rituale, che affonda le sue radici negli antichi culti arborei del Mediterraneo, è simile a quello dei paesi lucani di Rotonda, Viggianello, Acettura, con la differenza che l’albero qui è trasportato a braccia, mentre in Lucania sono coppie di buoi a trascinarlo.

L’abete, scelto giorni prima nel bosco di Spinazzeta, viene portato per una strada sterrata, ripida e fangosa, tramite pertiche legate al tronco con “tortiglie” di pruno selvatico, da circa 70 tiratori, mentre gruppi di ragazzi accompagnano con il suono di zampogne e tamburelli, altri ballano la tarantella ed altri ancora offrono e bevono bicchieri di vino.

Alle soste previste durante il tragitto il vino annaffia abbondantemente formaggi e salumi. Libagioni ed abbuffate sono antico retaggio di una società contadina che in quell’occasione spezzava l’abitudine di pasti frugali legati alle risorse della terra. Bere vino durante il rito era ritenuto cosa sacra. Chi rifiutava di bere portava cattivo augurio al rituale propiziatorio di una buona annata di raccolti e di benessere sociale.

Alla festa d’a pita oggi bevono anche le ragazze. Anni addietro alle donne non era permesso di entrare nel bosco per partecipare alle operazioni; esse aspettavano gli uomini “tiratori” all’ingresso del paese, per rifocillarli con cibi tipici locali, dai sapori unici.

Allora tutto si spiegava con la forte simbologia sessuale del rituale: il tronco dell’abete s’incontra e si unisce con la cima, tagliata da un altro abete, conservata con cura e intatta, che rappresenta la parte femminile in questo “matrimonio” dell’albero. Il rito di fertilità che propizia il buon andamento dei seminati e dei raccolti termina con l’abbattimento dell’albero. Morte e rigenerazione. La tradizione vuole che la morte dell’albero permette la fuoriuscita dello spirito arboreo che si spargerà per i campi e li renderà fertili.    

Le espressioni di devozione e le forme di aggregazione della festa d’a pita ci riportano ai miti mediterranei, ai culti pagani rimasti vivi nei rituali cristiani. Il Cristianesimo popolare gradualmente in forma sintetica si è appropriato della tradizione pagana del culto della fertilità.

Il mito attraverso il rito dell’abete diventa realtà, si attualizza.

 

Nella società di oggi, in cui si è sfaldato il preminente antico sistema magico-religioso, la festa del Patrono con il tiro dell’abete e il suo divenire albero della cuccagna ha assunto un aspetto catartico e di alta socializzazione. In questo complesso cerimoniale rinnovato il paese si propone e si distingue; diventa simbolo principale della propria storia e della propria tradizione culturale.

La festa della pita coinvolge le giovani generazioni. Al rituale della pita, i giovani sono i protagonisti.

L’aspetto più significativo è vedere tanti giovani impegnati a tirare il tronco d’abete o a suonare la zampogna, uno strumento di antica tradizione che testimonia la passione e l’impegno di questi ragazzi a custodire la memoria storica del proprio paese, rinnovando la tradizione locale.

Sono per lo più giovani universitari, bocca alle canne della zampogna e zaino in spalla, che s'impegnano a tutelare questo antico strumento a fiato di musica popolare e le tradizioni della propria terra.

(da Centro Arte e cultura 26- Percorsi Mediterranei)

 

 

Mostra altro

Abbiamo vinto ?

18 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

bersani

Mostra altro

PISAPIA VIGNETTA

18 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

PISAPIA.jpg

Mostra altro

QUANTO TI RESTA DA VIVERE : ORA LO DICE UN TEST DA 500 €

18 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #UFO E SCIENZA OGGI

test-telomeri.jpg

In Inghilterra hanno messo a punto un test del sangue in grado di dirvi quanto vivrete. Si chiama Life Lenght. Costa 500 euro. Il tutto è possibile grazie allo studio dei telomeri, le regioni terminali dei cromosomi. Sono elementi attendibili che indicano il livello dell'invecchiamento umano. Gli studiosi hanno messo a punto questo metodo che li analizza per stabilire se siete destinati a diventare ultracentenari o dovrete accontentarvi di qualcosa in meno.

Come funziona questa test lo spiega chi lo ha realizzato. Parliamo di Maria Blasco dello Spanish National Cancer Research Centre di Madrid, responsabile del "Life Lenght": «Sappiamo che le persone nate con telomeri più corti del normale hanno una durata della vita più breve ma non sappiamo se vale anche il contrario. Quello che è davvero nuovo in questo test è la sua assoluta precisione. Possiamo rilevare differenze anche molto piccole nella lunghezza dei telomeri e, cosa ancora più importante, siamo in grado di stabilire la presenza di telomeri pericolosi, ovvero quelli che sono molto più corti».

I telomeri non contengono informazioni genetiche significative per l’espressione di una certa caratteristica. Hanno invece un importante ruolo nel determinare la durata della vita di ciascuna cellula.

 da Dottor Sport

Mostra altro

Crozza Ballarò 17 maggio 2011

17 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Mostra altro
Mostra altro

THE DAY AFTER DI LA RUSSA

17 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

La disperazione di La Russa

images--4--copia-1.jpg


Mostra altro

BALLARO' ANTICIPAZIONI DELLA PUNTATA DI QUESTA SERA 17 MAGGIO 2011

17 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

ballaro-300x2371.jpg

Tutto quello che vedremo questa sera, alle 21.10, nella puntata di Ballarò. Ecco qualche anticipazione di quello che vedremo nel corso del programma di Floris:

Anche questa sera 17 Maggio 2011, come ogni martedi, torna Ballarò, il talk show condotto da Giovanni Floris che mette in luce gli aspetti più importanti nel momento in ambito politico, nazionale e internazionale. Quali saranno i temi affrontati dal giornalista e chi saranno gli ospiti in studio? Scopriamolo insieme. Come in ogni puntata, la “copertina” di apertura è ad opera di Maurizio Crozza, che ironizzerà sui fatti avvenuti in settimana e soprattutto sul comportamento del premier Silvio Berlusconi. Il tema principale su cui si scontreranno gli ospiti in studio questa sera, 17 maggio 2011, riguarderà, come prevedibile, le elezioni amministrative conclusesi ieri, 16 Maggio 2011. 

Floris assieme agli ospiti in studio questa sera cercherà di fare il punto della situazione e di analizzare i risultati delle elezioni amministrative nelle principali città italiane, come Milano, che vede andare al ballottaggio Pisaspia e Moratti; Napoli, anch’essa al ballottaggio tra Lettieri e De Magistris; e Bologna e Torino, dove invece ha vinto il centrosinistra superando la maggioranza più uno dei voti.

Ospiti in studio questa sera da Giovanni Floris saranno il leader di Sinistra e Libertà e presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, il presidente dei deputati del PDL, Fabrizio Cicchitto, Anna Finocchiaro, presidente dei deputati del PD, Pierferdinando Casini, leader dell’UDC, il presidente della regione Piemonte nonché esponente della Lega Nord, Roberto Cota.

Dunque appuntamento con Ballarò, Giovanni Floris, Maurizio Crozza e il dibattito che ha come tema i risultati delle elezioni amministrative, per questa sera, ore 21:10, come sempre su Rai Tre.

Mostra altro

SILVIO TRADITO !

17 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

SILVIO-TRADITO.jpg

                                        vignetta di Caranas

Mostra altro
<< < 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 > >>