Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Col bavaglio ci risiamo

7 Maggio 2013 , Scritto da CARANAS

Col bavaglio ci risiamo

leggete un po'

Mostra altro

GIOIA TAURO: sequestrati nel porto 190 kg di cocaina, nascosta in un carico di caffè.

7 Maggio 2013 , Scritto da CARANAS

GIOIA TAURO: sequestrati nel porto 190 kg di cocaina, nascosta in un carico di caffè.

Un'operazione davvero eclatante, quella della squadra mobile di Reggio Calabria, che ha visto gli uomini della questura, in collaborazione con le agenzie della dogana, sequestrare 190 kg di cocaina.

Un carico nascosto in un container in transito, sbarcato nel porto di Gioia Tauro dalla nave Bellavia, battente bandiera delle isole Marshall.

L'operazione e' giunta al termine delle indagini coordinate dal Procuratore di Reggio Calabria, Federico Cafiero De Raho, dall'aggiunto Michele Prestipino Giarrita e dal pm della Dda Alessandra Cerreti, in stretta sinergia con la procura di Palmi, diretta da Giuseppe Creazzo.

La droga era divisa in 148 panetti, era in sacchi di juta e plastica, nascosti tra altri sacchi con caffè, ed è stata individuata grazie ai riscontri documentali e controlli.

La droga, se immessa sul mercato, avrebbe fruttato diversi milioni di euro, facendo arricchire sempre di più la malavita organizzata.

Mostra altro

In calo entrate tributarie e proventi da lotta all'evasione

7 Maggio 2013 , Scritto da CARANAS

In calo entrate tributarie e proventi da lotta all'evasione

Rispettivamente -0,3 e -2% nel primo trimestre, giù anche il gettito Iva (-8,6%). E' quanto comunica il Mef

Entrate tributarie in calo nei primi tre mesi dell'anno: ammontano a 87,7 mld con una lieve flessione dello 0,3%. E' quanto comunica il Mef. Nel complesso, nonostante il marcato deterioramento del ciclo economico, osserva il Tesoro, il gettito del primo trimestre 2013 "è sostanzialmente in linea con quello dell'analogo periodo dell'anno precedente".

Calano nel primo trimestre i proventi della lotta all'evasione. Le entrate tributarie derivanti dall'attività di accertamento e controllo, comunica il Mef, risultano pari a 1.554 milioni di euro (-32 milioni di euro pari a -2,0%).

In calo nel primo trimestre anche il gettito Iva. La flessione è dell'8,6% (-1,9 mld). Pesano la componente relativa agli scambi interni (-5%) e il prelievo sulle importazioni (-22,9%). In controtendenza il commercio al dettaglio (+2,1%), grazie al contrasto all'evasione.

Roma - (Adnkronos/Ign)

Mostra altro

Per il PD sono finiti i bambini

5 Maggio 2013 , Scritto da CARANAS

Per il PD sono finiti i bambini

ma questi non si mettono mai a dieta ?

Mostra altro

GAY SPA: L’ARCIGAY FILO-PD FA IL PIENO DI TITOLI (E INCASSI) E OSCURA LE ALTRE ASSOCIAZIONI

5 Maggio 2013 , Scritto da CARANAS

GAY SPA: L’ARCIGAY FILO-PD FA IL PIENO DI TITOLI (E INCASSI) E OSCURA LE ALTRE ASSOCIAZIONI

La vicenda-Biancofiore dimostra il peso della lobby gay-sinistrata nel governo Letta - L’Arcigay di Franco Grillini domina la scena e oscura tutte le altre associazioni, a partire dall’organizzazione del Gay Pride - “Una rete solida e anche remunerativa, un business...”

Più che una lobby è un partito. O meglio un'associazione collocata nel recinto sicuro della sinistra italiana: l'Arcigay. L'Arcigay è stata ed è di fatto la grande casa e l'indirizzo della comunità omosessuale e lesbica tricolore.

Così, quando da destra si prova a scalare questi temi, più ripidi della Cima Coppi al Giro d'Italia, ci s'imbatte in un muro che è anche ideologico. Una complicazione in più come se i gay fossero una corrente, una delle tante, nella galassia del Pd. O qualcosa del genere.

L'Arcigay, che ha espresso un leader storico come Franco Grillini, organizza l'unico vero evento che fa tendenza sui giornali e in tv nel corso dell'anno: il Gay Pride. E così mette ancora una volta il cappello su un mondo che invece sfuggirebbe volentieri alle logiche parlamentari.

Ma al di là delle scintille polemiche alla Biancofiore o delle battute facili - sulla lobby che assomiglia un po' ai poteri forti, così forti che non si riesce mai a dare loro un nome - l'Arcigay, che pesca nel retroterra comunista dell'Arci, ha messo su una rete invidiabile di discoteche, bar, saune frequentate dai tesserati.

f. Dagospia

Mostra altro

Non c'è limite alla fantasia dell'uomo. Guardate cosa ha prodotto

5 Maggio 2013 , Scritto da CARANAS

Non c'è limite alla fantasia dell'uomo. Guardate cosa ha prodotto

Dall’altezza vertiginosa della piscina a sfioro del Marina Bay Sands si ammira un panorama unico di Singapore, che ha trovato la formula vincente sviluppandosi in verticale anziché in orizzontale.

Mostra altro

IL SINDACO DE LUCA ALLA CONQUISTA DEL PD

5 Maggio 2013 , Scritto da CARANAS

IL SINDACO DE LUCA ALLA CONQUISTA DEL PD

Non è più una corsa a due per ereditare il comando del PD, in lizza, oltre a Epifani e Cuperlo , ora c’è il sindaco di Salerno De Luca, quello che non le manda a dire, quello di “ quell’arrogante Roberta Lombardi”.

Il neo-viceministro Vincenzo De Luca, sindaco di Salerno noto per le invettive in tv e i modi spicci, scende in campo per la segreteria e annuncia battaglia - Epifani-Cuperlo duello sempre possibile - Veltroni e i veltroniani furiosi per l’esclusione dal governo, puntano su Chiamparino….

Maria Teresa Meli per il Corriere della Sera :

«Cuperlo-Epifani: corsa a due per il Pd», titolava l'Unità di ieri. Ma non è tutto così semplice. Non ci sono solo due opzioni e le tensioni sotterranee sono rimaste tutte. Tant'è vero che all'inizio della settimana toccherà al classico "caminetto" con i maggiorenti del Pd (inclusi, ovviamente, quelli rottamati, che però appaiono più in campo che mai) cercare di sbrogliare la matassa della segreteria.

In vista dell'assemblea nazionale, ogni dirigente e leader prova a fare le sue mosse. Il primo è stato il sindaco di Salerno e neo viceministro alle Infrastrutture Enzo De Luca. Oggi sul suo profilo Facebook pubblicherà un documento. Un contributo alla discussione interna, ma anche una probabile ipoteca sulla futura leadership del Pd. De Luca infatti potrebbe decidere di candidarsi alla segreteria, non nell'assemblea dell'11, ma al congresso d'autunno. Nel suo manifesto, il sindaco propone di «smantellare le correnti» (sarebbe ora !), di ripartire «dai territori», valorizzando le esperienze degli amministratori locali.

Ancora, De Luca invita il Pd a «darsi un'anima» liberandosi dall'idea di un «partito transitorio». Quella prospettata dal viceministro è una sorta di rivoluzione: «Dobbiamo cambiare tutto, nel programma, nel linguaggio, nello stile: dobbiamo liberarci della nostra presunzione di superiorità». Dunque il sindaco di Salerno è il primo a fare una mossa esplicita, dopo che Cuperlo ha fatto sapere di essere in campo ed Epifani ha iniziato la sua pseudo-campagna elettorale tra parlamentari e militanti. Ma non finisce qui.

Formalmente Matteo Renzi ha fatto sapere di «non essere interessato alle beghe di partito»: «Mi voglio tenere alla larga, sto facendo il sindaco di Firenze a tempo pieno», è il ritornello del primo cittadino di Firenze. Molto comodo dico io, prima fai casino per rottamare e poi abbandoni la partita.

Mostra altro

Alemanno - quando gatti e cani entrano in politica

5 Maggio 2013 , Scritto da CARANAS

Alemanno - quando gatti e cani entrano in politica

Alla sfacciataggine non c'è limite

Alemanno su Facebook :

Roma negli ultimi 5 anni si è confermata città sensibile verso gli animali, capace di ascoltare tutti i rappresentanti delle associazioni animaliste presenti sul territorio. La mia idea è quella di una città a misura degli animali. Tra i miei impegni, anche quello di patrocinare e favorire il più possibile ricerche e studi su efficaci metodi alternativi alla sperimentazione animale nel settore farmaceutico.

Con la vostra fiducia continuerò a farlo!

Secondo me neanche il gatto lo voterebbe ! E se poi i romani vorranno votarlo , si ricordino che la neve d'inverno si avvicina. Magari una bella nevicata anche il 15 agosto.

Mostra altro

Considerazioni su Biancofiore

5 Maggio 2013 , Scritto da CARANAS

Considerazioni su Biancofiore
Mostra altro

Le Iene, i fannulloni del Senato a 150mila euro annui: timbrano e si assentano

4 Maggio 2013 , Scritto da CARANAS

 

 

“Il giochetto del badge consiste nel fatto che uno arriva in ufficio al Senato, timbra e poi se ne va a spasso al posto di lavorare sostanzialmente”. A parlare è un dipendente di Palazzo Madama ai microfoni de Le Iene (Italia1) nel servizio realizzato da Filippo Roma e Marco Occhipinti che andrà in onda domani, domenica 5 maggio 2013 in diretta alle ore 21.20 in “Le Iene show”. “Com’è possibile, sotto gli occhi di tutti, in pieno centro a Roma?”, chiede la Iena. “Sì, perché il Senato – risponde l’impiegata – ha diversi uffici sparsi per il centro di Roma, per cui in realtà è possibile che ci siano riunioni, incontri, per cui è normale che sia gente che vada da un palazzo all’altro. Però, se tu quando esci, al posto di fare il tuo lavoro in un altro ufficio, che ne so per una riunione, te ne vai a spasso, a fare la spesa, a giocare a lotto, al bar, ad accompagnare dal dentista tuo figlio e poi ritorni dopo due ore in ufficio come se niente fosse, allora lì la storia cambia, perché tu, in questo modo, tu dipendente pubblico ti stai facendo pagare dagli italiani per andare ad accompagnare tuo figlio per farsi curare le carie. Questo non è molto simpatico”. No, non è molto simpatico, specie se i funzionari pubblici in questione prendono paghe da circa 150.000 euro annui, una somma pari circa a 5 volte la paga media di tutti gli altri dipendenti pubblici.

(fonte : ilfattoquotidiano.it )

 

Mostra altro
<< < 1 2 3 4 > >>