Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Bufera su Renzi: così ha buttato 20 milioni

29 Gennaio 2014 , Scritto da CARANAS

Bufera su Renzi: così ha buttato 20 milioni

Soldi pubblici sprecati tra cene, viaggi e bar. E poi finanziamenti molto discutibili: il rottamatore nel mirino de “I segreti della casta” e ne esce distrutto

Duro attacco de “I segreti della casta” a Matteo Renzi, accusato di “spese folli” in perfetto stle casta. Ma oltre le bordate vengono soprattutto esibite e quindi pubblicate le prove, con tanto di ricevute che attestano in modo inequivocabile una serie impressionante di sprechi e scelte discutibili del “rottamatore”.

“Pranzi e cene in ristoranti di lusso, vacanze, viaggi in aereo, conti astronomici in bar e enoteche, pernottamenti costosi in alberghi, e ancora regali e spot in tv e sui giornali. Per un totale di ben 20 milioni di euro, tutti a spese del contribuente.

Nei cinque anni in cui è stato presidente della provincia di Firenze, dal 2004 al 2009, Matteo Renzi non si è fatto mancare proprio nulla. Il “rottamatore” del Pd non ha niente da invidiare a un qualsiasi Lusi o Belsito in quanto a gestione allegra dei soldi pubblici, con la differenza che Renzi oggi si è creato l’immagine di “moralizzatore” della politica.

Il vero “big bang”, però, sono le oltre 250 fatture che indicano le “spese di rappresentanza” sostenute dal presidente Matteo Renzi tramite utilizzo di carta di credito personale. Spese che la provincia ha liquidato e rimborsato, approvandone tutte le motivazioni”.

“Naturalmente – continua “I segreti della casta” – non possiamo pubblicare tutte le fatture in un solo articolo, ma intanto possono bastare alcune chicche: due viaggi in Usa nel 2007, con tanto di giornalista al seguito pagato dal contribuente, totalmente rimborsati dalla provincia. Dagli alberghi alle consumazioni nei bar: Renzi in totale spende 70.000 euro per i due viaggi “di rappresentanza”.

E c’è pure una cifra “strana”, pari a 3.000 euro pagati con la carta di credito in un albergo di Boston, senza alcuna voce di spesa. Cosa può costare 3.000 euro, di notte, in un albergo?

Sotto la voce “spese di rappresentanza” si trovano pure alcuni bonifici a favore di Matteo Colomo, ristoratore che gestisce il locale “I Riffaioli” vicino al torrente Mugnone a Firenze. I pagamenti ammontano a circa 4 mila euro tra il 4 e il 12 aprile del 2008.

Le spese in bar ed enoteche spesso sfiorano il clamoroso, con conti pari a 600 euro. Cosa berrà, Matteo Renzi, a spese del contribuente?

“E i conti della provincia, sotto la gestione Renzi, saranno tutti limpidi e cristallini?Nient’affatto. Per finanziare una manifestazione culturale come il “Genio fiorentino”, la provincia di Firenze guidata da Renzi spende in media 2 milioni di euro ogni anno: di questi, 707.000 euro finiranno nelle casse della Cult-er, associazione con sede legale presso uno studio di commercialisti a Prato ma totalmente priva di strutture. 100.000 euro finiranno pure nelle casse del giornale “La Nazione”.

Inoltre, 100.000 euro nel 2005 finiscono nelle casse di un ”Circo per la Pimpa, spettacolo dedicato al simpatico cane a pois dei fumetti, creato dalla penna di Francesco Tullio Altan, in occasione del trentesimo compleanno della Pimpa. Il ricavato è però inferiore alle attese. Parte dell’incasso avrebbe dovuto finire in beneficenza nelle casse dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, ma non se ne farà nulla. Non sarebbe stato meglio, per la provincia, donare direttamente la somma all’ospedale?

E ancora: nel 2005 Matteo Renzi crea “Florence Multimedia”, società partecipata al 100% dalla provincia di Firenze e quindi controllate direttamente da lui. Contemporaneamente, smantella l’ufficio stampa della provincia, non sufficientemente idoneo a valorizzare l’immagine personale del “rottamatore”. La sede viene collocata in una struttura della provincia e data in locazione con un pagamento di un canone simbolico pari a 1.000 euro all’anno. Florence Multimedia diventa operativa nel 2006, nel 2007 le viene affidato anche l’ufficio stampa della provincia.

Nel solo anno 2008 la provincia di Firenze bonificherà le casse di Florence Multimedia con ben 4 milioni 387mila 453 euro. Per cosa? Per diventare negli anni lo strumento di propaganda personale di Matteo Renzi, nonché il metodo per ingraziarsi giornali e tv locali: gran parte dei milioni di euro finiscono infatti nelle casse delle concessionarie di pubblicità dei giornali. Uno strumento talmente “ad personam” da essere smantellato “casualmente” alla fine della legislatura di Renzi. Ma su questo – conclude il blog “impertinente” – la Corte dei Conti sta indagando”.

fonte :http://http://www.blogtaormina.it/2012/08/19/bufera-su-renzi-cosi-ha-buttato-20-milioni/117386

Bufera su Renzi: così ha buttato 20 milioni
Bufera su Renzi: così ha buttato 20 milioni
Bufera su Renzi: così ha buttato 20 milioni
Bufera su Renzi: così ha buttato 20 milioni
Mostra altro

Crozza Ballarò 28 gennaio 2014

28 Gennaio 2014 , Scritto da CARANAS

Vedo Crozza e poi cambio canale. Tanto, a votare non ci andrò più

Mostra altro

Il guinzaglio elettronico

28 Gennaio 2014 , Scritto da CARANAS

Il guinzaglio elettronico

La nostra voglia di social ci costringe ad un perpetuo controllo. Telefoni fissi e mobili ci tengono d’occhio notte e giorno.

Negli anni ’70 se passavi col rosso ( succede spesso, anche perchè se non lo fai, a volte rischi di essere tamponato) dovevi solo girarti e vedere se c’era un vigile. Ora te lo scordi. Telecamere dappertutto e anche multe a non finire tanto che è preferibile lasciare la macchina a casa. Ci spiano continuamente e non si sa come vengono utilizzate tutte le informazioni che vengono raccolte su di noi mentre stiamo navigando. Il corpo umano sta diventando una sorta di password. Sui vari dati estraibili dal nostro fisico si gioca una partita essenziale per il futuro dei dati personali. Un capello, un po’ di saliva, un po’ di sangue e si arriva al tuo genoma senza sapere le conseguenze di questi veri furti della sfera privata. Pensate ad esempio all’assicurazione sulla vita, se è stata violata la tua privacy col cacchio che vi fanno un contratto visto che in internet esistono società che effettuano test generici previo invio di un campione organico. Hai un blog , metti la tua e-mail per i contatti e nel giro di un giorno viene rubata e la tua casella di posta elettronica si riempie di schifose e fastidiose proposte che non ti interessano minimamente. Per non parlare poi delle mail fasulle di Poste.it. Ai tempi di Marx il patrimonio per un proletario era rappresentato dai propri figli, ora per noi proletari digitali è solo un brandello della nostra vita privata. Prigionieri siamo! Fottuti siamo!

Le conseguenze sono gravi, i diritti delle persone vengono annullati. E pensare che ci sono poi persone che cedono i propri dati in cambio di servizi gratuiti! Una vera moneta di scambio ma solo per noi, i ricchi non devono dire niente a nessuno.

Mostra altro

Vauro ultimissime

28 Gennaio 2014 , Scritto da CARANAS

Vauro ultimissime
Vauro ultimissime
Vauro ultimissime
Mostra altro

Mastrapasqua (vignetta)

28 Gennaio 2014 , Scritto da CARANAS

Mastrapasqua (vignetta)

.

Mostra altro

Crozza ha rovinato le mie capacità di comunicazione

28 Gennaio 2014 , Scritto da CARANAS

Crozza ha rovinato le mie capacità di comunicazione

di Caranas

Non avevo difficoltà a pronunciare “anche perché”, ora, dopo l’imitazione di Razzi da parte del Crozza, non riesco più a dirlo. Il personaggio imitato, mi fa talmente schifo che non posso assolutamente ripetere quelle due parole che altrimenti mi identificherebbero con quel venduto d’onorevole. Tutto sommato , meglio il linguaggio di Di Pietro altro campione programmato, chissà da chi, dell’onestà politica italiana (non ho dimenticato il suo modo di gestire il partito ed i regalini ( involontari o no) che ha fatto a Berlusconi soprattutto con Scilipoti [solo nella mia Calabria si poteva candidare].

Vi giuro, pronunciare “ anche perché” per me è diventato un tormento. E’ come se mi schizzassero in faccia merda subito dopo la pronuncia. Non vedo l’ora che le Camere vengano sciolte per poi… non andare a votare più.

Hai voglia di scrivermi un commento ? Fatti li cazzi tuoi !

Mostra altro

Voglia di ghigliottina. Può mai cambiare l’Italia con manager tipo Mastrapasqua ?

27 Gennaio 2014 , Scritto da CARANAS

Voglia di ghigliottina. Può mai cambiare l’Italia con manager tipo Mastrapasqua ?

Nota della deputata Ileana Piazzoni di Sinistra Ecologia e Libertà, membro della Commissione affari sociali alla Camera

“ Un manager come Antonio Mastrapasqua, dedito all’accumulo di cariche e noto per lo stipendio multimilionario che percepisce per questo ruolo dirigenziale, non può essere considerato persona adatta a questo incarico. L’indagine per le cartelle truccate in uno dei tanti istituti di cui è direttore, l’Ospedale Israelitico, costituisce un ulteriore problema anche per l’Inps, proprio perché l’accumulo di cariche può portare ad un effetto domino spiacevole anche solo per la dignità e la credibilità dell’ente. E’ in questo modo che la cosa pubblica si allontana dalle esigenze della cittadinanza. In un periodo di crisi economica e occupazionale come quello attuale, si rende necessario un segnale che anticipi i tempi della giustizia e che riporti l’Inps ad avere un ruolo positivo di contiguità con il Paese. Per questo le dimissioni dell’attuale Presidente Mastrapasqua sarebbero il gesto più ordinario e doveroso in questo frangente. Un manager pubblico – conclude la parlamentare di Sel – non deve assumere più di una carica alla volta, in particolar modo se l’ente gestito interessa l’assistenza socioeconomica di tante persone”.

http://www.agenparl.it/

Mostra altro

Il Debito Pubblico italiano e le 60.350 Tonnellate d'oro possedute dalla Chiesa Cattolica Romana.

27 Gennaio 2014 , Scritto da CARANAS

Il Debito Pubblico italiano e le 60.350 Tonnellate d'oro possedute dalla Chiesa Cattolica Romana.

di Caranas

Il nostro debito pubblico continua a salire ed il peggio non è affatto alle spalle. Nessun italiano pensa che manovre e sacrifici possano risolvere il problema perché il debito sembra inarrestabile avendo raggiunto quota 133,3% del prodotto interno lordo. Un aumento di oltre 3 punti percentuali rispetto al primo trimestre del 2013. Si tratta del dato più alto dell’intera Unione Europea, se si esclude la Grecia che ormai fa gioco a parte (con un debito al 169,1% del Pil). In termini assoluti l’Italia ha sfondato il tetto dei 2 miliardi di euro di debito (2.104 miliardi il picco toccato a novembre 2013).

Considerando ora che la Chiesa Cattolica Romana, come tutti sanno già, è uno degli enti più ricchi al mondo con riserve d’oro pari a circa 60.350 tonnellate ( ha a disposizione il 30% di tutto l’oro mai prodotto/estratto) , si potrebbe pensare ad una ipotetica soluzione napoleonica : con i prezzi attuali è possibile stimare il valore di tutta questa riserva d’oro della Chiesa (il più grande tesoro di tutta l’umanità) , in oltre 1240 miliardi di dollari, più della metà del debito pubblico italiano. Rimarrebbero “solo” 864 miliardi di debito.

Mostra altro

Se sei ricco e potente in prigione non ci vai. Amara realtà. SCAJOLA: COMPRAVENDITA CASA, EX MINISTRO ASSOLTO

27 Gennaio 2014 , Scritto da CARANAS

Se sei ricco e potente in prigione non ci vai. Amara realtà. SCAJOLA: COMPRAVENDITA CASA, EX MINISTRO ASSOLTO

Per il giudice l’acquisto da parte dell’ex ministro non costituisce reato.

I pm avevano chiesto la condanna a tre anni. Prescrizione per Diego Anemone

(ANSA) - L'ex ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola è stato assolto in merito alla vicenda della compravendita della casa al Colosseo. Per il giudice il fatto non costituisce reato. I pm Ilaria Calò e Roberto Felici aveva chiesto tre anni di condanna sia per Scajola che per Anemone e il pagamento di una maxi multa di due milioni di euro.

Mostra altro

27 gennaio - Per non dimenticare

27 Gennaio 2014 , Scritto da CARANAS

27 gennaio - Per non dimenticare

" Io e Salva avevamo visto molte cose a Mauthausen. Avevamo visto scheletri che camminavano e mucchi di corpi nudi riversi sulla neve del cortile, una strana specie di branco color rosa cenere. I nostri corpi si erano trasformati nella nostra vergogna. I crampi allo stomaco per la fame, le malattie, la mancanza di intimità. Tutto si riconduceva al corpo. Non era facile elevarsi al di sopra delle proprie spoglie mortali, così un giorno sì e uno no pensavo al suicidio. Era una forma di liberazione: mi faceva sentire libero l'idea che tutta quella sofferenza avrebbe potuto avere termine, che se lo avessi voluto avrei potuto metterle fine io stesso. La morte era la mia salvezza. Hitler era pazzo e ci aveva fatti affogare tutti nella sua mente malata. Vivevamo nel cervello ripugnante di quell'uomo, dove succedevano le atrocità più mostruose, e c'era solo un modo per uscire di lì: sarebbe dovuto morire lui o sarei dovuto morire io. Non sopportavo l'idea che una realtà meravigliosa come la vita, con il suo sole, i suoi alberi e le sue canzoni, fosse qualcosa di terrorizzante.Ma non volevo che mi uccidesse la sua follia.

Clara Sanchez " Il profumo delle foglie di limone"

27 gennaio - Per non dimenticare
27 gennaio - Per non dimenticare
Mostra altro
<< < 1 2 3 4 5 6 > >>