Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Mentre Piazza Affari cresce e lo spread segna 200, ecco il pensierino di Grillie

14 Febbraio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #politica

Mentre Piazza Affari cresce e lo spread segna 200, ecco il pensierino di Grillie

Mi chiedo : come può Grillo contestare tutto e sperare di prendere il 37 % dei voti ?

Mostra altro

Letta - Questa poi...

14 Febbraio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

Letta - Questa poi...

Generazioni future - Non volevano perdersi le dimissioni di Letta

Mostra altro

Tra religione e ragione

13 Febbraio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #RELIGIONE

 

“Il desiderio, finché ha la fortuna di restare inappagato, rende la vita degna di essere vissuta “

                                                                                              di Caranas

Non ricordo bene dove ho letto la frase di cui sopra, ci ho pensato a lungo nei giorni scorsi dopo un recente scambio  “botta e risposta” su FB con un amico prete. Lungi dall’essere qualcosa legata ad un appagamento materiale di sensi (nessun riferimento a “Quello strano oggetto del desiderio”) , la frase s’intreccia in quel percorso che inevitabilmente ognuno di noi, più o meno nella matura età, è destinato a fare quando si scontra rimanendoci aggrovigliato, tra religione e filosofia. L’ultimo post del prete : “Un uomo in ricerca è un uomo di "fede" “, mi ha fatto riflettere e pensare giungendo ad alcune considerazioni :

sono convinto che la fede è inutile cercarla, o ce l’hai ( perché Dio te l’ha data in dono) , o non ce l’hai e magari la cerchi disperatamente perché sei altrettanto disperatamente convinto che la vita nonostante tutte le ostilità  non può finire prima o poi ( meglio poi, più tardi possibile).

Ma , mi chiedo,   il credere ( e quindi avere fede) , come può essere premessa indispensabile  del fondamento razionale del conoscere se la conoscenza stessa raggiunta in un baleno ( per chi ha fede innata) o a tappe per i più ostici,  è poi coronata dal dubbio?

E’ anche vero però che se non credi, non presti neanche l’attenzione necessaria per arrivare ad un’accettabile grado di conoscenza verso Dio ( non succede ad Odifreddi, ma ai più comuni mortali si). Come conciliare allora la ricerca di Dio con l’immensità di fatti che giustificano il lunghissimo percorso scientifico alla ricerca della Sua particella ?

Se poi Dio non è cattolico (come affermava il Cardinale Martini da pochissimo scomparso) non è neanche universale e quindi non è infinito, o no ?

Ci sono domande a cui la nostra ragione non sa rispondere; aveva ragione Don Aldo 50 anni fa . E i dubbi restano, anche se come diceva Costantino Kavafis nella sua Itaca :

Quando ti metterai in viaggio per Itaca

devi augurarti che la strada sia lunga,

fertile in avventure e in esperienze.

I Lestrigoni e i Ciclopi

o la furia di Nettuno non temere,

non sarà questo il genere di incontri

se il pensiero resta alto e un sentimento

fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.

Tra religione e ragione
Mostra altro

Ma quale scoop ? E’ una storia nota dal 24 luglio 2011

13 Febbraio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

 Ma quale scoop ? E’ una storia nota dal 24 luglio 2011

Ma quale scoop ? E’ una storia nota dal 24 luglio 2011.

I palazzi del potere tremano ancora per le «anticipazioni» del giornalista del Financial Times, Alan Friedman, ma la storia è vecchia di almeno tre anni. Provate a leggere qui cosa scriveva La Stampa il 24/07/2011

POLITICA

24/07/2011 - GOVERNO, I NUOVI SCENARI

L'investitura di Monti
per il dopo Berlusconi

L’establishment lo sonda. Prodi: caro Mario, stavolta tocca a te. L’ex commissario Ue: disponibile solo a una “chiamata generale”

Mario Monti, 68 anni, lombardo, è stato commissario europeo

+ La piccola sagra delle sedi decentrate

FABIO MARTINI

ROMA
Un incontro di cui nulla si è saputo, riservato come era a pochi e selezionatissimi invitati. Al Ca’ de Sass, storico palazzo della finanza milanese, alle sette della sera di lunedì scorso erano convenuti ad ascoltare Romano Prodi personaggi come Giovanni Bazoli, Carlo De Benedetti, Corrado Passera, Mario Monti, Angelo Caloia.

Si era appena chiusa un’altra giornata segnata da grande inquietudine dei mercati e poco prima che il convegno avesse inizio in un angolo si erano appartati Prodi e Monti. Il primo dice al secondo: «Caro Mario, secondo me Berlusconi non se ne va neppure se lo spingono, ma certo se le cose volgessero al peggio, credo che per te sarebbe difficile tirarti indietro». Monti resta colpito. Conosce bene Prodi, sa che il Professore non è tipo da sprecare parole, soprattutto è uno che non è mai uscito dai giri che contano.

Ma nelle ultime due settimane al presidente della Bocconi è capitato già altre volte di sentirsi fare discorsi come questo, nel corso di incontri riservati, da parte di interlocutori qualificati e di diverso orientamento politico. Tra gli altri, qualche giorno fa Monti ha ricevuto nel suo studio milanese anche Enrico Letta, sherpa di frontiera, visto che oltre a essere vicesegretario del Pd è anche uno dei politici più stimati dal Capo dello Stato.

Davanti ai sondaggi dei suoi interlocutori politici, Monti preferisce ascoltare, anche se tutti quelli che hanno parlato con lui hanno ricavato la stessa, inequivocabile impressione: il professore è refrattario a prendere iniziative in prima persona, ma se la situazione dovesse precipitare e ci fosse una «chiamata generale» il presidente della Bocconi sarebbe disponibile e «interessato» a guidare un esecutivo di unità nazionale. Certo, il governo Berlusconi è in seria difficoltà, ma non è in crisi.

E in ogni caso, se mai l’esecutivo dovesse cadere non è affatto detto che la soluzione più naturale finirebbe per essere quella di un esecutivo d’emergenza. Eppure, per effetto della crisi endogena del governo e di quella esogena dei mercati, da qualche settimana attorno a Monti si è creato un convergere di interessi e di simpatie da parte dei «poteri forti», che potrebbero rendere più concreta del solito l’epifania tante volte annunciata del professore della Bocconi.

Sessantotto anni, lombardo di Varese (la città culla della Lega), una lunga carriera universitaria e da rettore, Monti è di quegli accademici che a un certo punto della vita incrociano la politica al massimo livello. Indicato nel 1994 come commissario europeo dal primo governo Berlusconi, nel 1999 Monti viene confermato dal governo D’Alema e nella Commissione Prodi assume il delicato portafoglio della Concorrenza, aprendo un procedimento che ha fatto epoca: quello contro la Microsoft.

E da quando, nel 2004, Berlusconi non lo ha confermato nella Commissione Barroso, Monti ha ripreso la sua attività di editorialista al Corriere della Sera, riservando alla situazione economica italiana e internazionale analisi senza sconti né per la destra né per la sinistra, anche se segnate da quello stile british che rappresenta la sua cifra. E della stagione di Bruxelles a Monti sono restati in dote una forte immagine internazionale, contatti di primo livello ma anche una evidente ambizione politica.

Tanto è vero che a fine gennaio, quando sembrava che la crisi del governo potesse portare a elezioni anticipate, Massimo D’Alema (d’intesa con Gianfranco Fini) era riuscito a comporre un vasto cartello elettorale, destinato a essere guidato da un candidato premier chiamato Mario Monti, che anche in quella circostanza non aveva detto no. Ma ora le chiavi della legislatura sono nelle mani della Lega.

Se proprio il Carroccio decidesse di «scaricare» Berlusconi, non sarebbe più semplice appoggiare un altro governo di centrodestra piuttosto che un esecutivo di larghe intese? Molto interessante quel che nelle settimane scorse, prima che la situazione precipitasse, Roberto Maroni aveva confidato ai più fidati amici di Varese: «Purtroppo il governo non ce la fa, il Paese è stremato, avremmo bisogno di un periodo di riforme dolorose, senza guardare in faccia a nessuno», «servirebbe una stagione di commissariamento», al termine della quale «la politica possa riprendere la sua fisiologica dialettica, grazie a una nuova generazione, una nuova classe dirigente».

Ndr : Visto ? La Stampa aveva già pubblicato tutto !

Mostra altro

San Valentino no, Sanremo no !

13 Febbraio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

San Valentino no, Sanremo no !

E' ufficiale, Belen Rodriguez torna al Festival di Sanremo.

Questa volta però non da protagonista seducente sul palco dell'Ariston ma nella postazione radio di "Finalmente Sanremo" di RTL 102.5, all'esterno del teatro e in pieno centro, separata dalla folla solo dal vetro della postazione stessa.

San Valentino no, Sanremo no !
Mostra altro

L'angolo della poesia

12 Febbraio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #POESIA

L'angolo della poesia

Fermiamoci un po’ con la politica e la satira. Magari solo fino a domani visto che Renzi rischia di asfaltarsi da solo. E’ tempo di poesia qui su foranastasis! Eh già, ogni tanto anche gli appassionati di internet e tecnologia come noi si meritano una pausa culturale di quelle “tradizionali”: appunto, un po’ di sana poesia.

Questi tre miei lavori li trovate anche su http://www.booksprintedizioni.it/libro/Poesia/non-c-e-verso

.

.

Autunno

È arrivato l’autunno,

ancora caldo a Milano

ma non per sociali lotte,

mancano le nubi

in sparpagliati branchi.

Alla finestra, sotto le ciglia un po’ più proletarie,

la mente s’infiltra nell’aria

mossa da gialle foglie cadenti giù

ad attendere i primi passi,

come parole ferite che vanno a crepare.

Sono le otto e giovani ombre

si affrettano al parcheggio,

indaffarati e veloci abbozzano sorrisi,

ma sono morti.

Marx e Lenin non lo masticano.

Solo più in là

un capannello presidio si distrae,

non ha forze e lecca ferite.

Con l’iPad in mano

non si fa rivoluzione.

.

File apri, file chiudi

Questo blog è una stanza disabitata.

Ogni tanto ci infilo una sedia nuova,

un quadro, un cestino. E li lascio lì.

Aspetto che qualcuno si sieda e legga il quadro

compiendo quel travaso

con pudore e con luce,

rendendolo acquedotto luminoso.

Niente, neanche un commento !

File apri,

file chiudi,

file salva.

Quello che avanza lo dispongo in cestino

per un’ultima sosta prima di uscire all’orizzonte

e morire in memoria.

.

Solitudine

Sono stanco pur non facendo nulla

e per compagnia solo la mia

che mi rende ancor più triste.

La noia mi resta accanto,

il mondo è lì a far rumore

di certo non mi aspetta,

la mente perde colpi, non ricorda,

e con la vita si dissolve.

Tra poco arriva il sessantesimo

non so neanche come riesco

a trascinarmi ancora

nel mucchio confuso,

in angusto spazio

infinità finita

che veglia con me.

Lo spettro assale

la maschera si camuffa

in duro ghigno

impenetrabile all’amore.

Ci vorrebbe Dio…

Mostra altro

L’impeachment di Napolitano? Bocciato senz’appello

11 Febbraio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

 L’impeachment di Napolitano? Bocciato senz’appello

Non so se il Comitato parlamentare per la messa in stato d'accusa di Napolitano abbia fatto bene oppure no. La richiesta di impeachment promossa da Grillo è stata archiviata. L'istanza è stata ritenuta "manifestamente infondata" con 28 sì. Per l'archiviazione hanno votato Pd, Ncd, Sel, Scelta Civica, Popolari per l'Italia e Socialisti. Contro i 5 stelle. Forza Italia, invece, non ha partecipato al voto.

"Siamo proprio una gabbia di matti". E’ il commento di Romano Prodi a chi gli chiede un giudizio in merito alle polemiche scaturite dal libro di Alan Friedman sul capo dello Stato e i suoi incontri con Mario Monti nell'estate del 2011.

Prodi sottolinea di avere incontrato Monti di avere avuto un colloquio con lui e di avere pronunciato : “ Mario, non puoi far nulla per diventare presidente del Consiglio, se te lo offrono non puoi dire di no per cui una persona più felice di te non ci può essere al mondo”. Afferma anche che :” nel corso di quel colloquio non ci fu alcun riferimento al presidente Napolitano".

Per Grillo invece : "Napolitano è il problema da rimuovere". E' questo un nuovo post sul suo blog, intitolato #napolitanoavita dove accusa anche Forza Italia di avere il “coraggio dei conigli" essendo i parlamentari usciti dall'aula per non votare.

Mostra altro

Cara Anna Finocchiaro, non smetterai mai di stupire

9 Febbraio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

Cara Anna Finocchiaro, non smetterai mai di stupire

.

Mostra altro

Clic CINA - Curiosità

9 Febbraio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #CURIOSITA'

Clic CINA - Curiosità

Vi comprate un alloggio al secondo piano di un palazzo di Shanghai. Siete tutti contenti della vista sulla città, finché un bel giorno arrivano ruspe e operai e cominciano a costruire una strada sopraelevata. Quando è finita, questo è il risultato. Vantaggio? Se avete un collega d’ufficio che passa a prendervi in macchina, potete uscire di casa direttamente dalla finestra del salotto.

Cosa non si può pensare di trasportare in Cina con una bicicletta ed un carretto? Un travone triangolare tipo da tetto, che a occhio e croce sarà lungo almeno 10 metri e pesante qualche quintale? No, dai, quello ce la facciamo ancora a caricarlo. Notate la perla di dettaglio: siccome impicciava, la bici l’hanno legata sulla punta della trave, così rimane a vista e nessuno tenta di fregarsela. Il baricentro del trasporto eccezionale è ingegneristicamente imperniato sul carrettino, e il tutto è trainato, un duro passo dopo l’altro, da un singolo ricurvo ometto in maglietta e infradito. Siamo a Xiamen, nel Fujian, ma potrebbe essere ovunque.

Cosa non si può pensare di trasportare in Cina con una bicicletta ed un carretto? Un travone triangolare tipo da tetto, che a occhio e croce sarà lungo almeno 10 metri e pesante qualche quintale? No, dai, quello ce la facciamo ancora a caricarlo. Notate la perla di dettaglio: siccome impicciava, la bici l’hanno legata sulla punta della trave, così rimane a vista e nessuno tenta di fregarsela. Il baricentro del trasporto eccezionale è ingegneristicamente imperniato sul carrettino, e il tutto è trainato, un duro passo dopo l’altro, da un singolo ricurvo ometto in maglietta e infradito. Siamo a Xiamen, nel Fujian, ma potrebbe essere ovunque.

Mostra altro

Nuovi schieramenti politici in vista di nuove elezioni politiche in Italia

9 Febbraio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

Nuovi schieramenti politici in vista di nuove elezioni politiche in Italia

Nelle ultime elezioni politiche (24-25 febbraio 2013) , la coalizione Italia Bene Comune era composta da:

  • Partito Democratico
  • Sinistra Ecologia Libertà
  • Centro Democratico
  • Partito Socialista Italiano
  • Moderati
  • Il Megafono
  • Lista Crocetta
  • Südtiroler Volkspartei
  • Verdi-Grüne-Vërc
  • Per la Valle d'Aosta
  • Autonomie Liberté Démocratie.

Liste non coalizzate

[ Discorso a parte per MoVimento 5 Stelle]

Alle prossime elezioni, con chi si schiereranno gli altri partiti ( in grassetto quelli più conosciuti che mi sembrano di sinistra) ? E cioè :

  • CasaPound Italia, avente come leader Simone Di Stefano
  • Civiltà Rurale Sviluppo, avente come leader Enzo Bosio
  • Comunità Lucana,avente come leader Michele Somma
  • Costruire Democrazia,avente come leader Massimo Romano
  • Democrazia Atea, avente come leader Carla Corsetti
  • Die Freiheitlichen, avente come leader Ulli Mair
  • Donne per l'Italia, avente come leader Maria Cristina Sandrin
  • Fare per Fermare il Declino, avente come leader Oscar Giannino
  • Fiamma Tricolore, avente come leader Luca Romagnoli
  • Forza Nuova, avente come leader Roberto Fiore
  • Indipendenza per la Sardegna, avente come leader Pietro Murru
  • Indipendenza Veneta, avente come leader Lodovico Pizzati
  • Insieme per gli Italiani
  • Io Amo l'Italia, avente come leader Magdi Cristiano Allam
  • I Pirati, avente come leader Marco Marsili
  • Italiani per la Libertà
  • La Base, avente come leader Efisio Arbau
  • L'Alto Adige nel Cuore , avente come leader Alessandro Urzì
  • Liberali per l'Italia - PLI, avente come leader Renata Jannuzzi
  • Liga Veneta Repubblica, avente come leader Fabrizio Comencini
  • Lista Amnistia Giustizia Libertà, avente come leader Marco Pannella
  • Movimento Eudonna, avente come leader Giovanna Sorbelli
  • Movimento Naturalista Italiano, avente come leader Gabriele Nappi
  • Partito Pensiero Azione, avente come leader Antonio Piarulli
  • Movimento Progetto Italia - Movimento Italiano Disabili, avente come leader Marina Petrini
  • Staminali d'Italia, avente come leader Erika Graci
  • Movimentu Europeu Rinaschida Sarda, avente come leader Salvatore Meloni
  • Nation Val d'Outa
  • Partito Comunista
  • Partito Comunista dei Lavoratori, avente come leader Marco Ferrando
  • Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista, avente come leader Domenico Savio
  • Partito del Sud - Meridionalisti Unitari, avente come leader Andrea Balia
  • Partito di Alternativa Comunista, avente come leader Adriano Lotito
  • Partito d'Azione per lo Sviluppo, avente come leader Alfonso Luigi Marra
  • Partito per Tutti - Partei für Alle , avente come leader Oscar Ferrari
  • Partito Repubblicano Italiano, avente come leader Franco Torchia
  • Partito Sardo d'Azione, avente come leader Giovanni Angelo Colli
  • Popolari Uniti, avente come leader Antonio Potenza
  • Progetto Nazionale, avente come leader Piero Puschiavo
  • Rialzati Abruzzo! - Abruzzo Futuro, avente come leader Carlo Masci
  • Rifondazione Missina Italiana, avente come leader Raffaele Bruno
  • Riformisti Italiani, avente come leader Stefania Craxi
  • Rivoluzione Civile, avente come leader Antonio Ingroia
  • Tutti Insieme per l'Italia, avente come leader Antonio Corsi
  • Unione degli Italiani per il Sudamerica
  • Unione Padana, avente come leader Giulio Arrighini
  • Unione Popolare, avente come leader Maria Di Prato
  • Unione Sudamericana Emigrati Italiani
  • Union Valdôtaine Progressiste
  • Vallée d'Aoste
  • Veneto Stato, avente come leader Antonio Guadagnini
  • Voto di Protesta - Diritto alla Dignità, avente come leader Giuseppe Cirillo
Mostra altro
<< < 1 2 3 4 > >>