Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Changer l'Europe ensemble

16 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Changer l'Europe ensemble

Il presidente francese Hollande ha ricevuto Matteo Renzi, alla prima tappa di un tour che lo porterà a incontrare altri leader europei. «Un’altra Europa, questo è lo slogan. Siamo d’accordo per lavorare per la crescita e sostenere la domanda interna». Lo dice il presidente francese Francois Hollande, nella conferenza stampa congiunta con il premier Matteo Renzi all’Eliseo. “Changer l'Europe ensemble”. Gioco facile per Matteo Renzi parlare in francese. Più complicato sarà chiedere, in tedesco, un lavoro di squadra alla Merkel. Inizia in discesa il tour europeo del premier che, alla luce del vertice di sabato all’Eliseo, può contare su un compagno di viaggio, e di famiglia politica, come Francois Hollande. Ma il vero banco di prova sarà lunedì quando Renzi incontrerà la Cancelliera tedesca ed è a lei che illustrerà il suo piano di riforme, che già il portavoce Steffen Seibert ha definito “ambizioso”.

Mostra altro

Buonanotte con tre risate

15 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #CURIOSITA'

Buonanotte con tre risate
Buonanotte con tre risate
Buonanotte con tre risate
Mostra altro

Lele Mora vo cumprà

15 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS

Lele Mora vo cumprà

Lele Mora è stato fotografato al mercato di piazzale Cuoco a Milano. Nelle immagini si vede l'ex agente dei divi intento nella vendita di abiti usati per la comunità Exodus di don Antonio Mazzi. L'attività fa parte del programma di affidamento ai servizi sociali dopo la condanna per bancarotta

Mostra altro

A Don Mazzi forse servono i soldi di Berlusconi

15 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS

 A Don Mazzi forse servono i soldi di Berlusconi

Mai perdono a chi ha condannato Berlusconi

A Don Mazzi forse servono i soldi di Berlusconi (ndr)

Mai perdono a chi ha condannato Berlusconi. È venuto il momento in cui tutti coloro che hanno giudicato Berlusconi si facciano un serio esame di coscienza su quello che ha fatto. Sarei capace di perdonare chi ammazza qualcuno se chiede il perdono, ma un magistrato che ha in mano un potere così forte e che lo usa solo per suo interesse, commette un peccato grave.” Lo ha dichiarato don Antonio Mazzi intervistato da Klaus Davi conduttore del programma KlasuCindicio in onda su You Tube.

”Secondo me - dice il prete - è stato perseguitato dai magistrati. È una magistratura che ha giocato sull’uomo, come anche in altri casi, diciamocelo”.

Poi Don Mazzi aggiunge: "Questa magistratura per certi versi la amo, per altri la critico. È venuto il momento in cui tutti coloro che hanno giudicato Berlusconi si facciano un serio esame di coscienza su quello che ha fatto. Mi riferisco a tutti i magistrati.

Alla domanda di Davi se i giudici abbiano commesso peccati contro Silvio, don Mazzi aggiunge: “Altroché, peccati imperdonabili. Sarei capace di perdonare chi ammazza qualcuno se chiede il perdono, ma un magistrato che ha in mano un potere così forte e che lo usa solo per suo interesse, commette un peccato grave. Non capisco perché si possano usare attenuanti nei riguardi di pedofili e assassini seriali, e poi ci si accanisca contro Berlusconi. O c’è una linea che al di là della giustizia capisce la storia di ogni uomo e cerca di interpretarla… Ma se la giustizia vale per se stessa, e davanti non ha più una storia o un uomo, ma soltanto una esecuzione fredda, mi spiace, ma io non ci sto”. “Lei perdonerebbe Berlusconi?”. “Certo” risponde il sacerdote “Non l’ho mai giudicato, anzi, io lo assolverei in cinque minuti".

Don Mazzi poi afferma: “Non vorrei la Pascale in comunità. Non per la persona, questo vale per tutte le coppie”. E aggiunge: “A Silvio farei fare gruppi di ascolto con i ragazzi. Credo che potrebbe dare e ricevere umanamente, e che potrebbe imparare, come anche insegnare ai ragazzi che hanno sofferenze immense. Farebbe bene ai ragazzi perché e un uomo di valore, e a loro farebbe sicuramente bene".

(www.huffingtonpost.it)

Mostra altro

Ora trionfa l’amore tra D’Alema e Renzi (per una poltrona di commissario europeo)

15 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Ora trionfa l’amore tra D’Alema e Renzi (per una poltrona di commissario europeo)

Rottamatori? Rottamati? Parole del passato. Oggi è pace fra Matteo Renzi e Massimo D’Alema, come ricostruisce Repubblica, secondo la quale addirittura per il massimone nazionale sarebbe in arrivo una bella poltrona.

COSA DICE REPUBBLICA - Ecco la ricostruzione del quotidiano:

D’Alema dal canto suo ha espresso negli ultimi giorni alcuni misurati apprezzamenti neiconfronti del premier: «Abbiamo opinioni diverse ma si può lavorare insieme per obiettivi condivisi ». E, ciliegina sul feeling, martedì sarà Renzi a presentare il libro di D’Alema “Non solo euro”. «Ci sentiamo spesso — aveva spiegato il presidente di Feps e di “Italianieuropei” — e il mio libro Matteo lo ha letto in bozze». Apprezza, D’Alema, l’adesione al Pse del Pd, dopo polemiche durate anni [...]

E la poltrona? E’ quella alla commissione europea:

Comunque a sostenere la candidatura di D’Alema alla commissione sono già alcuni renziani. Lorenzo Guerini, l’uomo a cui il segretario-premier ha affidato il partito, si limita a dire che «avrebbe tutte le carte in regola ». Ettore Rosato, renziano, lo sponsorizza: «Per un commissario Ue ci vuole autorevolezza, è il fattore indispensabile e di certo Massimo l’autorevolezza ce l’ha»

E l’amore trionfa.

(f. Giornalettismo)

Mostra altro

SIAMO CALABRESI, INTELLIGENZE ECCELLENTI, GUARDA COME SFONDIAMO

15 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #CALABRIA

SIAMO CALABRESI, INTELLIGENZE ECCELLENTI, GUARDA COME SFONDIAMO

L'eccellenza di Calabria in vetrina

Impossibile!

E' quello che penserebbe un visitatore del del sito della Personal Factory

Approfondendo la visita questa parola riemergerebbe continuamente.

Invece e' tutto vero!.

Francesco Tassone e' un genio calabrese dei nostri tempi, laurea a Trento, specializzazione a Valencia.

La sua idea imprenditoriale rappresentera' la prima operazione di venture capital della Calabria: il 4 dicembre 2009, infatti, i fondi Fondamenta Sgr (promosso da otto fondazioni bancarie e la Camera di commercio di Milano) e Vertis Sgr, di Napoli, hanno investito 1,3 milioni per rilevare il 40% di Personal factory srl di Simbario (un paesino di mille abitanti abbarbiccato sulle montagne vicine a Vibo Valentia) di proprietà di Francesco e del fratello Luigi, 24 anni.

Al centro di tutto e' la realizzazione di un sistema digitalizzato per la produzione di malte, che permette di ridurre un intero stabilimento alla dimensione di una macchina di due metri per due permettendo di trasformare i rivenditori di materiali edili in produttori diretti, riducendo, in questo modo, del 95% i trasporti di materiali e consentendo la personalizzazione della produzione sulla base delle esigenze del singolo cliente finale.

“I prodotti in polvere per l'edilizia sono composti per il 98% da cemento e materiale inerte”- sipega Francesco Tassone - “Noi ci concentriamo sulla vendita della macchina e del servizio, cioè quel 2% di chimica che rappresenta il know how dell'azienda, mentre il rivenditore acquista le sabbie e il cemento in loco». Questo sistema permette ai rivenditori-produttori di tagliare del 95% i costi dei trasporti, del 50% i costi del packaging e di avere una produzione just in time.

Nel 2007 il progetto dei fratelli Tassone viene selezionato per l'European venture contest, il più importante concorso per progetti innovativi in Europa. Un anno dopo la realizzazione del primo prototipo viene finanziata con i fondi europei per l'innovazione tecnologica. Adesso l'ingresso dei due fondi, che permetteranno di avviare in modo sistematico l'attività produttiva e commerciale.

I fratelli Tassone tengono a sottolineare, che hanno costruito la loro sede in uno dei paesi piu' piccoli della provincia di Vibo Valentia, senza usufruire di alcun finanziamento bancario.

Alla fine di febbraio e' arrivata la notizia che il progetto dei fratelli Tassone e' stato scelto per rappresentare l'Italia all'esposizione universale “Shangai 2010”, evento per il quale si prevedono 45 milioni di visitatori e per la cui realizzaizone sono stati investiti 70 miliardi di dollari; come facilmente immaginabile si tratta di una vetrine assolutamente prestigiosa capace di proporre il progetto dei fratelli Tassone ad un pubblico di dimensioni mondiali.

Genialita', voglia di fare, disponibilita' ad investire sulle proprie capacita' sono stati gli ingredienti della storia imprenditoriale dei fratelli Tassone, nonostante un contesto territoriale non propriamente favorevole alla nascita di idee imprenditoriali di successo.

La Calabria possiede tutte le potenzialita' per lanciarsi, da protagonista, in una nuova epoca di sviluppo e prosperita'. Speriamo ci siano le strategie politiche e le volonta' aedguate perche' tutto il potenziale possa tradursi in una nuova realta' tutta da scoprire e da scrivere.

(FONTE :

Mostra altro

NUOVA STANGATA DI RENZI SULLE PENSIONI

15 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

NUOVA STANGATA DI RENZI SULLE PENSIONI

Paolo Baretta, sottosegretario all’Economia in una intervista ad Agorà su Rai3 : "Si può pensare di chiedere un contributo ai pensionati con un reddito da pensione oltre i 3.000 euro. Intorno ai 3.000 euro o a una cifra che consenta un buon livello di vita penso che possa essere chiesto, a crescere, un contributo di solidarietà. Però non si tratta di discutere sui 3.000, 3.100 o 2.500 euro, ma piuttosto su pensioni molto alte, francamente troppo alte, alle quali è opportuno chiedere in questo momento un contributo per affrontare la situazione difficile che abbiamo. I limiti vanno rispettati da tutti: se aumentiamo la tassazione sulle rendite finanziarie, occupiamoci anche delle pensioni che davvero creano disagio collettivo".

E la Camasso giustamente tuona :

"Abbiamo sempre detto che le pensioni d’oro potevano essere un bacino possibile di richiesta di contributo e continuiamo a sostenerlo ma è fondamentale dove si pone l’asticella e metterla su pensioni da 2.500 o 3000 euro è troppo bassa. È giusta l’idea ma l’asticella deve indicare una equità sociale",

Al coro in difesa dei pensionati si aggiunge Carla Cantone:

"Basta con il valzer delle cifre sulle pensioni a cui chiedere un contributo. Agitarle parlando di questa o di quella soglia a mezzo stampa non fa altro che aumentare il senso d’ansia e di indignazione dei pensionati".

Sarebbero circa 800mila il numero delle persone potenzialmente coinvolte per le pensioni di 2886 euro lordi al mese secondo il Sole n24 ore

Poi la marcia indietro anti ansia del sottosegretario Baretta :

"Vale quello che ha detto ieri Renzi che ha escluso qualsiasi ipotesi di prelievo sulle pensioni, la mia opinione , come ho già sostenuto, è che si possa chiedere un contributo alle pensioni alte. Ma prima di decidere soglie bisogna fare un’analisi sociologica molto più articolata della situazione in termini di welfare, aspettative di vita e bisogni degli anziani. Dunque non abbiamo al momento nessun intervento in cantiere".

Mostra altro

Luxuria attacca la Mussolini su twitter

15 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

 Luxuria attacca la Mussolini su twitter

Il caso delle baby squillo dei Parioli continua a far discutere. Soprattutto dopo che tra gli indagati risulta il nome di Mauro Floriani, marito di Alessandra Mussolini è scoppiata una vera e propria bufera sulla testa dell'azzurra. Polemiche, commenti al veleno e bordate su twitter. Il bersaglio è la Mussolini. Lei, che ha affermato tra le lacrime di avere una "vita distrutta", per le vicende del marito, ora è nel mirino di Vladimir Luxuria. L'ex parlamentare di Sel no ha dimenticato le parole della Mussolini che qualche anno fa le disse "meglio fascista che fr...". Così ora passa al contrattacco e su twitter spara: "Non mi piace infierire su un dramma in famiglia ma la vicenda Mussolini insegna che prima di giudicare gli altri è meglio guardarsi attorno" (f. Libero.it)

Mostra altro

Alessandra Mussolini massacrata dalla rete

14 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS

A dragare un po’ la rete si trovano gli insulti alla Mussolini, ma anche tanti tweet di solidarietà. Insomma, i social network sono stati usati come piattaforma sia per insultare sia per esprimere vicinanza a una donna che sta vivendo un momento difficile, al di là della simpatia o dell’antipatia che può ispirare.

C’è da dire una cosa, però: se Maria Giovanna Maglie si stupisce per il deplorevole linguaggio della rete, come si è sentita nelle varie occasioni in cui la Mussolini, con la rapidità e la violenza di uno dei suoi tanti tweet, si è rivolta a qualcuno e per giunta pubblicamente?

Ad esempio : “Nel 2006, durante una puntata di Porta a Porta a cui era presente Vladimir Luxuria, Alessandra Mussolini disse: “Si veste da donna e crede di poter dire tutto quello che vuole… meglio fascista che frocio“.

 

Chi semina vento raccoglie tempesta.

Alessandra Mussolini massacrata  dalla rete
Alessandra Mussolini massacrata  dalla rete
Mostra altro

Se non arrivano i soldi entro maggio sono un buffone. E siamo già a giugno

14 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

Se non arrivano i soldi entro maggio sono un buffone. E siamo già a giugno

(di Caranas)

Sono proprio dei dilettanti che non sanno neanche lavorare i squadra. E il capitano si chiama Renzi il parolaio.

“Prelevi sulle pensioni sotto i 2-3 mila euro? Lo escludo”. Matteo Renzi nel salotto di Porta a Porta respingeva al mittente ogni possibile velleità contenuta nel piano di spending review targato Cottarelli. E collezionava così una nuova brutta figura avendo sostenuto prima con slide esattamente il contrario.

Ora ci risiamo. Il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta oggi ad Agorà ha fatto capire che chi prende un assegno pensionistico sopra i tre mila euro lordi potrebbe vedersi costretto a versare un contributo. E sono oltre ottocentomila italiani in pensione che ben presto potrebbero vedersi costretti a dare un contributo per coprire il taglio fiscale proposto da Renzi. Nemmeno Berlusconi era riuscito in tanto ! Va be’ abbiamo capito ! Questo è soli il premier degli annunci che presto si vedrà costretto a vendere pentole. Aridatece Bersani!

Mostra altro
<< < 1 2 3 4 5 6 7 > >>