Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Camusso lancia la sfida all'esecutivo

6 Maggio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Camusso lancia la sfida all'esecutivo

Susanna Camusso apre a Rimini il XVII Congresso nazionale della Cgil accusando Matteo Renzi e il suo governo di distorcere la democrazia escludendo con un atteggiamento di autosufficienza la partecipazione della rappresentanza sociale nel momento in cui si decide come cambiare il Paese e le regole del lavoro. E per cambiare il Paese, Camusso lancia la sfida all'esecutivo su quattro tavoli: pensioni, ammortizzatori sociali, lavoro povero e lotta all'evasione. Rispondendo così anche all'invito del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che nel suo messaggio alla Cgil esorta il sindacato ad elaborare "proposte innovative e sostenibili per contribuire al superamento di una così lunga crisi". A Camusso replica il ministro del Lavoro Giuliano Poletti: "Il governo ascolta tutti ma poi decide".

Mostra altro

Genny 'a carogna faceva (e fa) paura agli stessi ultras più scalmanati.

6 Maggio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #CRONACA

Genny 'a carogna faceva (e fa) paura agli stessi ultras più scalmanati.


I fatti di sabato sera l'hanno solo fatto conoscere al grande pubblico regalandogli visibilità planetaria. Un po' come Daniele De Santis, il tifoso romanista arrestato per tentato omicidio: sarebbe stato lui, secondo gli accertamenti della Digos della Capitale, a premere il grilletto contro un gruppetto di tifosi azzurri, in via Tor di Quinto, dopo averli provocati con un lancio di fumogeni ferendone uno in modo gravissimo. De Santis è uno dei «malacarne» delle gradinate: nella curva Sud dell'Olimpico era noto col soprannome di «Gastone». Tifosissimo della «Magica», nel 2004, insieme ad altri supporters giallorossi invase il campo per intimare a capitan Totti di sospendere il derby perché si era sparsa la voce (falsa) della morte di un bimbo investito dalla camionetta della polizia.

Mostra altro

Ugnano (Firenze) : Nuda e crocifissa sotto il cavalcavia

6 Maggio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #CRONACA

Ugnano (Firenze) : Nuda e crocifissa sotto il cavalcavia

Secondo gli inquirenti non si tratta di simbolismo ma forse di “punizione”.

In foto il luogo del ritrovamento del cadavere

Potrebbe essere un maniaco quello che ha ucciso e crocifisso una 25enne originaria della Romania in via Cimitero di Ugnano a Firenze, una stradina sterrata vicina all’Arno sotto un cavalcavia della A1 al confine con Scandicci. La giovane era nuda, inginocchiata e con le braccia allargate bloccate con nastro adesivo ad una sbarra come in una sorta di crocifissione.

Ancora mistero sulle cause del decesso

Ad un primo esame del medico legale non presenta segni di violenza. C’è però un testimone che intorno alle 23.30 di domenica ha sentito dei lamenti, ma non ha chiamato le forze dell’ordine perché convinto «che si trattasse di un animale». La zona è utilizzata per incontri a pagamento, ma la donna uccisa non aveva precedenti per prostituzione. Gli inquirenti seguono la pista di un maniaco e l’inchiesta è coordinata dal pm Paolo Canessa, lo stesso magistrato che si è occupato in passato dei delitti del “mostro di Firenze”, che colpì proprio nella zona di Scandicci.

Il precedente nello stesso luogo

Un anno fa, sempre in via Cimitero di Ugnano, era capitato un caso analogo. Era il 28 marzo 2013. In quel caso la donna, una prostituta italiana di 46 anni, con le sue urla aveva richiamato l’attenzione di alcune persone del luogo che avevano dato l’allarme. Ai carabinieri, che la trovarono nuda e con le braccia legate con dei nastri ad una transenna, raccontò che un cliente l’aveva immobilizzata, violentata e rapinata. Gli investigatori stanno verificando eventuali legami tra i due episodi, ma smentiscono le voci su un possibile serial killer.

(metro)

Mostra altro

Quegli 80 euro che rincretiniscono gli italiani in periodo elettorale

6 Maggio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Quegli 80 euro che rincretiniscono gli italiani in periodo elettorale

Ma... ci facciamo o ci siamo ?

clicca sulla vignetta per ingrandire

di Caranas

Non se ne può più di questi 80 euro! Non si capisce più niente e devo proprio confessare che con questa somma ci puoi si e no comprare un toner che dovrà servire agli insegnanti delle scuole primarie per fare in proprio le fotocopie per gli scolari , visto che molti presidi vietano di rivolgersi ai genitori (non così invece per la carta igienica!).

Con questa discussione sugli 80, ci stiamo rincretinendo e, la fregatura c'è, altroché, non capisco infatti perché se un dipendente supera di 25 € il tetto lordo imposto da Renzi, debba rinunciare all'introito sbandierato in tutto lo Stivale. Altro sarebbe rivedere l'incremento dei contratti stipendiali ormai fermi da 5 anni e più.

Il punto non è se gli 80 euro fanno comodo a chi li prende, né se sono pochi o tanti. E' che è una ennesima presa per i fondelli , semplice propaganda elettorale. Prodi per entrare nell'euro promise, ma restituì solo l'80% della cifra una tantum chiesta agli italiani. E Renzi ha imparato bene come agire. La spoliazione dei ceti medio-bassi a favore di redditi alti ed altissimi dei potenti sulla piramide continua nonostante i suoi 30 anni di storia.

Gli 80 euro non sono un catz ! L'epoca dei banchieri, di Reagan, della Thatcher e della Merkel non è finita.

Mostra altro

NEW FUSCALDO FOTO 2013

4 Maggio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #FUSCALDO

NEW FUSCALDO FOTO 2013

ALCUNE FOTO RECENTI TRATTE DAL WEB (AGLI AUTORI I MIEI RINGRAZIAMENTI)

clicca sul link che segue

http://foranastasis.over-blog.it/2014/05/new-fuscaldo-foto-2013.html

Mostra altro

RISCHIARE LA VITA PER VEDERE UNA PARTITA

4 Maggio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

RISCHIARE LA VITA PER VEDERE UNA PARTITA

«Si è trattato di un vero agguato - dice uno degli zii - Mio nipote è una persona onesta, lavora in un autolavaggio a Scampia, un'attività del tutto in regola. Lui è arrivato a Roma con altri tifosi a bordo di due auto. Dopo aver parcheggiato sono scesi per andare allo stadio quando sono stati aggrediti da quest'uomo armato, che sembrava un naziskin. Aveva anche un tatuaggio con la scritta "Spqr". Noi - aggiunge lo zio - siamo gente onesta. Io sono un ex sindacalista della Cgil e lui è il presidente dei ragazzi del muretto ed ex consigliere dei Democratici di sinistra. Ciro non ha niente a che fare con questi delinquenti. Però vogliamo precisare una cosa - concludono Francesco e Giuseppe Esposito - per amore della verità. Proprio questo Genny ' a carogna è stato il primo a dare soccorso a Ciro».

Mostra altro

Ecco come gli egiziani costruirono le Piramidi

2 Maggio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #CURIOSITA'

Ecco come gli egiziani costruirono le Piramidi

Per trasportare i pesantissimi blocchi di pietra, gli egizi non usavano nient’altro che la sabbia bagnata. Uno studio sull’attrito effettuato dalla Fom - Fondazione per la ricerca fondamentale sulla materia - dell’Università di Amsterdam sulla frizione, ha infatti dimostrato in modo sperimentale che questo viene sostanzialmente ridotto dall’aggiunta di un po’ - non troppa - acqua. In pratica, l’interazione tra l’acqua e la sabbia (capillarità) aumenta il modulo di scorrimento della sabbia e facilita lo scorrimento.

La sabbia asciutta, a fronte del traino dei pesi, non solo provoca attrito, ma si accumula davanti al mezzo. Una sabbia troppo bagnata risulterebbe, invece, con un modulo di scorrimento troppo diminuito facendo così aumentare il coefficiente di frizione. Questo per la formazione di “ponti capillari”, cioè gocce microscopiche che favoriscono i legami tra i granelli di sabbia.

Una slitta con un peso trascinata sulla sabbia asciutta - a sinistra - vede accumularsi una pila davanti. Questo non capita con la sabbia inumidita Una slitta con un peso trascinata sulla sabbia asciutta - a sinistra - vede accumularsi una pila davanti. Questo non capita con la sabbia inumidita

Il dipinto della tomba di Djehutihotep: sul davanti della statua si vede un uomo che pare versare acqua sul percorso

Ecco come gli egiziani costruirono le Piramidi
Mostra altro

Crocifissi due uomini in Siria

2 Maggio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Crocifissi due uomini in Siria

Le crocifissioni pubbliche sono per lo più un cerimoniale rituali che alcune comunità cristiane mettono in atto in scena come parte del loro rispetto per la Pasqua, ma in Siria la cosa diventa reale.

Due uomini sarebbero stati crocifissi in Raqqa martedì scorso.Due cada- veri insanguinati visualizzati al centro della città controllata da fazioni islamiste della Siria.

Tra le forme di macellazione che sono diventati comuni nella guerra civile in Siria, la crocifissione potrebbe essere più brutale di bombe a botte o attacchi di gas sarin. La rinascita di un'antica forma di tortura è un segno di come è la vita sotto il dominio di una delle potenti fazioni islamiste della Siria. Ed è un'indicazione che, nonostante anni di strette di mano pacifiche per la Siria, essa continua a precipitare in nuove profondità degli abissi.

Sopra la foto di un corpo crocifisso e il messaggio su un account Twitter jihadista recita : "Abbiamo appena giustiziato sette spie che cercavano di piazzare bombe su vetture “. L'autore del messaggio sarebbe un membro dello Stato Islamico in Iraq che dovrebbe far parte di un gruppo islamico ash-Sham (ISIS), che è stato ripudiato da al Qaeda nei primi mesi del 2014.

Crocifissi due uomini in Siria
Mostra altro

PRIMO MAGGIO : FESTA DEI DISOCCUPATI

1 Maggio 2014 , Scritto da CARANAS

PRIMO MAGGIO : FESTA  DEI DISOCCUPATI

...

Mostra altro

L'inizio di un esodo : Venti parlamentari SEL pronti a passare nel PD

1 Maggio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

L'inizio di un esodo : Venti parlamentari SEL pronti a passare nel PD


Il partito di Vendola non vuole più essere partito di opposizione e il dialogo con Matteo Renzi è stato già avviato. Tra pochi giorni si trasferiranno nel PD i dissidenti di Sel che sono intenzionati a votare per Renzi e il decreto degli 80 euro.

Il provvedimento è approdato ieri in Senato. “Sarà guerra”, dice un parlamentare che preferisce mantenere l’anonimato, “perché la direzione di Sel non è ancora convinta se votare a favore. Noi invece – e siamo una ventina – vogliamo sostenere questo provvedimento con il nostro voto”. Non si tratta di una “semplice” spaccatura. È l’inizio di un esodo. E c’è chi azzarda l’ipotesi di una drammatica accelerazione. “Siamo pronti a passare nel Pd. Le trattative sono in corso. Anche prima delle elezioni europee, se necessario .

Mostra altro
<< < 1 2 3 4