Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Anastasia Romanova

29 Agosto 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #CURIOSITA'

Anastasia Romanova

Quello della sorte toccata ad Anastasija Romanova (1901-1918), italianizzata in Anastasia, quarta figlia femmina diNicola II e della zarina Alessandra, ha rappresentato uno dei più grandi misteri del XX secolo, poiché furono in molti a ritenere che la giovane donna, non si sa bene con quale stratagemma, si fosse salvata dall’eccidio che nella notte tra il17 e il 18 Luglio 1918 aveva sterminato la sua famiglia.

Difficile, quasi impossibile credere che qualcuno potesse essere riuscito a scampare alla cieca furia omicida deibolscevichi, ma si pensò, come ipotesi più plausibile, che i gioielli cuciti all’interno del corpetto del vestito con l’intento di impedirne il furto, avessero costituito uno scudo impenetrabile contro la pioggia di proiettili lanciata sui Romanov; un qualcuno non meglio identificato, in seguito, avrebbe definitivamente portato in salvo la ragazza.


Cosa successe realmente, dunque, alla vera Anastasia?Per decenni il dubbio venne alimentato dalla mancata conoscenza del luogo di sepoltura della famiglia imperiale e dalla comparsa di diverse donne che asserirono di essere la granduchessa; una di esse, taleAnna Anderson, riuscì per diverso tempo a far parlare di sé e a riempire le pagine dei giornali dell’epoca, finché non si accertò che si trattava in realtà di una polacca fuggita da un ospedale psichiatrico tedesco.

Con il crollo dell’Unione Sovietica nel 1991, venne meno anche il segreto sui resti dei Romanov, ritrovati nei pressi di Ekaterinburg, dove Lenin aveva voluto che venissero gettati; le analisi effettuate ne confermarono l’identità, ma si appurò che due corpi mancavano completamente all’appello, quelli di Marija e del piccoloAleksej, appena tredicenne al momento dell’esecuzione.

Quest’ultimo dubbio si dissolse nel 2008, quando i corpi dei due sfortunati giovani furono rinvenuti in un posto poco distante da quello in cui erano stati rozzamente sepolti quelli dei familiari.

Alla luce di quanto scoperto quindi, oggi si sa con certezza che la bella ed innocente Anastasia fu travolta dal medesimo tragico destino dei suoi consanguinei; nel Luglio del 1918, quando venne uccisa, aveva appena diciassette anni (Foto da: wikipedia.org).

da : pilloledistoria .it

Mostra altro

Basta ! Non mangerò più pollo

29 Agosto 2015 , Scritto da CARANAS

Guarda con attenzione il video

Mostra altro

QUADERNI FUSCALDESI

29 Agosto 2015 , Scritto da CARANAS

QUADERNI FUSCALDESI

Ecco l'anteprima del mio nuovo libro su Fuscaldo : QUADERNI FUSCALDESI

Ci sono fatti, comportamenti che ti colpiscono e ti portano a interrogarti su una realtà spesso in contrasto con i valori in cui credi. Ci sono occasioni in cui senti il bisogno di confidare i pensieri alla carta sempre comprensiva, sensibile, autenticamente disponibile.
La magia dei ricordi che si affollano e si sovrappongono alle nitide immagini del presente, genera musica in colonna sonora lungo il filo di parole e d’impressioni che rivivono la fanciullezza trascorsa tra le secolari ed immutate pietre fuscaldesi, ancor fuse nelle ricordanze di immagini e di cose, mentre duole non poter far nulla per costruire un futuro ridando antiche glorie al paesello.
Mostra altro

E vabbe' , ricominciamo con una vignetta

24 Agosto 2015 , Scritto da CARANAS

E vabbe' , ricominciamo con una vignetta

Una vignetta in prestito del maestro PV.

Come state ? Tutto bene? Finite le vacanze? Aiaiaiiiiiiii !

Mostra altro

Veramente sorprendente l’attualità del pensiero di Berlinguer

11 Agosto 2015 , Scritto da CARANAS

Veramente sorprendente l’attualità del pensiero di Berlinguer

Oggi , come già nel 1984, si accende la discussione politica sul monocameralismo e la conseguente trasformazione del Senato in Senato dei territori. In quell’anno protagonisti del dibattito su governabilità e decisionismo, erano Bettino Craxi ed Enrico Berlinguer. Sembrerà strano ma alcune dichiarazioni del capo della sinistra d’allora, risultano oggi più che mai attuali, proviamo a rileggerle consci che Berlinguer non negò mai il ‘problema’ della governabilità : “Una democrazia che sia efficiente è un problema vero – dichiarava Berlinguer – . E noi lo abbiamo tanto tempestivamente percepito che siamo gli autori della proposta più radicale di riforma istituzionale: passaggio al monocameralismo, drastica riduzione del numero di parlamentari, quella che viene chiamata “delegificazione” e cioè il riservare al parlamento nazionale le grandi scelte legislative lasciando agli altri poteri democratici dello Stato, in particolare alle Autonomie Locali e alle Regioni, gli interventi. Perché questa nostra proposta è stata respinta da tutti? Noto una singolare contraddizione tra questo rifiuto e tutto ciò che si va dicendo sulla necessità di decidere rapidamente.”

Veramente sorprendente l’attualità del pensiero di Berlinguer.

Mostra altro