Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

PUBBLICITA' ABUSIVA SUL MIO BLOG

13 Settembre 2015 , Scritto da CARANAS

CARI AMICI, PURTROPPO NON SONO IN GRADO DI ELIMINARE QUESTI ANNUNCI CHE COMPAIONO SULLA PAGINA DEL MIO BLOG. SONO ANNUNCI PER I QUALI NON HO MAI ESPRESSO ALCUNA AUTORIZZAZIONE. HO SEGNALATO LA COSA ALLA OVER, PIATTAFORMA CHE MI OSPITA , MA NON E' SUCCESSO NULLA. I CAMBIAMENTI E LA RECENTE FUSIONE DELLA OVER, NON MI PERMETTONO PIU' DI GESTIRMI LA HOME PAGE COME VOGLIO E NON RIESCO A TROVARE IL MODO DI ELIMINARE QUESTI FASTIDIOSISSIMI ANNUNCI NON ATTINENTI AL TEMA PER LO PIU' POLITICO DEL BLOG.

SE QUALCUNO SA DARMI UNA DRITTA, LO FACCIA TRAMITE I COMMENTI (VEDI SOTTO- CLICCA SU LEGGI I COMMENTI). GRAZIE, CARANAS

Mostra altro

Sondaggi politici: La lega di Salvini non cresce più da giugno scorso

13 Settembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Sondaggi politici: La lega di Salvini non cresce più da giugno scorso

[clicca sulla foto per ingrandire]

Gli ultimi sondaggi politici rivelano che la Lega Nord non cresce più da giugno mentre il M5S ha guadagna 6 punti in sei mesi. Il Pd da marzo ne ha persi 5.

Nella foto i dati sulle intenzioni di voto elaborati da quegli istituti demoscopici che costantemente monitorano l’umore e le simpatie dell’elettorato.

E’ sicuramente la questione migranti che non favorisce più da mesi l’ascesa del partito lepenista di Salvini, che era cresciuto sì ma anche per l’assenza di Berlusconi dalla scena poilitica. Evidentemente molti italiani si sono seccati a vedere le felpe del leader del Carroccio.

La Lega Nord si conferma oltre il 15%. Nel dettaglio il partito di Salvini viene segnalato in media al 15,6% dei consensi, pochi decimi in più del 15,3% di media dei sondaggi realizzati tra il 30 maggio e il 9 giugno dagli stessi istituti (con l’aggiunta di Ipsos).

Livello bassissimo invece per Forza Italia che alle Europee del 2014 non era andata oltre il 16,8%. Gli azzurri si fermano oggi poco oltre l’11% dei voti.

Molto positivi i segnali per il Movimento 5 Stelle, che recupera ancora terreno sul Partito Democratico. Il Pd oscilla intorno al 33% (si muove nei sondaggi tra il 31,2 e il 33,4%), ma ha perso 2 punti dal dopo Regionali e ben 5 punti negli ultimi sei mesi. I pentastellati stanno percorrendo una via opposta. Dal 18,2% di media rilevati dai sondaggi di fine febbraio e inizio marzo sono giunti ora al 24,5%, riuscendo a recuperare ben 6 punti percentuali.

Un’ipotetico schieramento di centrodestra composto da Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia non supererebbe oggi il Pd. La somma del consenso dei partiti di Berlusconi, Salvini e Giorgia Meloni è infatti superiore ai voti dei Democratici in un solo sondaggio su sette.

Ndc, Alfano ai dissidenti: «Chi vuole andare vada, noi con il governo per le riforme» . Con un partito quasi imploso alle spalle, il ministro dell'Interno striglia chi è tentato dal "no" al Ddl Boschi: «Andiamo avanti con il nostro progetto per dare voce ai moderati italiani»

Altro che "rischio regime". Il Cav si "rifugia" per cinque giorni dall'amico e presidente russo, per dimenticare grane politiche e giudiziarie.

Mostra altro
Mostra altro

Dissesto economico a Fuscaldo, il Consiglio di Stato respinge l'appello di D.Gravina dando ragione a G.Ramundo

10 Settembre 2015 , Scritto da CARANAS

"La querelle che è stata sottoposta al vaglio dei due organi giudicanti (Tar e Consiglio di Stato), con questa ultima sentenza, mette una pietra tombale su uno squallido balletto che si è consumato, negli anni scorsi, sull'esistenza, o meno, del dissesto economico finanziario del Comune. Eravamo certi del risultato conseguito, per aver avuto la consapevolezza di aver interpretato atti e procedure nel modo più corretto, nel rispetto costante della trasparenza amministrativa, che ha rappresentato sempre e comunque il riferimento principe dell'amministrazione presieduta dal nostro primo cittadino, Gianfranco Ramundo. Oggi, chi ha responsabilità si metta l'anima in pace e la smetta di prendere in giro i cittadini ed anche se stessi. Da parte nostra, non abbiamo nulla da festeggiare. Amministrare un paese in dissesto non é facile ma, é evidente, che il risanamento dovrà continuare, anche per rispettare tutta la nostra comunità, costretta a subire spettacoli indegni e costretta a pagare le conseguenza di una pessima gestione dell'ente e delle risorse pubbliche, da parte di chi, in questi anni, ha persino tentato di vestire i panni della persona offesa. Ma il tempo si é rivelato galantuomo".

Per quel che concerne, infine, la sentenza del Consiglio di Stato (abbastanza precisa e molto illuminante), riprendiamo le ultime righe della stessa, che, "in sede giurisdizionale", oltre che a "respingere l'appello presentato da Davide Gravina, Settimio Trotta, Nicola Cariolo ed Ercole Petrone, condanna, gli stessi, al rimborso, al Comune di Fuscaldo, delle spese processuali".

Una vicenda che, per più di quattro anni, ha tenuto banco tra la cittadinanza, spesso confusa ed incapace di comprendere ciò che, ora, invece, è evidente e limpido.

fonte : Fuscaldo Notizie

Mostra altro

FUSCALDO : dissesto appaiono altri debiti

10 Settembre 2015 , Scritto da CARANAS

FUSCALDO : dissesto appaiono altri debiti

Un fulmine a ciel sereno arriva dall’Organo straordinario di liquidazione, che sta gestendo la fase di dissesto finanziario del Comune di Fuscaldo.

Attraverso la delibera numero 8 del 27 luglio scorso, l’Osl ha infatti integrato una serie di nuovi debiti, a seguito di accertamenti su partite debitorie. In sostanza, i debiti lasciati in eredità dalla passata amministrazione guidata dall’ex sindaco ed attuale Presidente del Consorzio di bonifica integrale dei bacini del tirreno cosentino, Davide Gravina, sono aumentati ancora.

Ma andiamo a leggere l’atto licenziato dall’Organo straordinario di liquidazione.

“Si delibera di quantificare, allo stato attuale e con riserva, con esclusione dei residui passivi di euro 2.074.069,37, la massa passiva complessivamente in euro 5.069.879,29 così distinta: euro 4.174.494,76 (piano di rilevazione), euro 759.669,94 (piano rimodulato), euro 1.540,50 (erroneamente inserita in più nel precedente piano), euro 137.387,75 (secondo piano rimodulato).

Le passività non ammesse alla liquidazione ammontano complessivamente ad euro 4.116.107,38”.

Dunque, i debiti riscontrati superano quota 5 milioni di euro, mentre altri 4 milioni non sono stati ammessi alla liquidazione.

Ed è proprio su quest’ultimo dato che potrebbero crescere i mal di pancia, anche e soprattutto alla luce del comma 2 dell’articolo 257 del Testo unico degli enti locali (Tuel), che recita: “Il Consiglio dell’ente individua, con propria delibera, da adottare entro 60 giorni dalla notifica del decreto di cui all’articolo 256, comma 8, i soggetti ritenuti responsabili di debiti esclusi dalla liquidazione, dandone contestuale comunicazione ai soggetti medesimi ed ai relativi creditori”. E poi, continua il comma 3 del medesimo articolo: “Se il Consiglio non prevede, nei termini di cui al comma 2, si applicano le disposizioni di cui all’articolo 136”.

Al di là del linguaggio burocratico e legislativo, quanto sopra evidenziato sta a significare che, anche i debiti esclusi dalla liquidazione e, pertanto, dal dissesto finanziario, dovranno essere saldati da chi li ha contratti e dovrà essere il Consiglio comunale, una volta terminata la fase di dissesto, ad individuare i responsabili. E se non lo farà il civico consesso, lo farà un Commissario ad acta.

Insomma, un nuovo tassello si aggiunge alla vicenda del fallimento economico del Comune di Fuscaldo. Una pagina triste della storia politica ed amministrativa di questa importante realtà locale, che si avvia alla conclusione. Una conclusione che potrebbe riservare altre amare sorprese.

Articolo pubblicato su LA PROVINCIA

Mostra altro

Alcune foto da Fuscaldo

8 Settembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #FUSCALDO

Alcune foto da Fuscaldo
Alcune foto da Fuscaldo
Alcune foto da Fuscaldo
Alcune foto da Fuscaldo
Alcune foto da Fuscaldo
Alcune foto da Fuscaldo
Mostra altro

Napoli- eccezionale grandinata in mare

5 Settembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #CURIOSITA'

.

Mostra altro

"Aiutiamoli a casa loro"

5 Settembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #CRONACA

 "Aiutiamoli a casa loro"
 "Aiutiamoli a casa loro"


- Quale casa? Questa è Kobane la città di AylanKurdi, il bimbo morto annegato.

Mostra altro

Italia - Malta . Ma quale Nazionale ?

5 Settembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #SPORT

Italia - Malta . Ma quale Nazionale ?

Una nazionale che non vince in goleada contro Malta non merita nessun traguardo

Mostra altro

Ecco come Salvini difende la famiglia tradizionale

5 Settembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Ecco come Salvini difende la famiglia tradizionale

..

Mostra altro
<< < 1 2 3 > >>