Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

 

 20120411_bossi-moglie1.jpg

MILANO - Caterina Trufelli era una vera appassionata della Lega Nord, tanto che la signora, classe 1931, ha fatto testamento a favore di "Umberto Bossi, quale segretario del partito". In eredità, la militante deceduta il 10 maggio 2010, ha lasciato 250 metri quadri di appartamento in uno stabile milanese di inizio secolo dal valore catastale di 958,03 euro.

L'immobile, però, non è mai finito nelle disponibilità della Lega. È stato venduto il 1 febbraio 2011 per 480mila euro ad Angela Torazzi, ma il fatto non è mai stato dichiarato alla Camera dei Deputati, così come prevedono i regolamenti parlamentari. Si pone, a questo punto, non solo una questione morale, in quanto la volontà della signora Trufelli non è stata rispettata e al partito è stato fatto torto, ma anche legale e amministrativa. Il senatur, infatti, dovrebbe pagare una sanzione che va da due a sei volte il valore della casa venduta.

Intanto, un’ altra casa è nel mirino dei magistrati. Si tratta di una cascina a Brenta, vicino Gemonio, intestata alla moglie di Bossi, Manuela Marrone, e poi regalata a Roberto Libertà, uno "di famiglia". Dell'immobile, comprato il 24 giugno 2011, non si conosce il valore, né risulta alcun mutuo a riguardo. I magistrati dovranno capire se la cascina non sia stata acquistata con i soldi provenienti dalla vendita dell'appartamento ereditato.

 
Tag(s) : #POLITICA

Condividi post

Repost 0