Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

CHI TIENE BERLUSCONI IN VITA ? ECCOLI TUTTI GLI UOMINI DEL PRESIDENTE.

11 Ottobre 2010 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

testine.jpeg

 

 

La sfida lanciata dal leader dell'opposizione in una lunga lettera su 'Repubblica'. Fassino: ''Idea forte per alternativa credibile''. Rovati: ''Finalmente si torna a parlare di Ulivo''. Zampa: ''Potrebbe aprire le porte ai tanti delusi''. Ferrero (Prc): ''Sì ad alleanza democratica''. Bonelli (Verdi): ''Pronti a dare il nostro contributo''. Critiche dal Pdl: ''Solita ammucchiata antiberlusconiana''. Facebook si divide sulla proposta. Berlusconi: ''No a ammucchiate fuori del tempo''

ALTRI UOMINI DEL PRESIDENTE

Questa è una lista, largamente incompleta, di persone che hanno avuto direttamente o indirettamente a che fare con gli affari di Silvio Berlusconi ... oltre a tutti i nomi politici ormai ben conosciuti a tutti:

AMANDINI Michele: boss mafioso legato tramite diverse società di riciclaggio del denaro sporco in Svizzera, personalmente coinvolto nel traffico d'eroina e in sequestri di persona. In stretti rapporti d'affare con Florio Fiorini, il faccendiere amico di Silvio Berlusconi.

BERLUSCONI Paolo: fratello di Silvio, reo confesso di diversi reati (versamenti illeciti, false fatturazioni … etc)

BERRUTI Massimo Maria: ex ufficiale della Guardia di Finanza, arrestato per tangenti, apre uno studio a Milano come avvocato; socio di esponenti di Cosa Nostra legati al clan di Totò Rina in alcune società del mirino dell'antimafia; entra nello staff dei legali della Fininvest nel 1993; arrestato nel 1994 per favoreggiamento e concorso in concussione.

CALVI Roberto: iscritto alla loggia P2, bancarottiere, grande finanziatore di Silvio Berlusconi, misteriosamente "suicidato".


CARBONI Flavio: faccendiere sardo, ricicla i soldi del boss mafioso Pippo Calò della banda della Magliana insieme al prestanome di Silvio Berlusconi Romano Comincioli (Fininvest).

CARENINI Egidio: nel 1973 deputato della DC, iscritto alla Loggia P2 e amico di Licio Gelli, aiuta Silvio Berlusconi a far spostare le traiettorie delle linee aeree di Linate per valorizzare la speculazione edilizia di Milano2.

COMINCIOLI Romano: prestanome della Fininvest; combina col faccendiere Flavio Carboni affari con boss della mafia tipo Pippo Calò con Flavio Carboni ricicla anche il denaro della Banda della Magliana.

D'ADAMO Antonio: dipendente e prestanome nella Edilnord di Silvio Berlusconi, arrestato per corruzione.

DELL'UTRI Alberto: fratello del braccio destro di Silvio Berlusconi; arrestato per concorso in bancarotta fraudolenta.

DELL'UTRI Marcello: il braccio destro di Silvio Berlusconi; a partire dal 1974 assume cariche di responsabilità nelle società strategiche per la nascita dell'impero di Silvio Berlusconi. In stretti contatti documentati dalla Criminalpol con noti boss mafiosi dediti al traffico di eroina e al riciclaggio di denaro sporco.

DONINELLI Ettore: Manager di diverse societ?inanziatrici di Silvio Berlusconi, tra cui la FIMO, coinvolta nel riciclaggio accertato di denaro sporco di provenienza mafiosa.

FIORINI Florio: faccendiere arrestato in Svizzera per bancarotta, amico di Silvio Berlusconi, legato al boss mafioso Michele Amandini.

GELLI Licio: uno dei capi della Loggia P2 alla quale era affiliato Silvio Berlusconi, latitante dal 1981, in contatto con noti boss mafiosi, arrestato in Svizzera nel 1982, evaso dal carcere di Ginevra nel 1983. Nel 1987 si riconsegna alle autorità Svizzere che lo estradano in Italia. Condannato nel 1992 a 19 anni di carcere per concorso in bancarotta, condannato nel 1994 a 10 anni nel processo per la strage di Bologna del 1980 e a 17 anni per reati relativi alla Loggia P2.

LETTA Gianni: già vicepresidente della Fininvest, sotto inchiesta per concussione e corruzione.

LARINI Silvano: amico di Silvio Berlusconi e tramite nei primissimi anni Ottanta delle tangenti versate a Craxi dal piduista Roberto Calvi.

LOTTUSI Giuseppe: arrestato in flagrante mentre riciclava per conto della FIMO i soldi della mafia colombiana. La FIMO era una società svizzera controllata da Ettore Doninelli e segreta finanziatrice di Silvio Berlusconi. Condannato a 20 anni di carcere.

 

MANGANO Vittorio: noto mafioso pluripregiudicato, descritto dalla Criminalpol come pericolosissimo boss coinvolto in imprese finanziarie di riciclaggio, in stretti rapporti con tutta una rete di boss del riciclaggio di denaro sporco e trafficante di eroina; assunto come stalliere nella villa di Silvio Berlusconi. Dei cavalli di cui si sarebbe dovuto occupare, interrogato dalla polizia, non sapeva niente. Continua fino al 1980 ad avere stretti rapporti con il braccio destro di Silvio Berlusconi, Marcello dell'Utri, e a frequentare Arcore.

MAZZOCCHI Giuseppe: funzionario del ministero delle Poste, ispettore dell'etere in Piemonte, arrestato per aver avvertito i tecnici della Fininvest di un controllo sul rispetto della legge Mammì partecipa dopo la soffiata a un gioco a premi di Canale 5 e "vince" 30 milioni.

MOCI Paolo: ex direttore dell'Aviazione civile, imputato e condannato per la modifica arbitraria delle rotte aeree di Linate a favore della speculazione edilizia di Silvio Berlusconi a Milano2.

RAPISARDA Filippo Alberto: finanziere pluripregiudicato, in affari con i fratelli Dell'Utri, coinvolto con loro in vari processi, offre la sede ad uno dei Club più portanti di Forza Italia a Milano.

RASINI Carlo: titolare dell'omonima banca, finanziatrice delle prime speculazioni edilizie di Silvio Berlusconi. Rinviato a giudizio per violazione dei doveri inerenti al pubblico esercizio del credito. Nella Banca Rasini riciclavano il denaro sporco noti boss mafiosi.

RONCUCCI Sergio: ex dirigente della Fininvest, arrestato per corruzione, reo confesso.

ROSA Gianfranco: Sindaco di Segrate nel 1971, fa approvare tutto l'approvabile per favorire la costruzione di Milano 2. Denunciato per occultamento di atti pubblici e concessione arbitraria di licenze edilizie.

ROSSETTI Michele: ex sindaco di Pioltello, incarcerato per una tangente di 800 milioni pagata dalla Edilnord di Silvio Berlusconi.

ROSSI Giancarlo: faccendiere romano in contatto con il gruppo Fininvest di Silvio Berlusconi; arrestato nel 1994 per corruzione, ricettazione e tangenti; la magistratura di Ginevra ha aperto un'inchiesta su di lui per riciclaggio di denaro sporco.

SCIASCIA Salvatore: responsabile dei servizi tributari della Fininvest e amministratore di diverse società legate alla Fininvest, arrestato dopo qualche giorno di latitanza, reo confesso di corruzione per mazzette a graduati della Guardia di Finanza.

TURRI Renato: Ex sindaco di Segrate, nel 1969 approva arbitrariamente il nuovo piano regolatore per l'area dove crescerà Milano2 e firma licenze edilizie alla Edilnord di Silvio Berlusconi. Denunciato per occultamento di atti pubblici e concessione arbitraria di licenze edilizie. Finirà in carcere anni dopo sulla scia di una decina di ordini di cattura.

VACCA AGUSTA Francesca: contessa, amica di Silvio Berlusconi, coinvolta nella vicenda di due conti svizzeri dove Craxi ritirava tangenti per 30 miliardi; misteriosamente morta nel 2001.
VERZE' Luigi Maria: prete-manager finito nelle aule dei tribunali per diverse accuse, condannato per tentata corruzione; condannato per abusi edilizi; interdetto dalla Curia Milanese nel 1964; Socio di Silvio Berlusconi nell'operazione di speculazione su Milano 2 condotta tra scandali e tangenti.
Non c'è che dire ... un bel manipolo di "Bravi Ragazzi" ... a Voi le opportune conclusioni!!
 
Io Odio Berlusconi
Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post

Baronessa rosa 10/12/2010 22:44



Che facce di M... come li odio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!