Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

 

 

di Caranas                                     

Adesso i ciarlatani di turno attribuiranno l’evento all’avvicinarsi di Nibiru o alla profezia  Maya. Il Sole continua ad esplodere, manifestando tutto il suo dinamismo, documentato nelle immagini della Nasa che evidenziano un'eruzione spettacolare. Foto e video sono stati realizzati il 16 aprile con le lenti dell'Osservatorio Solar Dynamics. Questa esplosione spettacolare è avvenuta nella parte nordorientale del Sole. Spettacolare perché lunga circa 79.000 miglia (ordine di grandezza circa 10 volte la terra).

Ogni ciclo solare attivo ha momenti in cui i flare, violente eruzioni di materia che liberano radiazioni e potenti correnti elettriche nello spazio, sono più forti. La maggior parte delle volte, dopo l'esplosione i flare ricadono sulla superficie stessa del Sole, come si vede in questo video. Ma questo non si verifica sempre: ci sono casi di flare estremamente violenti, chiamati CME (Coronal Mass Ejection) , che vengono sparati via dal Sole come proiettili verso i pianeti. E' facile immaginare le conseguenze della caduta di un CME sulla Terra.


sole.jpg

Quando una tempesta solare si scontra con il campo magnetico terrestre, l'impatto causa una scossa nel campo stesso. Se tale scossa è molto potente prende il nome di tempesta geomagnetica.

Nel 1958 si è registrata una tempesta geomagnetica così forte che le aurore boreali hanno illuminato i cieli a latitudini meridionali come quelle del Messico. A quel tempo, però, non esisteva ancora l'attuale tecnologia nelle telecomunicazioni e la sua diffusione capillare sul pianeta; e a quel tempo non erano in orbita satelliti che le tempeste elettromagnetiche potessero mettere fuori uso: se accadesse oggi quello che è accaduto nel 1958, gli effetti sarebbero sicuramente molto più gravi. La nostra tecnologia potrebbe tradirci.

Una buona dimostrazione ce l'ha fornita un flare che nel 1989 ha colpito il continente nordamericano bruciando le linee elettriche, facendo saltare le power grid negli Stati Uniti e in Canada e provocando pertanto lunghi blackout di corrente. E si è trattato solo di un episodio.

Che cosa succederebbe se gli episodi fossero molti e ripetuti in breve tempo?

 

Tag(s) : #UFO E SCIENZA OGGI

Condividi post

Repost 0