Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

File apri, file chiudi

27 Febbraio 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #POESIA

 

BUONA SETTIMANA CON TRE POESIE DI CARANAS

 

 

File apri, file chiudi

uomo-a-lavoro-pc-299x300.jpg 

 

Questo blog è una stanza disabitata.

Ogni tanto ci infilo una sedia nuova,

un quadro, un cestino. E li lascio li.

 

Aspetto che qualcuno si sieda e legga il quadro

compiendo quel travaso

con pudore e con luce,

rendendolo acquedotto luninoso.

 

Niente, neanche un commento!

 

File apri,

file chiudi,

file salva.

 

Quello che avanza lo dispongo in cestino

per un’ultima sosta prima di uscire dall’orizzonte

e morire in memoria.

 

 

Milano 1969

azzolini-in-de-amicis_interna.jpg 

 

Ė scuro il cielo di Milano;

di nebbia e di gas lacrimogeno.

L’aria puzza e non è mai ferma.

Le strade disselciate si gloriano di tumulto,

con cortei che sostano un poco

attorno alle vedovelle per dissetarsi

e bagnare gli occhi che sanno di limone.

I cuori battono sussultando

ma non per i Rolling Stones

che concertano più in là.

I portoni si chiudono.

Le serrande scorrono

e dalle finestre spuntano pugni chiusi

nell’odore della pietra divelta

e degli spari.

Un urlo più forte,

una carica rossa tra manganelli,

auto rovesciate e incendiate.

Poi l’onda si allarga

e a terra una grande macchia

rosso sangue d’autunno,

sangue di venti anni.

Nella mano una bandiera zuppa

con l’”A” cerchiata che si vede appena.

Appena un sussurro:

portatemi in fondo al  corteo,

fatemi fare ancora un po’ di strada con voi.

 

 

 

1968 – Un giorno, una guerra

 

c3.jpg 

Ad ogni sparo un urlo

e spesso solo un tonfo!

 

E pullula la morte

ora in basso ora in alto

sui terreni arrossati

e l’uomo urla al vento,

alle pietraie mute

la sua storia di sangue.

 

Vanno senza calzari nella notte,

di sentiero in sentiero,

l’anime revelte dei morti

e sono perle al mattino

le lacrime sui prati.

 

 

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post