Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

L'orco è tra noi

27 Febbraio 2011 , Scritto da CARANAS

Il parroco: l'orco è tra noi

Yara è stata uccisa. Il suo cadavere è stato trovato a pochi chilometri da casa. Oltre ai resti e ai suoi vestiti, intorno al corpo sono stati infatti trovati alcuni suoi oggetti personali, tra i quali, pare, un i-Pod e un telefonino. «Abbiamo trovato cose importantissime...», ha detto il questore di Bergamo, Vincenzo Ricciardi, stamani in uno dei diversi sopralluoghi che ha effettuato sul luogo del ritrovamento del cadavere di Yara Gambirasio, la tredicenne scomparsa il 26 novembre scorso, i cui resti sono stati trovati ieri pomeriggio a Chignolo d’Isola. 

Tra le ipotesi quella che Yara sia stata uccisa e nascosta da una persona che la conosceva bene. «Nelle favole tutto finisce bene ma adesso sappiamo cosa è un orco e siamo preoccupati perchè l’orco è tra noi»: lo ha detto don Corinno, parrocco di Brembate, nella messa delle ore 10. La chiesa era strapiena e in molti non hanno nascosto la loro commozione. Il parroco ha annunciato che fino a sera le campane del paese suoneranno a festa ogni ora «perchè - ha spiegato - ora Yara è un angelo».«La parola più forte oggi è il silenzio - ha detto ancora don Corinno -, ci portiamo dentro smarrimento e angoscia, e vogliamo capire se tutto questo ha un senso e abbiamo visto fino a che punto può arrivare l’uomo». Don Corinno ha poi detto ai parrocchiani che ieri sera è andato subito a trovare il padre di Yara. «Appena mi ha visto mi ha detto ’non mi dire niente, abbracciami'», ha raccontato don Corinno. Proprio ieri, davanti alla parrocchia era stata messa una nuova foto di Yara a tre mesi dalla sua scomparsa. Una bella immagine della ragazzina sorridente con un abitino fucsia e sotto la scritta ’Yara siamo smarriti aiutaci'. Davanti uno degli altari delle navate laterali, dove da tre mesi c’è il libro per le dediche a Yara, da ieri sera i parrocchiani hanno cominciato a lasciare messaggi di dolore. «Ho seguito tutta la tua storia - ha scritto uno - ti hanno ritrovato morta, ma ora sei un angelo».

Il corpo della 13enne è stato ritrovato in un campo. Ci sono dubbi sul fatto che fosse lì da tempo. «Io ci sono stato a cercare là, non c’era assolutamente niente», ha detto, questa mattina, con parole smozzicate, un operaio che lavora nella ditta Rosa & C., una Spa che produce laminati industriali, proprietaria del terreno sterrato e al momento incolto, dove ieri pomeriggio è stato ritrovato il cadavere. Già ieri si era accennato al fatto che oltre alle ricerche effettuate dai volontari della Protezione Civile proprio in quel posto, anche i dipendenti della ditta avevano deciso, in una occasione, di effettuare una ricerca tutti insieme. «Sì, sì - conferma l’operaio - ci siamo stati a vedere in quel posto. E c’ero anch’io, ma là non c’era assolutamente niente». La Rosa & C. Spa è un’azienda molto grande con diversi capannoni, sia industriali che ad uso ufficio, che si estende per un fronte di oltre 100 metri e termina proprio alla fine della strada asfaltata oltre la quale comincia il campo incolto dove sono stati trovati i resti.

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Cenzino Ciofi 02/27/2011 20:17



Non mi rendo capace: O le maglie del SETACCIO erano molto larghe o l'assassino era infiltrato tra i "cercatori" ed ha fatto in modo che nessun altro operasse in quella zona assicurando gli altri
di accurata ispezione (se il cadavere era lì da sempre). Altra ipotesi è che vi è stata portata in un momento successivo ad acque più calme. Comunque il porco assassino non poteva non essere al
corrente di tutte le operazioni di ricerca. Mi frulla in testa: deve essere stato un insospettabile che ha partecipato attivamente alle ricerche.



CARANAS 02/27/2011 23:38



Sarebbe veramente atroce. però non è una ipotesi da scartare. Ora che il corpo c'è, nei prossimi giorni ne sapremo di più. La ragazza ha insistito per andare lei in palestra e non la sorella.
Cosa vorrà dire?