Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

L'Udc contro se stessa al ballottaggio. Dorina Bianchi pirziungulara, potrebbe passare al PdL

24 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

 

A Crotone la Dorina Bianchi flirta col premier

La candidata, ex Pd, ora nei centristi, accusata di essere troppo filoberlusconiana. E nel partito c'è maretta

 Dorina-Bianchi.jpg

CROTONE - L'Udc potrebbe non sostenere al ballottaggio la propria candidata Dorina Bianchi. Sembra un paradosso, ma il partito sta ancora decidendo il da farsi. E ci vorranno le prossime ore - o domani -  per capire come intendono muoversi gli uomini di Lorenzo Cesa e Pierferdinando Casini.

 

Tra la Bianchi e il suo partito, nelle ultime settimane, sono volati non pochi stracci. Al punto che ieri, il capogruppo regionale Alfonso Dattolo si era sfogato: "Se quelli del Pd mi fanno salire sul palco quando viene Bersani (il comizio è previsto per stasera), dirò in diretta per chi voteremo". A Crotone lo scontro per la conquista del Comune è tra la senatrice centristra ex Pd e l'uscente Peppino Vallone del Pd. Al primo turno era finita con lei al 20,22% e il sindaco al 34,82%. In mezzo una miriade di altri candidati (sette). Tra cui Pasquale Senatore della destra (18,23%) e Giusy Regalino sostenuta da una sorta di centro (17,51%).

 

A far scoppiare l'ennesima polemica con la Bianchi è stato l'apparentamento con Senatore, quando l'Udc aveva appena annunciato che non vi sarebbero state alleanze strutturate. Uno schiaffone che non è andato giù ai vertici locali dei centristi. E non è l'unico. I mal di pancia nel partito hanno infatti una radice più profonda. Pochi giorni prima della conclusione della campagna elettorale Silvio Berlusconi era arrivato a Crotone per un comizio a sostegno della Bianchi. In quell'occasione dal palco aveva sparato contro Casini "responsabile delle mancate riforme nazionali". Una frase detta con a fianco la candidata dell'Udc.

 

In occasione del comizio la Bianchi non aveva speso neppure una parola per difendere il suo leader. Fatto che ha fatto storcere il naso a più d'uno, convinto che sia in procinto di passare tra le fila berlusconiane. Ieri poi l'apparentamento con Senatore è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

 

La Bianchi "confida nel buonsenso" dell'Udc, con una nota in cui ricorda: "Sono stata candidata da loro e credo che l'Udc sia un partito responsabile verso i suoi candidati. Sono sicura che non non ritirerà il suo appoggio". I toni tuttavia restano accesi. Il coordinatore regionale del partito Gino Trematerra ammette che "quella di Alfonso Dattolo è stata solo una battuta dovuta all'arrabbiatura. Non andremo su nessun palco o palchetto con la sinistra. Altra cosa, invece, è la nostra posizione sul ballottaggio di domenica e lunedì prossimi che è oggetto di discussione ed entro oggi o al massimo domani comunicheremo la nostra posizione ufficiale".

 

Insomma, per l'eventuale sostegno alla Bianchi bisognerà attendere. Dattolo dal canto suo non fa un passo indietro rispetto alle critiche alla senatrice: "Abbiamo verificato pubblicamente la poca adesione alla linea dell'Udc da parte della Bianchi, in particolare quando, dinanzi agli attacchi di Berlusconi rivolti a Casini non ha tentato neppure di spiegare le ragioni e gli sforzi dell'Udc per fare dell'Italia un Paese normale. Si potrebbero citare altri casi, mi riferisco alle sue visite, come minimo poco opportune e tra l'altro rese pubbliche, a Palazzo Grazioli".

 Ps : sto pensando ad un folletto

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Cenzino Ciofi 05/24/2011 12:05



... questo perchè secondo il PORTAVOCE ADDETTO STAMPA paesano tutto era rientrato nel giusto alveo. Azzooooooo!



CARANAS 05/24/2011 12:16



farebbe bene a tacere ! Ci farebbe più bella figura, anche se come paesano non è totalmente antipatico. S'arrangia! C'adda fa ?