Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

ORRORE A TREBISACCE (CS) Uomo ucciso e fatto a pezzi

31 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

foto8.jpg

Un uomo e’ stato ucciso a Trebisacce ed il suo cadavere e’ stato fatto a pezzi. La figlia quarantenne della vittima e’ stata fermata dai carabinieri, che stanno accertando se e’ stata lei a commettere l’omicidio. La donna e’ stata portata nella caserma dei carabinieri, che la stanno sentendo.

I FATTI - La vittima e’ Riccardo Chiusco, di 72 anni. A scoprire il delitto, sono stati i vigili del fuoco ed i carabinieri, chiamati dopo che dall’appartamento in cui vivevano padre e figlia non rispondeva nessuno. I militari sono intervenuti dopo che alcuni familiari di Chiusco avevano segnalato che dell’uomo non si avevano piu’ notizie da alcuni giorni.

IN SCATOLE - Sono stati trovati all’interno di alcuni scatoloni parti del cadavere di Riccardo Chiusco, l’uomo di 72 anni ucciso e fatto a pezzi a Trebisacce. Gli scatoloni erano nell’abitazione che Chiusco condivideva con la figlia. L’appartamento in cui vivevano Chiusco e la figlia si trova in una zona centrale della frazione marina di Trebisacce, centro dell’Alto Jonio cosentino.

HA APERTO LEI - Era in casa ed ha aperto la porta quando sono arrivati i carabinieri e i vigili del fuoco, Stefania, la figlia trentottenne di Riccardo Chiusco, l’uomo ucciso e fatto a pezzi a Trebisacce. La donna ha fatto entrare in casa i militari, che sono intervenuti assieme ai vigili del fuoco dopo che il fratello e un nipote della vittima avevano lamentato il fatto di avere telefonato piu’ volte a casa del parente senza avere alcuna risposta. All’interno dell’appartamento sono stati trovati sette o otto scatoloni contenenti i resti della vittima, avvolti dal cellophane e chiusi con nastro adesivo. Riccardo Chiusco, insegnante di lettere in pensione, rimasto vedovo da qualche anno, viveva con la figlia, nubile, iscritta alla facolta’ di Medicina dell’Universita’ di Perugia.

Fonte : Giornalettismo

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post