Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

images-copia-2.jpg

Anche Hitler, tra una scoreggia e l’altra,  usava il Viagra (di quel tempo) , forti dosi di testosterone o di ormoni prelevati dalla prostata o dallo sperma di tori giovani. Sembra inevitabile, questi politici del pisello prestati alla storia se pur in diverse epoche sia in Germania che  in Italia, hanno l’accomunante del malfunzionamento della libido.

cartella-clinica-hitler-164754_tn.jpgcartella-clinica-sulle-164755_tn.jpg

Il "Washington Examiner" riporta che, la prossima settimana, verranno venduti all'asta da Alexander Historical Auctions alcuni documenti appartenuti a Hitler. Tra questi, due sono i più curiosi perché  parlano della sua salute.  Questi documenti, uno compilato dal suo dottore personale, Dr. Erwin Giesing, rivelano che il Fuhrer per il forte calo della libido  si sottoponeva regolarmente ad iniezioni di sperma di toro per rinvigorire il desiderio sessuale, inoltre il petomane di Stato, soffriva di flatulenza a causa della sua dieta vegetariana (per necessità, infatti il superman ariano soffriva di pressione alta e di dolori cronici a stomaco e intestino) e tutto questo quadro clinico  a base di stricnina , contribuiva sempre più alla sua irascibilità.

Il Dr. Geising racconta che Hitler era diventato consumatore abituale di cocaina perchè soffriva di sinusite e di come, con il tempo, ne fosse diventato dipendente perché trovava avesse caratteristiche ricreative e per questo motivo il medico gli aveva dovuto diminuire le dosi.

Hitler aveva una riserva di oro prelevato dai denti dei deportati di Auschwitz per curarsi le carie, e intanto era stato ridotto dal suo medico curante, dottor Theodor Morell, alla dipendenza da eccitanti, tranquillanti, stimolanti sessuali: 82 medicamenti in tutto. Soffriva anche di meteorismo, e di manie ipocondriache: temeva di ammalarsi di cancro.

Insomma, il creatore del Terzo Reich, non era solo un tiranno sanguinario ma anche, clinicamente, un relitto.

 

Tag(s) : #POLITICA

Condividi post

Repost 0