Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

TRA INTOLLERANZA E FONDAMENTALISMO ARRIVA IL NATALE

12 Dicembre 2009 , Scritto da CARANAS Con tag #RELIGIONE

 

                  Siamo tutti figli della stessa terra         
                                                                                                         
  di Caranas

 

Il Natale si avvicina , forse ce ne accorgiamo solo navigando in internet. Di solito per questa festa cambia la home page, tanto è che non usciamo o lo facciamo poco, per cui neanche te ne accorgi se sei in pensione e passi molte ore davanti al computer. Molte  relazioni te le cerchi e coltivi virtualmente attraverso il portatile,  freddo strumento che ti trasforma la realtà , qualcosa di involuto e ablativo che scorre nel tuo tempo . Ma arriva il Natale e ci sentiamo più piccoli, quasi lillipuziani tra un pamphlet e  una bischerata berlusconiana sul proprio blog carico di esotismo,  ma comunque più piccoli,  per cui ci ritagliamo nelle nostre giornate fette  di presepe 1
riflessione mistica insieme a quelle di panettone. O no? Nel silenzio delle ore notturne, con unico interlocutore il pc, non quello politico, diventiamo (divento) cercatore di Dio, sogniamo un’umanità futura che non abbia bisogno di cercare fuori di sé le ragioni per una sua convivenza solidale e fraterna. I grandi della terra ( il nostro , grande proprio non lo è e lo dico in barba alle classifiche) hanno compiti enormi ad attenderli se sapranno superare le loro divisioni, tra le quali io metto per prima quella che chiamo razzismo ideologico. Ciascuno dei tre monoteismi infatti, è stato ostile e a volte persecutore nei confronti dell’altro monoteismo, anch’esso discendente di Abramo. Ogni Dio, per quanto amorevole e universale, è stato finora l’emblema di questa divisione fra gli uomini. Tra intolleranza e fondamentalismo, mi chiedo se è meglio dire :   “ siamo tutti figli dello stesso Dio” o “ siamo tutti figli della stessa terra ?” Sembra che il rimandare a Dio impoverisca l’uomo, il peccato contro lo spirito dell’uomo. Mah! Voi cosa ne pensate? Non citatemi Plinio però : “ Dio è che l’uomo aiuti l’uomo” perché se no la discussione diventa più complessa con l’altra citazione : “ Ė Dio che ha creato l’uomo , o l’uomo che ha creato Dio?” Ecco , sono già quasi  off topic .

Comunque,  mi aggrappo al riscoprimento dell’autentica universalità come aspetto essenziale e,  con rispetto delle vostre posizioni, vi dico che, non so voi, io ci riesco meglio guardando alla vita di Gesù.

Dimenticavo, ricordiamoci che il Natale non è la festa del consumismo e che per tanti non sarà un Natale di sorrisi appesi all’albero.

 

 



                                         

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post