Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Post recenti

Stangata Tasi per case e negozi

31 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Stangata Tasi per case e negozi

Era prevedibile che i Comuni si appigliassero a qualcosa per poter far quadrare i bilanci, quindi il mancato gettito dell'Imu sulle prime case - tassa abolita - verrà pagato dai possessori di seconde case , negozi e di capannoni.

La notizia ufficiale ci arriva dal Comune di Milano che per primo ha deciso i rincari che arrivano fino ad un 7,5%.

Gli unici contribuenti che ci guadagneranno, rispetto l'IMU sono quelli che hanno una rendita catastale superiore ai 1.600 euro.

Ricapitolando: il nuovo tributo si chiama IUC ed è composto dalla Tasi (Tassa per i Servizi Indivisibili) e TARI (Tassa sui Rifiuti).

Un rincaro che non sarà uguale per tutti i comuni italiani:

Anche la Tassa sui Rifiuti avrà un importo più alto rispetto il 2013:

Per un complicato calcolo, anche la cosiddetta Tari avrà un notevole aumento, e se ne sono accorti gli utenti a cui già sono arrivate le bollette da pagare; un aumento che può essere dal 20 al 30%, dipende al comune di residenza e dal tipo di utenza.

Rispetto alla Tasi, questo aumento di cui si parlava sopra, valeva per il Comune di Milano, ma non tutti i comuni italiani adotteranno le stesse aliquote.

Ogni Comune d'Italia infatti avrà un proprio margine di scelta, ma potrà comunque aumentare queste tasse fino ad un 8% rispetto l'Imu dell'anno scorso.

[f. Bitmagazine-mc.com]

Mostra altro

No, le province non sono state abolite

31 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

No, le province non sono state abolite

Tito Boeri su lavoce.info ha criticato il disegno di legge approvato dal senato, e sostenuto dal premier Matteo Renzi. Secondo Boeri il ddl non abolisce le province, ma si limita a svuotarle senza stabilire a chi andranno le loro funzioni. E genera pochi risparmi per le casse dello stato.

Scrive Boeri:

Contrariamente a quanto proclamato da molti titoli di giornali, giovedì non abbiamo affatto dato l’addio alle province. Il disegno di legge approvato col voto di fiducia al Senato (dovrà adesso tornare alla camera) non abolisce le province. Non poteva essere altrimenti dato che per farlo era necessaria una riforma costituzionale. Vero che la proposta di riforma del titolo V della costituzione, presentata assieme alla legge ordinaria a settembre 2013, si è persa nei meandri della camera e ora è stata assorbita nella nuova proposta di abolizione del senato. Speriamo di sprovincializzarci prima della fine della legislatura. Nel frattempo il disegno di legge appena approvato si limita a svuotare le province, a renderle più leggere, togliendo loro cariche (e compensi) direttivi. Come sempre nelle riforme incompiute, il rischio di rimanere a metà del guado, o meglio a mezz’aria, con province più leggere, acefale e svuotate di competenze, ma di fatto immortali, non va sottovalutato.

Leggi l’articolo completo su lavoce.info.

Mostra altro

No Padania nel nuovo simbolo della Lega Nord

31 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

No Padania nel nuovo simbolo della Lega Nord

Non più Padania nel simbolo della Lega nord che diventa marcatamente antieuropeista riportando in basso la scritta : “ BASTA EURO”

Una decisione importante per il segretario leghista Matteo Salvini che , in vista delle elezioni europee del 25 maggio , fa approvare il nuovo dal Consiglio federale in via Bellerio.

Resta nel logo la sagoma di Alberto da Giussano, ma sparisce la scritta in basso Padania e non ci sarà neanche quella del nome del segretario ( in precedenza Bossi e Maroni).

La parola Autonomie, servirà poi a richiamare formazioni politiche analoghe in Italia.

Mostra altro

La riforma del Senato vista da Giannelli

31 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

La riforma del Senato vista da Giannelli

.

La riforma del Senato vista da Giannelli
Mostra altro

Statistiche blog

31 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #STATISTICHE

Statistiche blog

clicca sull'immagine .

Mostra altro

Lavoro oggi (vignetta)

30 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Lavoro oggi (vignetta)

.

Mostra altro

Secessione del Veneto (vignetta)

29 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Secessione del Veneto (vignetta)

.

Mostra altro

La nuova guerra fredda di Obama

29 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

La nuova guerra fredda di Obama

"Non e' una nuova guerra fredda quella in cui stiamo entrando", anche se la Russia rischia, non cambiando direzione in Ucraina, di essere sempre piu' isolata."

Il presidente Usa Barack Obama conclude al Palais des Beaux Arts a Bruxelles, davanti a una platea di oltre 2000 "giovani d'Europa", una giornata in cui ha rinsaldato l'alleanza con il Vecchio Continente e assicurato il sostegno 'energetico' Usa all'alleato storico per far fronte alla crisi ucraina.

Mostra altro

TERREMOTO ALLA REGIONE CALABRIA - Nella notte l'incontro tra Renzi e Gratteri

29 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

TERREMOTO ALLA REGIONE CALABRIA - Nella notte l'incontro tra Renzi e Gratteri
nella foto Nicola Grattieri

Nonostante il “no” pronunciato dal pm il giorno della visita calabrese del premier Ernesto Magorno sta tentando il tutto per tutto per convicerlo a ripensarci

Pensa di riuscire a portare a casa i tre quinti dell’assemblea regionale per poter candidare il magistrato senza passare dalle primarie

Giugno è dietro l’angolo, si diceva, e i contatti, più o meno riservati, in queste ore si sono moltiplicati. Il più clamoroso è quello tra il premier Matteo Renzi e il pm Nicola Gratteri. Ancora lui. Un incontro che si è svolto ieri notte e dall’esito ancora incerto. Nonostante il no piuttosto convincente del magistrato anitndrangheta «Non voglio candidarmi a governatore della Calabria», ha detto a Scalea nel giorno della visita Calabrese di Renzi -, Ernesto Magorno in queste ore sta tentando il tutto per tutto per convincerlo a ripensarci. L’operazione di Magorno è chiara e del resto lui sembra muoversi come un vero e proprio caterpillar. Il pm reggino, almeno nei piani del segretario, non passerebbe per le primarie. Del resto sarebbe una scelta azzardata, politicamente inopportuna e troppo esposta. La scelta di Gratteri, secondo Magorno, deve essere assolutamente unitaria, condivisa e super partes. Anche perché è da escludere che il pm si infili in una lotta politica all’interno del Pd o della coalizione di centrosinistra. E allora? E allora Magorno è convinto di riuscire a portare a casa i tre quinti dell’assemblea regionale e a quel punto candidare Gratteri alla carica di governatore senza passare per le primarie: «Voglio vedere chi ha il coraggio di non votare Gratteri in assemblea», va ripetendo ai suoi.

[fonte: L’Ora della Calabria]

Mostra altro

Non c'è verso - Poesie

29 Marzo 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #POESIA

Non c'è verso - Poesie

Non c’è verso

LINK LIBRO

http://www.booksprintedizioni.it/libro/Poesia/non-c-e-verso

Quando si incomincia ad assaporare il tempo libero della pensione, arriva anche il momento che quasi ci costringe a fare i conti con noi stessi per capire a che punto siamo, quanto abbiamo perso durante il tragit-to e quanto è grande il valore aggiunto. La realtà arri-va sempre, e non solo a consuntivo, mostrandoci chi siamo stati e chi siamo diventati. Ma soprattutto c’è quel momento in cui si avverte forte la sensazione di dover lasciare libere certe emozioni, che siano di gioia, di rabbia, di risentimento, di delusione, la cui traccia è stata dall’autore Carmelo Anastasio gelosa-mente custodita per anni nel cassetto dei sogni in ro-toversi legati col nastro rosso e che ora vedono la luce nella raccolta: “Non c’è verso”.

Il libro non ha un rigido filo conduttore che colleghi le poesie dando un’immagine completa di ciò che si vuole dire; la raccolta è frammentaria, come è tipico dei “versi ritrovati”, ma sufficiente, nella sua precarie-tà, a dare al lettore la possibilità di cogliere aspetti della vita che spesso passano inosservati.

L’autore (che non ama definirsi poeta, forse per raf-forzare il suo stesso legame con la poesia ), è in grado con le sue rime di dar voce a due esistenze diverse, quella che lui stesso ha vissuto e vive in prima perso-na nel Sud d’Italia, prima, e al Nord, dopo, e quella di un mondo pieno di fratture, di sogni infranti, di crisi sociale, che rompe gli equilibri e rende ogni uomo più fragile.

Lo scrittore Carmelo Anastasio ha una sensibilità che traspare evidente in ogni parola (usa spesso, un po’ alla Camilleri, termini dialettali della sua terra d’origine, la Calabria, alla quale resta legato da un cordone ombelicale mai tagliato ),in ogni riflessione e in ogni poesia, e, come tutte le persone tormentate, a volte deboli ma coraggiose, mette a nudo la propria anima, spogliandosi di pregiudizi e di sensazioni, per recuperare il contatto con la sua parte più intima.

Per questi motivi “Non c’è verso” è una silloge di poesie intensa, sincera, pura, in cui non c’è spazio per momenti che vogliono essere celati o tenuti per sé. Nel libro si avvertono frequentemente momenti di buio, ma quasi sempre seguiti da una piccola luce in fondo al tunnel. Una poesia non va spiegata diceva Pablo Neruda: “Quando la spieghi la poesia diventa banale, meglio di ogni spiegazione è l’esperienza diretta delle emozioni che può svelare la poesia ad un animo predisposto a comprenderla.” ai lettori resta l’interpretazione. Ci puoi trovare quello che sai coglie-re con la tua sensibilità, ciò che ti fa avere dei feed-back, dei flash di momenti vissuti come dei déjà vu, seppur nella consapevolezza che ciò che avverti non corrisponde realmente ad una esperienza identica-mente propria, anche perché l’avverti ma potresti non averla ancora vissuta. La poesia è di chi la legge e non di chi la scrive: ognuno la interpreta mettendoci qual-cosa di sé per cogliere i valori della vita e sconfiggere i momenti complicati con cui inevitabilmente ci si deve confrontare.

Nicoletta Mandaradoni

Mostra altro