Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas
Post recenti

FORANASTASIS numeri di Pasqua

28 Marzo 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #STATISTICHE

NewPicture414

Non è certamente la situazione del dicembre 2011 (allora ero presente su diversi social  tipo OKNO e facebook) però il blog tira con una media di 450 visite al giorno sino a superare le 1500 pagine viste /g. Un grazie a tutti i visitatori e Buona Pasqua.

Un grazie particolare va agli americani della California (non solo) che con le loro visite giornaliere superano quelle milanesi.

 

Mostra altro

DI PIETRO SCIOGLIE l'IDV PER DARE VITA AD UN NUOVO PARTITO

28 Marzo 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

 

a.jpg

da Lettera 43

L'Italia dei valori, il movimento politico fondato da Antonio Di Pietro rimasto fuori dal parlamento alle ultime elezioni politiche, si è sciolto per dare vita a un nuovo soggetto politico, ispirato all'alleanza liberal-democratica europea, la cui nascita è annunciata dopo Pasqua. È quanto si legge in una comunicazione scritta inviata il 27 marzo da Silvana Mura, responsabile legale del partito, all'esecutivo nazionale e ai livelli regionali e provinciali dell'Idv.

«L'ufficio di presidenza del partito», ha scritto Mura, «considera conclusa l'esperienza politica dell'attuale soggetto politico-giuridico Idv e ritiene superato anche il metodo tradizionale proposto dall'ultimo esecutivo nazionale e adottato da questo ufficio di presidenza di prevedere una nuova fase congressuale straordinaria».

Poi la nota continua annunciando «la convocazione per il prossimo 6 aprile dell'esecutivo nazionale dell'attuale Idv (aperto e allargato agli ex parlamentari al momento dello scioglimento delle Camere e a un'adeguata rappresentanza delle strutture territoriali) al fine di acquisire il loro parere in ordine all'opportunità di sostituire la fase congressuale avviata».

Mostra altro

PER GRILLO BERSANI COME I PADRI PUTTANIERI CHE PRENDONO PER IL CULO, MA ANCHE D'ALEMA, BERLUSCONI, CICCHITTO E MONTI CHE CHIAGNONO E FOTTONO

28 Marzo 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

 

dal FATTO QUOTIDIANO

Nuovo governo, Grillo: “Bersani come padri puttanieri che prendono per il culo”

Il portavoce dei Cinque Stelle scrive dopo poche ore dall'incontro tra il leader del centrosinistra e i capigruppo del Movimento in Parlamento. Il presidente incaricato da Napolitano, secondo il comico, è come "D'Alema, Berlusconi, Cicchitto, Monti" che "chiagnono e fottono"

 grillo_interna_nuova.jpg

Il presidente incaricato dal capo dello Stato per formare il governo, Pier Luigi Bersani? E’ uno dei “padri puttanieri che ci prendono per il culo” e che “chiagnono e fottono”. A scriverlo in un articolo sul suo sito è il portavoce del Movimento Cinque Stelle Beppe Grillo, poche ore dopo l’incontro tra lo stesso leader del centrosinistra che ha ricevuto da Napolitano il compito di cercare di formare un esecutivo e i capigruppo dei Cinque Stelle Vito Crimi e Roberta Lombardi. Bersani replica così: “Auguri ai salvatori della patria”. “Pensare di fermare l’intelligenza con gli insulti è come fermare l’acqua con le mani… aggiunge – Si può insultare se si sta fuori dal Palazzo, quando si sta dentro si deve decidere che cosa si vuole fare per paese”.

Grillo riunirà tutti i parlamentari Cinque Stelle dopo Pasqua, in un luogo da definire, che potrebbe essere fuori Roma. Dopo le consultazioni al Quirinale il capo del M5S non si è fermato a incontrare deputati e senatori e da alcuni di loro era arrivata una richiesta in tal senso. Non voglio interferire, avrebbe risposto Grillo, secondo quanto si apprende. Ma dai capigruppo è giunta adesso comunicazione agli eletti che Grillo vuole incontrarli. Sarebbe il secondo incontro dal momento delle elezioni. “Non so dell’incontro. Ma secondo me sarebbe una buona idea riunirsi con Grillo una volta al mese” ha risposto il deputato Roberto Fico.

 

Ne è nato un piccolo caso. Perché oltre alla replica di Bersani ci sono anche quelle di alcuni esponenti del Pdl. “Ora mi presenterò prima alla commissione Speciale e poi in Aula – aveva giurato Alessandra Mussolini – per chiedere se anche Crimi e gli altri senatori del M5S condividano o meno le dichiarazioni di Grillo sui ‘padri puttanieri’. Se loro prenderanno le distanze, bene. Altrimenti chiederò che il presidente Grasso intervenga anche per valutare se esistono gli estremi per un’azione disciplinare. Non si può andare avanti così…”.

 

Così è costretto a rispondere Vito Crimi. “Il blog di Giuseppe Piero Grillo – dice – è un luogo extraparlamentare e io non ho la veste per smentire. Ma io risponderò per quelle che sono le mie dichiarazioni”. La Mussolini, in caso di non smentita, aveva chiesto l’intervento del presidente del Senato Pietro Grasso affinché prendesse in considerazione un’ipotesi di sanzione disciplinare contro il capogruppo.

 

Bersani, secondo Grillo, è come “i D’Alema, i Berlusconi, i Cicchitto, i Monti che ci prendono allegramente per il culo ogni giorno con i loro appelli quotidiani per la governabilità“. Tanto è vero che l’esito delle consultazioni di Bersani con Viti e Lombardi è stata una chiusura totale dei Cinque Stelle a qualsiasi possibilità di far nascere un qualsiasi governo che non fosse il loro. “Le nuove generazioni sono senza padri – scrive Grillo – sono figlie di NN, dal latino ‘Nomen nescio: nome non conosco’. Sulle loro carte di identità, sui loro documenti di lavoro, nei libretti universitari alla voce ‘figlio di’ risulta la sigla NN, figlio di nessuno, figlio della colpa, figlio di padre ignoto, figlio di vecchi puttanieri che si sono giocati ogni possibile lascito testamentario indebitando gli eredi”. E continua: “Non ci sono però responsabili conclamati della miseria, della mancanza di un futuro, di una qualunque prospettiva a cui sono stati condannati questi ragazzi. Nessuno ammette responsabilità di sorta. E’ opera del destino cinico e baro, dello Spirito Santo, della moderna divinità chiamata mercato che si manifesta all’improvviso come un nume iroso che chiede sacrifici umani. Lo sfascio ha origini soprannaturali, non è causa dei dilettanti, cialtroni, delinquenti che hanno smontato con determinazione e scientificità lo Stato italiano negli ultimi vent’anni”.

 

Grillo prosegue con l’ennesimo attacco frontale ai partiti: “Quei padri che rifiutano ogni addebito del disastro nazionale, che percepiscono però vitalizi e doppie pensioni, gente canuta che non ha mai avuto il problema della disoccupazione e del pane quotidiano, è ancora qui, ancora a spiegarci come e perché siano le nuove generazioni, i choosy, i bamboccioni, i veri colpevoli – dice – A raccontarci la favola che affidandosi a loro, alla loro esperienza e capacità e senso dello Stato, si cambierà il Paese. Questo dicono i padri puttanieri, quelli che hanno sulle spalle la più grande rapina ai danni delle giovani generazioni. Questi padri che chiagnono e fottono sono i Bersani, i D’Alema, i Berlusconi, i Cicchitto, i Monti che ci prendono allegramente per il culo ogni giorno con i loro appelli quotidiani per la governabilità”.

 

Pd e Pdl, insomma, sono uguali. “Hanno governato a turno per vent’anni, hanno curato i loro interessi, smembrato il tessuto industriale, tagliato lo Stato sociale, distrutto l’innovazione e la ricerca. Pdl e pdmenoelle sono vent’anni che ci prendono per il culo e non hanno ancora il pudore di togliersi in modo spontaneo dai coglioni dopo Penati, Tedesco, Dell’Utri, Cuffaro, Monte Paschi di Siena, dopo il Lodo Alfano, lo Scudo Fiscale e cento leggi abominio. Vent’anni senza riuscire a produrre una legge contro la corruzione e contro il conflitto di interessi, vent’anni per trasformare la legge elettorale in una caricatura anticostituzionale, senza mai trovare il tempo (ah, il tempo…) per cambiarla”. Ma per i “vecchi” partiti la fine è segnata, secondo il comico genovese: “I figli di NN vi manderanno a casa, in un modo o nell’altro, il tempo è dalla loro parte. Hanno ricevuto da voi solo promesse e sberleffi, non hanno nulla da perdere, non hanno un lavoro, né una casa, non avranno mai una pensione e non possono neppure immaginare di farsi una famiglia. Vi restituiranno tutto con gli interessi”.

Mostra altro

IL NUOVO PRESIDENTE (CATTOLICO) DI BERSANI

27 Marzo 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

NEWS_110089.jpg

Mostra altro

L'ACCANIMENTO TERAPEUTICO DI BERSANI

27 Marzo 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Dal 2010 in avanti, il Pd ha cercato di allearsi con l’Udc durante le regionali, mentre nel Lazio sosteneva Emma Bonino. Poi è arrivata la foto di Vasto, un matrimonio ufficializzato con la benedizione della Cgil. Saltando qualche passaggio, è venuto il momento del nuovo Centro montiano, alleato naturale prima delle elezioni. Per poi virare a 360 gradi e andare con il cappello in mano di fronte ai 5 stelle nel post-elezioni. Siamo ora alla ricerca, non tanto nascosta, di un accordo con i Barbari sognanti della Lega (sempre più sovraeccitati intorno al progetto della Macroregione del Nord e al conseguente abbandono al suo destino del Sud), con il benestare del Pdl (il cui aiuto tuttavia si continua pubblicamente a rifiutare). Ovviamente, ciascuna di queste «strategie» di coalizione ha comportato un nuovo «posizionamento». Dalla piena responsabilità verso i vincoli europei con Monti, al superamento della sua agenda, dalla difesa delle province ai tagli draconiani della politica. 

 

Eppure, nonostante questa strabiliante flessibilità, Bersani si dimostra inflessibile verso l’unica formula che parrebbe ragionevole al senso comune, e forse anche all’intuito di chi vede le cose dal colle più alto.  

Tanto che il breve discorso, stanco e crepuscolare, del segretario, potrebbe addirittura suonare come un freno preventivo al Presidente Napolitano, il quale molto probabilmente proporrà, per salvare il salvabile, un governo di tutti e di nessuno, a tempo determinato, con obiettivi ben precisi di riforma delle regole istituzionali. Un messaggio forse più vero ma molto diverso da quello che Bersani aveva lanciato nella Direzione del 6 marzo: «Siamo alternativi al populismo. Siamo nelle mani del Presidente della Repubblica».

 

Estratto da La Stampa

 

Mostra altro

DEDICATO A TUTTI GLI EX PD CHE HANNO VOTATO MV5 STELLE

27 Marzo 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

 

VOI GRILLINI NON VOTERETE LA FIDUCIA A BERSANI ? BECCATEVI QUESTO INSIEME A TUTTI I COMUNISTI CHE VI HANNO VOTATO !

 

1abb6dc6d0_1330661_med.jpg

Mostra altro

Battiato : TROIE IN PARLAMENTO - Franco ha detto solo quello che gli altri nascondono come la polvere sotto il tappeto.

27 Marzo 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

"La gente che ha lavorato tutta la vita è rimasta in qualche modo genuina, invece in Parlamento ci sono delle troie che farebbero di tutto. E' inaccettabile”

franco-battiato-770x510.jpg

 di Caranas

Non vedo perché Battiato dovrebbe scusarsi, ha semplicemente detto la verità, quella stessa verità che molti benpensanti nascondono rivotando Berlusconi per soli fini personali, non certamente per il bene dell’Italia.

“Si dovrebbe aprire un casino e farlo pubblico", ha detto Franco Battiato durante un intervento in una conferenza stampa al Parlamento europeo dedicata al turismo in Sicilia. Ed ancora : "Questa Italia fa schifo. Sono servi dei servi dei servi," ha aggiunto il cantante e assessore per la cultura in Sicilia.

Laura Boldrini , presidente della Camera, non deve meravigliarsi, sa bene che la situazione è quella del puttanaio denunciato da Battiato : "Stento a credere che un uomo di cultura come Franco Battiato, peraltro impegnato ora in un'esperienza di governo in una Regione importante come la Sicilia, possa aver pronunciato parole tanto volgari" . ma quale insulto cara Boldrini, quale oltraggio ? Lo sa anche lei quante puttane sono state sedute e siedono ( si, perché alcune sono le stesse di allora) in parlamento.

Non dimentichiamo che diverse parlamentari della quota rosa , sono le stesse che si coprivano gli occhi davanti al mercimonio che dilagava con disprezzo della dignità delle donne, e sono le stesse che votarono a favore di Berlusconi (non prendendone le distanze) perché Ruby era la nipote di Mubarak . Non meravigliamoci quindi, e poi, chi ha dimenticato Cicciolina ? Come si può dar torto a Battiato ? Doveva star zitto per non offendere l'istituzione ? E perchè, non è una offesa per il cittadino vedere una gran zoccola che approva leggi che lo portano al suicidio?

Mostra altro

_"> A PASQUA NON MANGIARE AGNELLO - GUARDA COME VENGONO UCCISI, TI PASSERA' LA VOGLIA DELLA TRADIZIONE

27 Marzo 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

 

Mostra altro

Don Farinella /Berlusconi

26 Marzo 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #NOTIZIE OGGI

Don Farinella: “Berlusconi? Gli darei l’estrema unzione fino ad annegarlo”

“Certo che darei l’estrema unzione a Berlusconi. Anche subito gli darei l’unzione degli infermi con un bulacco (secchio, ndr) d’olio fino ad annegarlo“. Sono le parole di Don Paolo Farinella, parroco della diocesi di Genova e collaboratore di Micromega, a “La Zanzara”, su Radio24. “Se Berlusconi morisse” – continua il sacerdote – “ci libererebbe da una bella palla di piombo ai piedi, da un bel rospo”. Don Farinella punta il dito anche contro Gianni Letta: “La Chiesa dovrebbe togliergli il titolo di “gentiluomo del Papa”. Lui è stato il sodale di Berlusconi, se non il suo prosseneta, il magnaccino, il compagnuccio che gli apriva e gli chiudeva le porte”. E rincara: “Letta è quello metà cardinale e metà prostituta, quello che gli copriva tutte le vergogne con tutte le foglie di fico possibili ogni volta che questo ne combinava una con le donne e con le porcate che faceva con le varie leggi”. Il parroco torna ancora sulle grane giudiziarie del Cavaliere: “Berlusconi è un mafioso e indubbiamente è un delinquente, da un punto di vista giuridico. Lui dovrebbe stare in galera. La legge dovrebbe essere uguale per tutti, ma noi da diciannove anni a questa parte vediamo che non è così.”. E aggiunge: “Berlusconi è stato condannato una volta, poi non più perché si è fatto le leggi a suo favore altrimenti sarebbe in carcere. Lui però ha evitato la galera e la sta evitando ancora. Basti pensare” – continua – “alla uveite agli occhi. Adesso per la manifestazione gli è passata. Gli viene quando deve andare in tribunale, poi per la piazza si può mettere anche un po’ di pepe per fare finta”. E ancora: “Berlusconi mi sta sulle palle, dove volete che mi stia? Lui non vuole il governo, vuole l’immunità totale, la garanzia di non andare in carcere, vuole salvarsi dai processi e per questo sarebbe disposto a mandare D’Alema al Quirinale, una disgrazia assoluta, la fine del mondo“. Infine, Don Farinella si pronuncia su Magdi Allam (“lui non è mai entrato nella Chiesa”) e sulla presunta “cricca gay” in Vaticano: “Lì è il covo dei gay, sto per pubblicare ad aprile un libro in merito” di Gisella Ruccia

fonte : Il Fatto

Mostra altro

CROZZA - Ballarò 26.3.2013 (video)

26 Marzo 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Mostra altro