Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Post recenti

Poesia nera (Caranas)

31 Gennaio 2019 , Scritto da CARANAS

 

 

Pensando alla morte

Il vecchio e il mare ne accelerano il passo.

Non più sogni di eterno ottimismo

solo il passato che tormenta, che rode

che toglie felicità in assenza di Dio.

Il quando e il come in una morsa astringente,

manca l’ossigeno, solo affanno annaspante

come nel mare scuro che ti avvolge

freddo senza una stella.

 

Caranas

Mostra altro

L'angolo della POESIA (mia)

31 Gennaio 2019 , Scritto da CARANAS

L'angolo della POESIA (mia)

Ancora un passo

 

Amare non sempre è conoscere

anche la giovinezza non è verità.

E la morte invade sempre la vita.

Lo stesso nel mio cuore.

Quante volte ho udito stessa nenia

per l’uno o per altro parente o amico?

Il nero soffoca

l’Inferno è qui.

Dove sei ora mia perla? 

Mi hai bruciato come

queste sigarette che lasciano

cadere da sole la cenere sulla tastiera.

 

,,,,,,,,,,

 

 

Il Re a cavallo

 

Ancora oggi il re a cavallo

con fiaccole di fosforo e selfie.

Non ho l’unguento da mettere sui margini.

Nella tasca del nero

sotto stemmi di Police

il vento entra in sentiero oscuro.

E pullula la morte in mare

e le lacrime al mattino

lo ingrossano sempre di più.

 

Mostra altro

La Calabria che amo

5 Gennaio 2019 , Scritto da CARANAS

Mostra altro

A Peppino Cerveri , un caro amico che è andato a festeggiare il Natale da Mario

16 Dicembre 2018 , Scritto da CARANAS Con tag #Giuseppe Cerveri Fuscaldo

 

Ciao caro amico

 

In realtà nessuno muore.

Noi che abbiamo voluto bene ci siamo,

ci sei ancora tu e ci siamo noi.

È solo l’anima che non  vediamo.

E la tua  ora è solo un’ombra

che al culmine del suo vagare

si adagia ai piedi

d’un fiore non visto.

Come quei fiori gialli

del Calvario che generoso visitasti

e di cui son piene

le campagne fuscaldesi

quando fai ritorno a casa

e vorresti riempirtene del profumo

guardando in alto il rudere del Castello.

Ciao Giuseppe, ciao caro amico.

Mostra altro

Oggi solo tre vignette del mio maestro P.V.

10 Dicembre 2018 , Scritto da CARANAS

 

 

E vabbe', mo la mia 

 

Mostra altro
Mostra altro

La vignetta del martedì

27 Novembre 2018 , Scritto da CARANAS Con tag #Di Maio

 

Mostra altro

Fuscaldo Paese le belle foto

26 Novembre 2018 , Scritto da CARANAS

 

 

Mostra altro

Laura Guazzaloca Partigiana fucilata a 23 anni

24 Novembre 2018 , Scritto da CARANAS Con tag #Laura Guazzaloca partigiana

23 NOVEMBRE 1944

A soli  23 anni,la Partigiana"LAURA GUAZZALOCA"viene fucilata dai fascisti. Fece parte del presidio medico per curare i feriti.Nonostante i tedeschi li risparmiarono dopo la cattura,i fascisti fucilarono  lei e tutti i feriti senza pietà.Bella ciao eroina della libertà.

Laura Guazzaloca, da Enrico ed Ernesta Bonora; nata il 28 gennaio 1920 a Bologna; ivi residente nel 1943. Diploma di istituto magistrale. Maestra elementare. Militò nella 36ma brigata Bianconcini Garibaldi. Fece parte del presidio medico della brigata diretto dal prof. Romeo Giordano. Dopo la battaglia di Santa Maria di Purocielo (Brisighella - RA), mentre il grosso della brigata si apprestava a varcare il fronte, insieme con i dott. Renato Moretti e Ferruccio Terzi rimase ad assistere i feriti gravi, e non trasportabili, nascosti nella canonica di Cavina. Durante il rastrellamento, i tedeschi scoperta l'infermeria, fecero ricoverare i feriti insieme con i medici e gli infermieri nell'ospedale di Brisighella (RA).

Dopo alcuni giorni, i fascisti, fatta irruzione nell'ospedale, li prelevarono per ignota destinazione. Mentre i feriti assieme ai due medici vennero fucilati a Bologna, fu prima incarcerata a Castel d'Aiano e successivamente internata a Fossoli (Carpi-Modena), dove venne fucilata il 23 novembre 1944. Riconosciuta partigiana dall'11 aprile 1944 al 23 novembre 1944.

Mostra altro

Minniti : " Non mi manda Renzi "

19 Novembre 2018 , Scritto da CARANAS

Minniti : Non mi manda Renzi

“Sono Marco Minniti,  penso di aver dimostrato in questi anni di aver una capacità di autonomia politica e una cosa che non si può dire è che io non abbia dimostrato carattere “. Così Marco Minniti a “In Mezz’ora in più” ha risposto alla domanda se lui sia l’uomo di Renzi per la corsa alla leadership del Pd. Il nuovo candidato alla segretaria se la dovrà vedere con il presidente del Lazio Nicola Zingaretti, in campo ormai da mesi e che ha coagulato attorno a sé la sinistra del partito e big di peso come Paolo Gentiloni e Dario Franceschini.

Mostra altro