Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Post recenti

Si avvicina la festa della donna - Fe-minus ?

1 Marzo 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #CAFFE' LETTERARIO

femen-berlusconi-8

di Caranas

Si avvicina l’8 marzo, la festa della donna .Proprio ieri pensavo che se alle donne succedono ancora tante cose brutte fino a quelle estreme (omicidi) non sono poi cambiati molto i tempi rispetto alle origini tanto da domandarci : ma Dio, quando ha creato la donna , era distratto? Come mai tanti personaggi  famosi da Catone a Cicerone (ma non solo questi) avevano una considerazione così desublimante della donna?

Provo a citare qualcosa in merito :

«Qualsiasi malizia è piccola, di fronte alla malizia della donna.E non c’è ira peggiore di quella delle donne » [ Ecclesiaste, 25,19];

« Non conviene sposarsi. Che cos’altro è la moglie, se non la nemica dell’amicizia, la pena alla quale non si può sfuggire, il male necessario, la tentazione naturale, la calamità desiderabile, il pericolo domestico, il danno dilettevole, il male di natura, dipinti a tinte vivaci ?» [ Giovanni Crisostomo, commentando il vangelo di Matteo ];

« Le donne sono deboli di intelletto, quasi come i bambini » [Terenzio, Hecyria, III,1];

« Ho trovato la donna più amara della morte perché è una trappola, il suo cuore una rete, le sue mani catene, chi piace a Dio la fugge, chi è peccatore è catturato da lei » [Proverbi, 7,25-27];

« Una donna quando pensa da sola , pensa cose malvagie» [Seneca];

« Quando piange , una femmina tende insidie con le sue lacrime» [Catone];

« Il fondamento di tutti i vizi della donna è l’avidità» [Cicerone];

« Al mondo ci saranno pur donne di qualche virtù , ma questo dipende dal Nuovo Testamento, quando il nome della prima prevaricatrice,  Eva, è stato cambiato in Ave »  [Gerolamo – traduttore della Bibbia in latino].

C’è anche chi sostiene che foemina deriva da fe-minus, cioè minor fede, portata all’eresia.

E con questa matrice culturale si può capire quindi come le donne, tenderanno a scegliersi il miglior provider sul mercato, ma non disdegneranno il supermaschio per una notte.

Resta il fatto che la violenza sulle donne costituisce oggi una vera emergenza e le vittime non trovano il coraggio di denunciare, anche perché, in un contesto culturale maschilista, la violenza non è sempre percepita come un crimine. Buon 8 marzo a tutte.

 

 

Mostra altro

SE RIDI RIMANI GIOVANE

28 Febbraio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

733855_618730641476372_642344724_n.jpg

644269_614294675253302_879438459_n.jpg

6563_617970308219072_1527980580_n.jpg

Mostra altro

LA LETTERA DI VIOLA A BEPPE GRILLO

28 Febbraio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Caro Beppe,

scrivo a te e intendo parlare a tutti i nuovi parlamentari del Movimento 5 Stelle. 

Mi chiamo Viola, ho 24 anni. Ho votato, e l’ho fatto con molta speranza, il M5S. Sono tra quei milioni di giovani che credono in una rivoluzione gentile: in un Paese solidale, più pulito e giusto, capace di tutelare i cittadini, il loro lavoro, l’ambiente in cui vivono. Io vorrei un’Italia in cui le persone tornino a essere cittadini e smettano di essere sudditi, un’Italia che rispetti i nostri sogni e li sostenga. Vi ho votati con queste speranze nel cuore. 

Il M5S ha ottenuto una vittoria alla quale in pochi credevano. Ma un sistema elettorale malato ha prodotto un risultato che non garantisce  governabilità. Il mandato del Presidente della Repubblica Napolitano è in scadenza, le Camere non possono essere sciolte, non da lui: non si può tornare subito alle urne. Questo Parlamento avrà forse vita breve, ma non brevissima.

Ti scrivo, e spero saranno in tanti a sottoscrivere questo mio appello, perché gli eletti del M5S hanno un’occasione storica. Da ciò che decideranno dipenderà un pezzetto di storia della Repubblica che può aprirci al futuro o consegnarci per sempre al passato. Dobbiamo scongiurare qualsiasi ipotesi di alleanza PD-PdL, e non permettere alla minoranza di Monti di condizionare gli equilibri parlamentari. Possiamo respingere il ritorno di Berlusconi e costringere Bersani ad accettare le sfide che i suoi stessi elettori vorrebbero raccogliesse.

Si possono fare poche cose, prima di tornare alle urne, in poco tempo:

 

1. Una nuova legge elettorale;

2. Una legge contro la precarietà e l’istituzione del reddito di cittadinanza;

3. La riforma del Parlamento, l’eliminazione dei loro privilegi, l’ineleggibilità dei condannati;

4. La cancellazione dei rimborsi elettorali;

5. L’abolizione della legge Gasparri e una norma sul conflitto d’interessi;

6. Una legge anticorruzione che colpisca anche il voto di scambio; e l’istituzione di uno strumento di controllo sulla ricchezza dei rappresentanti del popolo (il “politometro”);

7. Il ripristino dei fondi tagliati alla Sanità e alla Scuola;

8. L’istituzione del referendum propositivo senza quorum;

9. L’accesso gratuito alla Rete;

10. La non pignorabilità della prima casa.

 

Lo so, non sono tutte le cose che il M5S vorrebbe realizzare. Sono alcune, quelle che mi sembrano più urgenti e realizzabili in tempi brevi. 

Trasformatele in realtà e tra pochi mesi l’Italia sarà già un Paese pronto per ripartire. Sono impegni, caro Beppe, che possono raccogliere il consenso di molte persone che come me hanno a cuore il futuro, i più deboli, il Paese. E non tutte hanno votato M5S. 

Al PD sarà quasi certamente dato mandato di provare a formare un nuovo Governo. Non ci sono molte possibilità: se i senatori del M5S si astengono o votano contro, sarà paralisi, o peggio, vedremo un qualche Monti bis. I senatori del Movimento potrebbero anche uscire dall’aula, al momento delle votazioni, e così consentire forse la nascita di un Governo di minoranza: ma questa sarebbe vecchia politica, un patto di governo silenzioso che non renderebbe giustizia alla trasparenza che vogliamo portare nelle Istituzioni.

Allora poniamo noi le giuste condizioni al partito di Bersani: in cambio dovranno presentare in Parlamento quelle riforme che ci stanno a cuore e che possono far diventare l'Italia migliore. 

Queste elezioni sono costate quasi 400 milioni di euro. Non è difficile capire ciò che gli elettori chiedono.A voi, che siete i nostri dipendenti, è stato dato un mandato. Raccogliete questa sfida e cominciamo subito a cambiare l’Italia, per il bene di tutti. 

Caro Beppe, non sprecare il mio voto. L’ho dato con la testa e con il cuore.

 

Ti saluto con amicizia,

 

Viola


Mostra altro

Le ripetizioni di Benedetto XVI

28 Febbraio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Ripetizioni-copia-1.jpg

Alle 17, Benedetto XVI ha lasciato in elicottero il Vaticano per dirigersi a Castel Gandolfo. Qui ha tenuto l'ultimo discorso. Prima un tweet: "Grazie per il vostro amore e il sostegno".  Alle 20 le guardie svizzere chiuderanno il portone e se ne andranno .

Mostra altro

Bimbo a pezzi, la campagna choc

28 Febbraio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #NOTIZIE OGGI

L'affissione dei vegan contro il consumo di prodotti d'origine animale. Un bambino nella confezione sottovuoto della carne da supermarket

bimbo.jpg 

GROSSETO - Ha destato molto scalpore e promette un mare di polemiche il manifesto apparso questa mattina a Grosseto. Nell’immagine si vede un bambolotto (molto simile a un bambino) fatto a pezzi e confezionato in una porzione del tutto uguale a quelle in cui viene venduta la carne sui banchi della macelleria. E il messaggio lanciato è proprio questo, firmato dai vegan, coloro che rifiutano il consumo di prodotti d’origine animale come cibo o per qualsiasi altro scopo. L’iniziativa è portata avanti da due associazioni: quella «Campagne per gli animali» (con sede in provincia di Treviso) e quella «Associazione d’Idee onlus», che ha portato avanti la raccolta fondi volontaria per coprire le spese dell’affissione.

Mostra altro

Questa volta Napolitano merita l'onore delle armi

28 Febbraio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

e Napolitano ora viene difeso da Grillo

 

napolitano_chapeau.jpg

In questi anni è stato criticato per molte scelte a mio avviso sbagliate, ma ieri in Germania ho visto, al termine del suo mandato, il mio presidente della Repubblica. Un italiano che ha tenuto la schiena dritta. Il candidato cancelliere dell’SPD come successore di Angela Merkel, Peer Steinbrueck, ha commentato i risultati delle nostre elezioni “Sono inorridito dalla vittoria di due clown nelle elezioni italiane”, dando in sostanza degli imbecilli a circa 8.700.000 italiani che hanno votato il M5S e ai 7.300.000 che hanno scelto il Pdl. Una dichiarazione offensiva che denota arroganza e scarsa intelligenza politica, doti necessarie per ambire alla carica di cancelliere. In seguito non si è neppure scusato e dopo una telefonata con il Presidente della Repubblica ha dichiarato “Ho detto quello che ho detto!”. Napolitano ha deciso di non incontrare Steinbrueck “Parole fuori luogo o peggio, non ci sono le condizioni di un incontro. Rispettiamo la Germania, ma l’Italia esige rispetto”. 

Mostra altro

Ed ecco Ber-illo il nuovo presidente del consiglio

28 Febbraio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

BEMX9SZCQAADH8s.png

Mostra altro

PUO' ANCHE AVER RAGIONE MA FA TUTTO LUI E LA RETE NON CONTA UN CATZ

28 Febbraio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

 

 PD INCASTRATO

PD-incastrato-tra-due-comici.jpg

Bersani è uno stalker politico. Da giorni sta importunando il M5S con proposte indecenti invece di dimettersi, come al suo posto farebbe chiunque altro. E' riuscito persino a perdere vincendo. Ha superato la buonanima di Waterloo Veltroni. Bersani ha passato gli ultimi mesi a formulare giudizi squisitamente politici, ricordiamoli:

"Fascisti del web, venite qui a dirci zombie"

"Con Grillo finiamo come in Grecia"

"Lenin a Grillo gli fa un baffo"

"Sei un autocrate da strapazzo"

"Grillo porta gente fuori dalla democrazia"

"Grillo porta al disastro"

"Grillo vuol governare sulle macerie"

"Grillo prende in giro la gente"

"Nei 5 Stelle poca democrazia”

"Grillo fa promesse come Berlusconi"

"Grillo dice cose sconosciute a tutte le democrazie"

"Grillo? Può portarci fuori da Europa"

“Basta con l’uomo solo al comando, guardiamoci ad altezza occhi, la Rete non basta"

"Se vince Grillo il Paese sarà nei guai"

"Siamo di gran lunga il primo partito e questo vuol dire che siamo compresi. Perché a differenza di quello lì che urla, noi ci guardiamo in faccia, noi facciamo le primarie, stiamo tra la gente"

"Indecente, maschilista come Berlusconi"

"Da Grillo populismo che può diventare pericoloso"

Ora questo smacchiatore fallito ha l'arroganza di chiedere il nostro sostegno: "So che fin qui hanno detto 'tutti a casa' ora ci sono anche loro, o vanno a casa anche loro o dicono che cosa vogliono fare per questo paese loro e dei loro figli".

Negli ultimi venti anni il Pd ha governato per ben 10 anni e nell'ultimo anno e mezzo ha fatto addirittura il governissimo con il pdl votando qualunque porcata di Rigor Montis. Strette di mano e abbracci quotidiani tra Alfano e Bersani alla Camera, do you remember?

Il M5S non darà alcun voto di fiducia al Pd (nè ad altri). Voterà in aula le leggi che rispecchiano il suo programma chiunque sia a proporle. Se Bersani vorrà proporre l'abolizione dei contributi pubblici ai partiti sin dalle ultime elezioni lo voteremo di slancio (il M5S ha rinunciato ai 100 milioni di euro che gli spettano), se metterà in calendario il reddito di cittadinanza lo voteremo con passione.

Mostra altro

Ieri la vittoria di Pirro, oggi il canto del cigno

27 Febbraio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

roberto-maroni-lega-nord-2-770x513.jpg

Una cosa è saltata subito all’occhio al momento della conferenza stampa di Roberto Maroni dopo il successo alle elezioni regionali della Lombardia che gli ha consegnato la poltrona di Governatore ai danni di Umberto Ambrosoli, ovvero la mancanza del colore verde.

TANTO AZZURRO, POCO VERDE - Si, certo, la cravatta d’ordinanza era saldamente legata al collo di “bobo” ma quello sfondo azzurro ha fatto capire che qualcosa è cambiato. Perché se da un lato è vero che la Lega Nord ha conquistato la Lombardia unendo a sé nella fantomatica “macroregione” Piemonte e Veneto, è pur vero che per arrivare a questo risultato il partito ha deciso di voltare le spalle all’elettorato alleandosi con il Popolo della Libertà in cambio della candidatura a scapito di Gabriele Albertini. E da questo punto di vista il risultato è assolutamente positivo. Ma dall’altro lato c’è un piatto che piange miseramente: 35 tra deputati e senatori ed un crollo di quasi 2 milioni di voti.

IL MALCONTENTO - Nel 2008 il Carroccio conquistò 3.024.543 voti mentre lo scorso weekend i consensi sono stati 1.390.156. Certo ha pesato lo scandalo finanziario che ha investito Umberto Bossi ed il cerchio magico, fino ad arrivare alla laurea del Trota e del fidanzato di Rosy Mauro, ma da solo non basta a spiegare la debacle che sta nei numeri. Partiamo da una riflessione pubblicata su una pagina Facebook curata da alcuni fan di Flavio Tosi, sindaco di Verona. Nello specifico Pierfrancesco, questo il nome dell’utente, è molto chiaro e diretto:

La realtà è un’altra e ben più triste: maroni per prendersi la presidenza della Lombardia, ha fatto l’alleanza con Berlusconi e il risultato è il dimezzamento dei voti della LEGA in Veneto e in Piemonte. Praticamente la LEGA va verso l’estinzione e non sarà in grado di mantenere nessuna promessa perchè è fuori dal Governo. Fino a quando i Veneti e i Piemontesi sopporteranno la prepotenza dei Lombardi?

Mostra altro

Coppia che scoppia (vignette)

27 Febbraio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Perchè dovrei scrivere di cose serie ? Tanto non frega niente a nessuno ! E allora ridiamoci sopra.

Le mie prime vignette fatte a mano con i pastelli

 

vignetta amore 2

l'idea dei due occhi (maschio femmina) non era poi così male

vignetta-amore-4.jpg

vignetta-amore-5.jpg

Mostra altro