Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Post recenti

Natale 2012 - Il presepe di Caranas

20 Dicembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #ARTE

DSCF1115

DSCF1117.JPG

DSCF1118.JPG

DSCF1121.JPG

DSCF1123.JPG

DSCF1127.JPG

DSCF1128.JPG

DSCF1130.JPG

Mostra altro

Ciao, buonanotte

19 Dicembre 2012 , Scritto da CARANAS

224844_574720909210679_812339906_n.png

546567_574720189210751_1483044017_n.jpg

Mostra altro

IL RITORNO DEL NANO MALEFICO

19 Dicembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Il-ritorno-del-nano.jpg

Il-ritorno-del-nano-malefico.jpg

Mostra altro

Aspettando il Natale

19 Dicembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Babbo-Natale-2012.jpg

Mostra altro

La Russa se ne va, Gasparri resta

19 Dicembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

La Russa 

Dividersi per poi ritrovarsi alleati. Dentro il calderone del centrodestra,  il Popolo della libertà conosciuto fino a oggi ha le ore contate, pronto a sciogliersi in varie correnti.

Parola di Ignazio La Russa, coordinatore del partito: «Annunciamo che l'intenzione già nota di dar vita a un movimento di centrodestra viene confermata. In accordo con il Popolo della libertà per correre in coalizione».

NON SOLO EX AN. Lo ha detto nel corso di Porta a Porta, spiegando la composizione del gruppo: «Il 16 dicembre c'è stato l'appuntamento di un movimento parallelo degli amici Meloni, Crosetto, Rampelli, Cossiga, un movimento che ha bisogno ancora di qualche ora per poter insieme a noi dare vita a un movimento autonomo che non sarà composto solo da ex An. Il nome non sarà necessariamente centrodestra nazionale. L'intenzione è quella di dare più forza al centrodestra».

GASPARRI: «PREVALGA L'UNITÀ». Di certo nella nuova avventura non sarà presente il capogruppo del Pdl alla Camera Maurizio Gasparri: «Ho sempre sostenuto le ragioni dell'unità del centrodestra e ho partecipato con convinzione e con ruolo attivo alla fondazione del Popolo della libertà. Mi auguro che ci sia tempo e modo per far vincere l'unità del Pdl», ha detto declinando la nuova offerta di La Russa.

Mostra altro

PRIMARIE PD : cogliete l’attimo compagni, questa è falsa democrazia

19 Dicembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Liste: fuori Veltroni, D'Alema e Parisi, dentro Bindi , Fioroni , Finocchiaro e Parisi e tanti altri.

images.jpg

Alle primarie mi sono espresso per Bersani ma già mi pento. Anche per Ambrosoli i giochi erano già stati fatti , ma lì almeno mi resta la consolazione di non aver votato. Renzi, come prevedibile, li avrebbe “rottamati” tutti in blocco (“Io ero perché non ci fossero derogati”: ha detto più volte). E invece i 10 “elefanti”, o “dinosauri” del Pd che dir si voglia, sono tutti lì. Pronti per candidarsi alle primarie per il Parlamento. Da regolamento, oltre le 3 legislature si dovrebbe essere fuori. E invece ieri il partito ha acconsentito a tutte e 10 le richieste di deroga. Ma che bella democrazia, ti vien proprio voglia di dire : “andate a farvi fottere!”

Che poi, dovrei essere rappresentato da Rosy Bindi (conosciuta personalmente e che pure ho difeso quando fu attaccata da Berlusconi : “Lei è più bella che intelligente !”) che , come dice Crozza rappresenta la legge di gravità  così com’è attaccata alla sua poltrona da più legislature ? o dovrei essere rappresentato dalla Finocchiaro, quella che ha votato contro la riduzione delle pensioni d’oro ?

Le 10 deroghe

Ecco allora che alle primarie del 29 o 30 dicembre ritroveremo l’attuale presidente del Pd Rosy Bindi e la capogruppo dei senatori Anna Finocchiaro (5 legislature); l’ex ministro della Pubblica istruzione Giuseppe Fioroni e la senatrice Maria Pia Garavaglia (3 legislature); l’ex presidente del Senato Franco Marini (4 legislature). E ancora Gianclaudio Bressa, Cesare Marini, il senatore Giuseppe Lumia, Giorgio Merlo e Maurizio Agostini. Evidentemente hanno ancora tanta fame.

La loro presenza in Parlamento non sarà scontata. Tutti e 10 si sottoporranno al giudizio del voto durante le primarie. Ma l’esito è già scontato. Si sa.

Chi invece ha scelto di non partecipare alla competizione sarà Massimo D’Alema; Walter Veltroni, Livia Turco; Arturo Parisi, Marco Follini, Tiziano Treu.

Solo il 10% “nominati”. Ma solo chi "supera" le primarie entrerà alla Camera e in Senato? In realtà no.

Bersani si riserva una sorta di “listino bloccato”. Circa una novantina, un 10% dei candidati, scelti da lui e non dagli elettori. Maurizio Migliavacca, coordinatore della segreteria, ribadisce: “Il 90% dei nostri parlamentrari sarà scelto con le primarie”.

Tra i fortunati, ci saranno l'ex leader della Cgil Guglielmo Epifani, Miguel Gotor, e il politologo Carlo Galli e tanti altri. Naturalmente sono esclusi i renziani Ceccanti e Giachetti . Alla faccia della democrazia ! Ma quanto mi piacerebbe dare il voto a Grillo, io però, sono un sentimentale... vedremo.

 

Mostra altro

Profezia Maya - il 21 /12 è vicino

15 Dicembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

Maya.jpg

Non è la prima volta che l’umanità comincia a provare un certo timore al sopraggiungere di alcune date indicate a titolo profetico come fatidiche, è già successo ad esempio per l’anno mille e il fenomeno si è ripetuto ancora nell’anno 2000 (almeno per gli stati che seguono il calendario gregoriano) durante il nostro primo giorno d’ingresso nel terzo millennio. Per il futuro quindi dovremmo poter dormire sonni tranquilli poiché i dati statistici dimostrano che le profezie sulla fine del mondo sono solo derive della fantasia umana. Ciononostante da qualche tempo il giorno del 21 dicembre dell’anno 2012 viene sempre più insistentemente indicato da molti come la prossima data di scadenza per imminente arrivo di una catastrofe. Insomma, la storia sembra ripetersi e per rendersene conto basta digitare la parola chiave “apocalisse 2012” su uno dei principali motori di ricerca. Ma è proprio vero che anche questa volta siamo alle prese con l’ennesima bufala? La profezia Maya è veramente solo una “profezia” o piuttosto una previsione astronomica basata su conoscenze dei cicli cosmici che noi ancora non conosciamo?

 

Mostra altro

Ed io pago ! Regione Lombardia, indagati 40 consiglieri Pdl e Lega per peculato

15 Dicembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Ma che bella faccia tosta. Grazie Berlusconi, grazie Bossi e Formigoni ! Addavenì baffone !

 

r-SCANDALOREGIONELOMBARDIA-large570.jpg

Cene di lusso, munizioni e pure 'Mignottocrazia',comprato da Nicole Minetti coi soldi pubblici. Oltre a lei, convocata dai pm il prossimo 19 dicembre,  decine di colleghi, finiscono sotto inchiesta anche i capigruppo Pdl e Lega. Tra i rimborsi anche 15mila euro di brioche e caffè e 27mila di noleggio auto e taxi. Chiedevano i rimborsi anche per comprare  caffè e sigarette. Una quarantina di consiglieri regionali lombardi di Pdl e Lega sono indagati in un'inchiesta della procura di Milano sulle spese dei gruppi consiliari. Qualcuno giustificava come "impegno istituzionale" persino l'acquisto di cioccolatini, munizioni per andare a caccia, degustazioni di cocktail, cappuccino e brioche, e il panino del Mac Donald.

Sono 40 i  consiglieri al Pirellone nel mirino della Procura con l’accusa di peculato. Importo stimato: 2 milioni di euro dal 2008 al 2012. Non solo. Oltre ai capigruppo Paolo Valentini del Pdl (“Spese nel pieno rispetto delle normative e dei budget regionali”) e Stefano Galli della Lega Nord, spunta tra gli indagati anche Nicole Minetti, già imputata nel processo sul caso Ruby con scontrini ‘sospetti’ per 27mila euro. Fra le altre cose, l’ex igienista dentale chiede (e ottiene) il rimborso di  ’Mignottocrazia‘, il libro del collega di partito Paolo Guzzanti che include un capitolo dedicato a lei. Ma c’è dell’altro. Nella lista compare anche un iPad. Forse lo usava in Consiglio regionale? Niente affatto, perché il Pirellone aveva già regalato a ciascun consigliere il tablet da centinaia di euro. Poi ci sono ristoranti alla moda, 400 euro per una cena al ristorante da Giannino e consumazioni per 832 euro al Principe di Savoia, di cui la Minetti dovrà rispondere davanti ai pm il 19 dicembre. E tra gli indagati finisce anche Renzo Bossi, il figlio del Senatur che avrebbe comprato videogiochi, sigarette e Red Bull. Secondo il legale del Trota Alessandro Diddi: ” Tutte le spese di Renzo Bossi sono documentalmente riferibili all’attivitàpolitica e non ve ne è alcuna che possa essere ricondotta ad esigenze personali”.

Agli acquisti della Minetti si aggiungono un iPhone 5 da 899 euro, oltre a una crema per il viso. Numerosi scontrini per cene in ristoranti giapponesi, 27 euro per acquistare “barattoli di sabbia in vetro giallo”. Complessivamente, le spese della consigliera ammontano a oltre 6 mila euro per il 2010, 15 mila euro per il 2011 e oltre 6 mila euro per il 2012. Quindi, oltre 27 mila euro in tre anni.

 

Mostra altro

Crozza del venerdi

14 Dicembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Monti-Ruby.jpg

Mostra altro

IL NIPOTE DI MONTI (vignetta)

13 Dicembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Spread-Monti.jpg

Mostra altro