Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Post recenti

Le poesie di Caranas

20 Settembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #POESIA

Ritorno in apatia

 A-Ritorno.jpg

 

Ora vedo la pianura con filari d’alberi a confine

e vi affondo gli occhi catturandola

aderente alle pareti dello stomaco

come un guanto di trasparente lattice.

 

Stiamo arrivando, tra poco saremo in Centrale.

Incomincia a piovere  e quel verde si offusca .

Ci sta proprio bene  una lavata al cuore,

ed anche alla mente.

 

Tutu- tum,  tutu-tum,  mi è rimasto nelle orecchie

per tutta la notte, ora non lo sento più,

siamo in Lombardia.

Tutto scivola col niente da spiegare.

 

Allento piano  la presa d’appoggio

e cerco vie d’uscita.

No, non si può fumare .

 Il crampo torna con la realtà

oltre la lucida fibra dei sensi

col cielo  grigio in aria che palpita di brezza.

 

Solo venti minuti ancora,

poi quel buco scuro  ci ammanterà

e ricomincerà il trantran.

E’ passata la notte , ma non la stretta.


Tutti i diritti sono riservati by Carmelo Anastasio (2001)

Mostra altro
Mostra altro

L'esca del cainano

19 Settembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

L'esca del nano

Mostra altro

SPUNTA FUORI UN FRAMMENTO DI PAPIRO SBIADITO DEL IV SECOLO IN CUI SI LEGGE (A MALAPENA): “E GESÙ DISSE LORO: 'MIA MOGLIE...'”

19 Settembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #RELIGIONE

Il vangelo della moglie di Gesù

 papiro-prova-gesu-189805_tn.jpg

"E Gesù disse loro: 'mia moglie...'". Sono le inaspettate parole scritte in lingua copta su un frammento di papiro del IV secolo d. C. reso pubblico per la prima volta ieri a Roma al decimo Congresso internazionale di studi copti (ancora in corso) da Karen King, studiosa del primo Cristianesimo e docente presso la Harvard Divinity School. È la prima (e unica) volta, come sottolinea lo Smithsonian Magazine, che si viene a conoscenza di un testo antico in cui si accenna a una moglie di Gesù, identificabile con Maria Maddalena.

 gesu-cristo-maria-189804_tn.jpg

Il frammento, vergato con inchiostro su papiro, è molto piccolo, appena 4x8 centimetri, circa le dimensioni di una carta di credito, e quasi completamente illeggibile: otto frasi sono intellegibili su uno dei due lati e appena poche parole sull'altro nel quale l'inchiostro è quasi completamente sbiadito. Trentatré parole in tutto.

 

Il testo è un dialogo tra Gesù e i suoi discepoli e apparterrebbe a quello che King ha battezzato Gospel of Jesus' wife, ovverosia il Vangelo della moglie di Gesù, scritto originariamente in greco. A causa della sua somiglianza con altri testi come il Vangelo di Tommaso e il Vangelo di Filippo, viene fatto risalire alla seconda metà del II secolo d.C.

 

"Non è certo una prova del fatto che Gesù avesse una moglie", specifica subito Karen King: "quanto di quello che nel II secolo d.C. qualcuno aveva la certezza che fosse sposato. Del resto - continua la storica statunitense - non vi sono neanche prove certe del fatto che Gesù non fosse sposato anche se la tradizione cristiana ha sostenuto questa posizione".

 maria-maddalena-189806_tn.jpg

È interessante, fa notare la studiosa, che è sempre nel II secolo d.C. che compaiono i primi testi che raffigurano Gesù come uomo celibe. Un periodo troppo lontano da quello in cui Gesù ha vissuto perché qualunque testo possa essere come una definitiva prova storica, in un senso o nell'altro. " Tuttavia, questa è la prova che l'intera questione sullo stato civile di Gesù è nata in quel periodo, più di un secolo dopo la sua morte, come parte del dibattito tra i primi cristiani sulla condotta più idonea in termini di sessualità e matrimonio".

 

Ma come fare a dire che questo frammento, che getta acqua su un fuoco antico quasi 2.000 anni, non è un falso? La stessa King era molto scettica riguardo l'originalità del frammento quando per la prima volta, nel 2010, venne contattata dal suo proprietario, un collezionista rimasto anonimo, perché lo studiasse: " Non credevo che si trattasse di un pezzo autentico e ho detto che non ero interessata a vederlo". Il proprietario però insistette e ottenne un colloquio nel marzo di quest'anno, durante il quale lasciò alla storica di Harvard il prezioso frammento.

Vederlo non bastò alla ricercatrice per convincerla a occuparsene sul serio, tuttavia fu sufficiente per chiedere l'intervento di due esperti. I primi a essere contattati, come racconta il New York Times, sono stati Roger Bagnall, papirologo e direttore dell' Institute for the Study of the Ancient World della New York University e AnneMarie Luijendijk docente di un corso sul Nuovo testamento e il primo Cristianesimo alla Princeton University.

 

I due hanno esaminato attentamente il frammento non trovando nessun buon motivo per metterne in dubbio l'autenticità. Al contrario ne trovarono diversi a favore come l'assorbimento dell'inchiostro da parte delle fibre di papiro, tale da rendere il testo quasi illeggibile. " Sarebbe stato impossibile da falsificare", ha dichiarato Luijendijk. Anche l'analisi grammaticale e ortografica condotto da Ariel Shisha-Halevy, docente di linguistica ed esperto di lingua copta della Hebrew University di Gerusalemme, ha ottenuto lo stesso verdetto. " Sono convinto - sulla base dello studio del linguaggio e della grammatica adoperati - che il testo sia autentico".

 

gesu-cristo-maria-189802_tn.jpg

Ovviamente queste analisi non sono sufficienti per dichiarare con certezza che si tratti di un pezzo autentico, e ne saranno necessarie altre, come quelle sulla composizione chimica dell'inchiostro. Tuttavia hanno dato a Karen King un buon motivo per cominciare a lavorare sul serio alla traduzione e interpretazione del testo. Un lavoro di mesi che ha portato alla scoperta della testimonianza di un possibile matrimonio di Gesù e Maria Maddalena e alla scrittura di un paper che sarà pubblicato il prossimo gennaio sulla Harvard Technological Review.

 

Quale sarà l'effetto di questa scoperta sull'infinito dibattito cristiano a proposito di matrimonio e sessualità non si può ancora prevedere, tuttavia il testo del frammento solleva questioni che non possono rimanere irrisolte, come sottolinea la storica di Harvard: " Come mai sono sopravvissuti fino a oggi solo testi scritti a favore del celibato di Gesù? E come mai tutti quelli che mostravano una relazione intima con Maddalena o un eventuale matrimonio sono andati perduti? È stato solo un caso? O è stato perché quella del celibato era divenuta l'opzione più conveniente per il Cristianesimo?". E, aggiungiamo noi: che Dan Brown ci avesse azzeccato col Codice da Vinci?

 

fonte : C.Visco per "Wired.it"

Mostra altro

Primarie PD - Renzi è pronto, Vendola tentenna

19 Settembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Vendola-e-le-primarie.jpg

 

Matteo Renzi, il rottamatore,  lancia la sua campagna per le primarie del Pd e la battaglia a distanza con il leader del partito democratico Pier Luigi Bersani, mentre Nichi Vendola ha annunciato che dirà tra un paio di settimane se intende o meno partecipare alle primarie. "Ho preso due settimane di tempo per sciogliere la questione - ha spiegato in un'intervista a "Pubblico" - Farò un discorso a fine mese. Se sceglierò di partecipare, è ovvio che sarò disponibile a sostenere chi vince, anche Renzi".

Vendola ha poi spiegato che quanto alle alleanze"la distanza con Di Pietro si è accorciata perchè l'Idv a un certo punto ha fatto un'inversione a 'U' sui temi sociali e del lavoro. Da quel momento in poi per me ci sono tante distanze con tanti interlocutori: con l'Udc sono incolmabili, con l'Idv no", distanze che comunque persistono con il Pd che "ha votato provvedimenti normativi da brivido. Ma noi che dobbiamo fare? O uno si presenta al mondo dicendo 'votate la mia splendida solitudine, oppure prova ad immaginare qual è il migliore protagonista potenziale per un avanzamento dell'Italia, sapendo che è un avanzamento che parla all'Europa".

 

Mostra altro

Per i pensionati italiani, il fisco, soprattutto quello locale, è un vero salasso

18 Settembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Ed io pago !

 pensionati-tasse.png

 I pensionati italiani pagano una media annuale di 1500€ di tasse e tariffe: questo è ciò che è stato appena diffuso dallo Spi-Cgil, il sindacato dei pensionati, che ha svolto uno studio sul peso complessivo del prelievo fiscale e delle principali tariffe sulle pensioni. A pesare maggiormente è la tassazione locale più che quella nazionale… ed oggi 17 settembre c’è da pagare la seconda rata dell’ IMU sulla prima casa, per i quasi 900.000 proprietari che hanno scelto la formula delle tre rate.

Sulle pensioni degli italiani ,  l’ addizionale regionale Irpef ha un peso molto rilevante, Irpef che è passata dallo 0,9% al 2,3% in quelle regioni che hanno fatto segnare un deficit sanitario; ovviamente è cresciuta anche l’ addizionale Irpef comunale, che nella maggioranza delle città è ora allo 0,8%.

Capitolo IMU: l’ imposta municipale sugli immobili di proprietà riguarda circa 9 milioni di pensionati italiani: la media è di circa 200/300€ all’ anno (ma probabilmente i valori sono più alti)-

Per il prossimo anno c’è anche da aggiungere la nuova tassa comunale sulla raccolta dei rifiuti (Tares) che sostituirà le due precedenti imposte (Tarsu e Tia): l’ aumento potrebbe anche essere di 30 euro a famiglia.

Da quello che lo studio Spi-Cgil ha mostrato, si evince che la tassazione locale avrà, per questo 2012 e nel 2013, un peso davvero alto sulle tasche dei pensionati: circa 700-800 euro all'anno, ovvero più di una mensilità di pensione media netta.

 

Ma non è solo il fisco a svuotare le tasche degli italiani, in particolare dei pensionati: per un importo medio di 450€ all’ anno la bolletta energetica (luce, gas) è un vero salasso, come del resto quella per l’ acqua che si aggira sui 230€ annui.


Ti viene voglia quasi di non pagare un cazzo, trasferirti in Brasile e mandarli tutti Abbafànculo.

Mostra altro

Una giornata scout raccontata da Emilio Cesario (Fuscaldo)

18 Settembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #FUSCALDO

Sansone e compagni

Cesario.jpeg

Mostra altro

L'arte della commedia napoletana

18 Settembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #CAFFE' LETTERARIO

23rjwc0

De-Crescenzo-1.jpeg

De-Crescenzo-2-copia-1.jpeg

De-Crescenzo3.jpeg

tram1.jpg

Mostra altro

Berlusconi : aboliremo l'IMU

17 Settembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Non la smetterà mai di imbrogliare gli italiani con le sue cazzate

L-IMU-e-il-ritorno-del-nano.jpg

Silvio Berlusconi non scioglie il rebus della propria ricandidatura a premier ma torna a dire la sua a trecentosessanta gradi. L'occasione e' la breve crociera, da Venezia a Bari, organizzata dal ''Giornale'' con i suoi lettori e che si conclude con una intervista rilasciata al direttore del quotidiano, Alessandro Sallusti.

Berlusconi parla di tasse, Imu, fiscal compact, Banca centrale europea, Rai. E anche di Matteo Renzi, outsider nelle primarie del Pd. In apertura, sostiene che durante una grave crisi economica ''il fattore psicologico e' fondamentale''. L'ottimismo non e' pero' sufficiente, chiarisce.

Da qui la richiesta a Mario Monti di abbassare la pressione fiscale giunta negli ultimi mesi fino al 55% in modo da poter uscire dalla recessione. Intanto, annuncia che un governo di centrodestra cancellerebbe immediatamente la tassa municipale sugli immobili (Imu): ''La casa e' il pilastro su cui ogni famiglia fonda il suo futuro''.

Mostra altro

Il senso di Antonello Venditti per la Calabria

17 Settembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

ANTONE-1.JPG 

 

Antonello Venditti cancella un concerto a Vibo Valentia. Per necessità, visto che una sua battuta di tre anni fa ha provocato una rivolta dei calabresi sul web. Ne parla il Corriere:

 

Tutto risale al 2009, quando su You- Tube appare un video girato in Sicilia a un concerto di Venditti dell’estate precedente. L’artista introduce un brano con un discorso sulle mille difficoltà dell’isola. Rincuora il pubblico dicendo che lì si sta molto meglio che oltre lo Stretto. «Perché Dio ha fatto la Calabria? Spero si faccia il ponte almeno la Calabria esisterà — dice —. Qualcuno deve fare qualcosa per la Calabria. Qui si trova la cultura, in Calabria non c’è veramente niente». Già all’epoca si erano scatenate le polemiche, con i politici locali in prima linea a difendere l’onore del territorio.

Venditti aveva chiesto «scusa a chi si è sentito offeso» in un’intervista alle «Iene». Aveva riparato alla gaffe spiegando che il suo bersaglio non era la Calabria e la sua gente in generale, ma quella parte che non combatte e accetta la presenza della criminalità organizzata:

Evidentemente non è stato sufficiente. I calabresi hanno la memoria lunga. Così nei giorni scorsi i vecchi rancori sono riaffiorati su internet. Con una campagna per fermare lo show. «Concerto di Venditti in Calabria? No grazie. La Calabria non si dimentica» era lo slogan che accompagnava una foto dell’artista sovrastata da una «x» rossa. E tanti commenti, a quel video su YouTube, sul profilo facebook di Venditti e su altri siti. Qualche insulto, qualcuno che si diceva offeso, e un «ti aspettano i pomodori».

 

Mostra altro