Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas
Post recenti

IL LUMBARD E IL MASSUN

21 Gennaio 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

000000000000000.jpeg

Mostra altro
Mostra altro

Se non hanno pane , che mangino cannoli ???

20 Gennaio 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

0-Cannoli.jpg

 

Da cinque giorni il trasporto siciliano si è fermato, e con esso si è fermata l’Isola. Una serrata forzata che secondo Confcommercio avrebbe già procurato danni per circa 500 milioni di euro.

Carne, pesce, latte, acqua minerale, pane, frutta e verdura stanno per finire e, se i blocchi voluti dai “padroncini” continueranno, gli scaffali dei supermercati rimarranno vuoti.

Sono anche state bloccate le consegne di documenti, lettere, pacchi effettuate in Sicilia dai principali corrieri come la Tnt e Dhl, e le Poste Italiane non garantiscono le spedizioni in partenza dalla Sicilia  che “saranno effettuate compatibilmente con la situazione dei blocchi che non consente la normale circolazione dei nostri mezzi su strada”, hanno precisato dall’azienda.

In difficoltà anche il trasporto locale e regionale a causa delle ormai limitate scorte di carburante.

 

Mostra altro

TROMBA MARINA ISOLA DEL GIGLIO

20 Gennaio 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

                                       IERI

               
                                   
                                      OGGI
0 Tromba marina-copia-1
Mostra altro

“CERCASI GIOVANI DISOCCUPATI PER VENDITA PORTA A PORTA”

20 Gennaio 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #CAFFE' LETTERARIO

Cartello.jpg

Questo il cartello posto davanti una comunità religiosa che aveva deciso di vendere Bibbie a prezzo scontato per far guadagnare qualcosa ai giovani disoccupati.

Si presenta Massimo, un giovane balbuziente, che si offre per l’incarico.

Il Pastore e gli anziani della comunità non volevano deluderlo od offenderlo rifiutandolo a causa della sua balbuzie e decisero di inserirlo nel gruppo di vendita.

Dopo un breve corso di formazione, il Pastore disse che ogni venditore la mattina avrebbe potuto ritirare un certo numero di Bibbie, secondo la propria previsione di vendita, e la sera riscuotere le provvigioni su quelle vendute.

Degli addetti, chi ne chiese cinque, chi dieci, chi tre … Massimo ne chiese 100.

Il Pastore e gli anziani si guardarono … ma, per carità cristiana, non dissero nulla e non si opposero alla richiesta.

La sera i venditori rientrarono nella comunità per il resoconto della giornata e … quale sorpresa!!! Massimo aveva venduto tutte le 100 Bibbie.

Stupiti per l’accaduto e incapaci di trattenere la curiosità, gli anziani ed il Pastore chiesero a Massimo come avesse fatto, quest’ultimo rispose che gli bastava suonava al citofono delle case e la gente comprava immediatamente.

Gli dissero ma che dici al citofono, quali parole convincenti usi?

Massimo rispose: “Bu…o…o… gior… no Si…gno…o…ree vu...uo…le coo… mpra…re uu..na Bi…i… bbia o gli…e..la lee..gg..ggo al cii…to…oo…fo..no?

 

(da FB -grazie Antò)

 

 

Mostra altro

FORCONI CENSURATI

19 Gennaio 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Continueremo a sentir parlare della Costa Concordia nei vari TG , niente invece sul movimento dei forconi in Sicila e questo dimostra come la realtà costruita dai media si manifesti profondamente alterata rispetto al paese reale, fino al punto da costituire un vero e proprio mondo di fantasia, edificato a tavolino  con il solo scopo d’indirizzare l’opinione pubblica, laddove il potere finanziario e politico desidera che essa vada ad incagliarsi. Ma non solo in TV, anche sui social. Infatti ,questa notizia è sparita in nemmeno 30 secondi dopo la pubblicazione . E senza avviso. Ora riprovo a pubblicarla. Non so se il movimento siciliano sia infestato da fascisti e mafiosi. Non mi pare, a sentire il lavoratore  del primo video. Ognuno farà le proprie considerazioni. Una cosa è certa, non è vero che in Sicilia in queste ore non sta succedendo nulla.

.
Mostra altro

Il Carroccio delle divisioni

19 Gennaio 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

0--Matematica-leghista.jpeg

Grande la mobilitazione dei militanti leghisti per essere presenti al Maroni day. Sotto le pareti della Caserma Garibaldi, quella dove sarebbe dovuto sorgere il nuovo teatro, sono parcheggiati pullman. E tanti hanno preso d’assalto il parcheggio delle Corti. Bandiere, magliette, striscioni, foulard con il Sole delle Alpi, c’è tutto l’armamentario delle manifestazioni lumbard.

Gli organizzatori tengono fuori i militanti fino ad un’oretta dall’inizio. Si aprono le porte e i militanti fluiscono nella grande sala teatrale. C’è grande attesa per l’intervento di Maroni. E’ diffusa la speranza che partecipi anche il Senatur. In realtà, in sala ci sono i maroniani. I tanti, dirigenti, amministratori, semplici militanti, che si riconoscono nelle posizioni espresse dall’ex ministro degli Interni. A guardare da fuori, sembra di assistere alla formazione di una corrente, un grande gruppo di pressione che si accinge a confrontarsi con le scadenze congressuali. Un po’ come accadeva nei tanto aborriti partito della prima Repubblica.

Si notano alcune assenze: non c’è in sala Maurilio Canton, segretario provinciale del Carroccio, che pure alla vigilia si era dichiarato possibilista sul fatto di andare alla kermesse maroniana. Ma non c’è neppure Giancarlo Giorgetti, segretario della Lega Lombarda, finito nel terremoto della polemica tra Maroni e Bossi, senza essersi schierato decisamente con Maroni. Naturalmente non c’è Reguzzoni né i reguzzoniani, che hanno pensato di stare ben alla larga dalla manifestazione varesina di ieri sera. Insomma, il Carroccio appare più diviso che mai. Nonostante tutti si affannino, dentro il partito, a negarlo a parole. E Bossi? In base al suo intervento sul palco dell’Apollonio, si capisce che sceglie di non scegliere. Guarda avanti e traina il partito verso i congressi.

 

(fonte : varesereport)

Mostra altro

Macchè Losartan ! E' meglio smettere ! Per chi ci riesce !

19 Gennaio 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

smettere-di-fumare.jpeg

 

Sei un fumatore? In commercio c’è già un farmaco che si comporta da scudo per proteggere i tuoi polmoni dai danni associati al fumo di sigaretta, impedendone ogni infiammazione.

Una recente scoperta ha messo in evidenza gli effetti positivi che ha un comune farmaco per la pressione arteriosa, sulla prevenzione dei danni ai polmoni associati al fumo di sigaretta. Il principio attivo è il Losartan e i farmaci in questione sono il Neolotan, Losaprex e Lortaan, prescritti in Italia per la loro azione specifica contro l’ipertensione arteriosa e l’insufficienza cardiaca.

Con la somministrazione del farmaco si impedirà o rallenterà la disgregazione del tessuto polmonare, l’ispessimento della parete delle vie aeree, le infiammazioni e inoltre si eviterà la cosiddetta “superespansione polomare” associata a soli due mesi di esposizione al fumo di sigaretta. Enid Nettuno della Johns Hopkins University, afferma:

“I risultati del nostro studio ci suggeriscono che il Losartan o farmaci simili, potrebbero servire per il trattamento efficace di malattie polmonari legata al fumo di sigaretta… Inoltre, si tratta di farmaci già in commercio, pertanto definiti sicuri ed efficaci per l’ipertensione. L’integrazione di questi farmaci per il trattamento della BPCO dovrebbe essere molto rapido.”

Il prossimo passo, stando ai ricercatori della Johns Hopkins University, è quello di attuare una sperimentazione clinica del farmaco, nelle persone con broncopneumopatia cronica ostruttiva correlata al fumo di sigarette (BPCO). Attualmente, non esiste alcun trattamento per prevenire o riparare i danni ai polmoni dettati dal fumo di sigaretta.

Il parere dell’esperto: Robert A. Wise, pneumologo.

E’ molto emozionante vedere che un farmaco già commercializzato, con gli studi su modelli animali, abbia dimostrato una spiccata capacità non solo di curare i sintomi della BPCO, ma anche di interrompere il percorso biologico legato a tale processo. Se i test sugli esseri umani avranno successo si potrebbe contribuire a ristabilire la salute dei polmoni di milioni di persone che hanno sofferto di dipendenza da tabacco.

I rimedi presenti in Italia per la BPCO, non curano la patologia ma si limitano ad alleviare i sintomi (aiutano la respirazione). Quello del losartan potrebbe essere una vera svolta proteggendo chi soffre di dipendenza da tabacco. Inoltre il Losartan potrebbe essere efficace per proteggere i polmoni anche da altre patologie.

C’è da dire che tutti i farmaci hanno effetti collaterali, soprattutto su reni e fegato. Per proteggere i polmoni dai danni del fumo, non sarebbe meglio evitare l’esposizione al fumo di sigaretta piuttosto che assumere un'ulteriore sostanza? E’ vero, la dipendenza da tabacco è dura da debellare ma se si considera che un fumatore inquina quanto un motorino, con un po’ di coscienza civica-ambientale si potrebbe smettere di fumare per il proprio bene e quello altrui.

 

Fonte : Anna De Simone (cui vanno i miei ringraziamenti) www.giacinto.org -

 


Nota  Caranas - LA VERITA' E' CHE ALLO STATO FA COMODO VENDERCI IL FUMO, ALTRIMENTI AIUTEREBBE VERAMENTE I FUMATORI CON SPECIALISTI IN OGNI CENTRO MEDICO.

Mostra altro

Palazzo Chigi (Vauro)

19 Gennaio 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

NEWS_12125.jpg.

Non sarà granchè questa liberalizzazione, ma allora perchè i tassisti s'incazzano tanto ? Dobbiamo continuare a pagare 36 € per una corsa Linate Vimodrone  (7 Km ) ? Dobbiamo ancora sopportare che chi non è figlio di notaio non può esercitare questo mestiere ? Dobbiamo ancora subire lo sfregio di queste farmacie che vendono più creme di bellezza che medicine ?


Mostra altro

Liberalizzazioni e trivellazioni

19 Gennaio 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

0--Liberalizzazioni.jpg.

Come gli altri che l'hanno preceduto, Monti riserva sempre sorpresei n questo tipo di provvedimenti. Il suo  governo infatti,  ha introdotto nel decreto liberalizzazioni una di quelle norme davvero indigeste: un sostanziale via libera alla trivellazione del territorio italiano,che diventerà cosi un groviera incluso il mare e fin sottocosta, per cercare ed estrarre petrolio e gas.Voglio proprio vedere cosa succederà in Calabria , magari troveranno finalmente la Cunsky nel mare di Cetraro. Non proprio, per così dire, la promozione della green economy. Nell’ultima bozza di decreto, infatti, gli articoli 20, 21 e 22 hanno esattamente questa funzione: nel primo si prevede di aumentare gli investimenti in infrastrutture estrattive, nel secondo si abbassano drasticamente i limiti per la trivellazione in mare e nel terzo si liberalizza la ricerca di nuovi giacimenti. 

 

Mostra altro