Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Post recenti

Ci vorrebbe un partito

26 Aprile 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

I partiti non sono piatti che si accoppiano (Totò)
Mostra altro

BERLUSCONISMO...QUASI VENT'ANNI, NON CI RIMARRA' NULLA !

26 Aprile 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

 

La-mela-di-Silvio.jpeg

 

A CONFRONTO , IL FASCISMO ERA UN MOVIMENTO D’INTELLETTUALI.

                                                                                              di Caranas

Io non voglio più sapere cosa succede in Italia. Il livello di tossicità politica ha superato i limiti. Vorrei andarmene in un altro stato ma i soldi non bastano ed ho dei doveri verso la mia famiglia che mi impongono di non cambiare. Un po’ alla volta Berlusconi mi ha tolto tanto ed ha profuso in me , senza rimedio, un sentimento che non conoscevo : l’odio  misto a disprezzo. Tanto da esser costretto a non vedere più il TG di Minzolini ma anche Porta a Porta e adesso Annozero e Ballarò.

Si prova un certo sollievo a non sapere, ma poi il tuo blog, una creatura tua, ti porta comunque ed in qualche modo a organizzare la tua fuga perché sai che non potrai portarla a termine. Ci ho già provato per due mesi in inverno. Non ce l’ho fatta. Anche perché la solitudine mi regala una compagnia ancora più triste e cioè la mia. Questa solitudine mi fa ancora più paura del combattere il berlusconismo in una convivenza così difficile e spesso fatta di veleni. Non so se il mio sia un punto di forza o di debolezza, ma soffro a tagliare il cordone in modo netto con la storia che stiamo vivendo. Cosa ci rimarrà? E come saranno i nuovi giovani vissuti in quest’epoca martellante di messaggi bunga bunga, fòeura di ball, ampolle del Po ecc. ?

Mi chiedo poi di questa cultura di centro destra cosa rimarra’ . Mi sforzo a trovarne almeno una di ragione ma non ci riesco. Non so, un film , un libro, un’opera d’arte… niente. Mi vengono solo in mente cavolate e stupidaggini : le barzellette di Silvio, le canzoni di Apicella, le poesie di Bondi, le frasi di Sgarbi ecc. Un “capra! capra! capra!” continuo e martellante che non mi ha fatto ridere neanche all’inizio.

Al contrario, nel mondo rosso vi sono riconoscimenti altissimi della cultura italiana : Dario Fo Nobel per la letteratura- l’Oscar di Roberto Benigni- il Nobel della Montalcini- la Palma d’Oro di Nanni Moretti, il premio Pritzeker a Renzo Piano – l’Oscar di Tornatore- Bertolucci, Saviano  e tanti altri apprezzatissimi anche all'estero.

Per la destra il premio Lukashenko con traduzione in cirillico della barzelletta sulla mela di Berlusconi. Ahi noi !

 

Mostra altro

A Roma un 25 Aprile con gravissima provocazione nazifascista

25 Aprile 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Roma.jpg

 

Nel  giorno della Festa della Liberazione , Roma ha subito un grave affronto di matrice nazifascista.Nel quartiere Pigneto  è comparsa una scritta uguale a quella situata all'ingresso del lager di Auschwitz, 'Arbeit macht frei', ma in lingua inglese (recita infatti 'Work will make you free', il lavoro rende liberi).  Gli autori devono aver avuto parecchio tempo a disposizione visto che l'insegna è realizzata nella stessa grafica e con lo stesso materiale di quella tristemente celebre del campo di concentarmento. La scritta è stata dissaldata e rimossa in seguito all'intervento della polizia. 

Lo stesso Alemanno è rimasto impressionato dall’evento infame . Alemanno ha parlato al termine della sua visita al Museo storico della Liberazione a via Tasso. "Esprimo tutta la mia solidarietà alla comunità ebraica - ha aggiunto Alemanno - per questo gesto vergognoso. Abbiamo immediatamente rimosso tutto e ci auguriamo che siano individuati subito i responsabili, che meritano tutto il nostro disprezzo".


Mostra altro

ELEZIONI AMMINISTRATIVE FUSCALDO 2011- altre notizie utili

23 Aprile 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #FUSCALDO

 

Signor Sindaco, in questo video lei afferma che la sua Amministrazione , in controtendenza rispetto ad altre soprattutto al sud, ha ridotto la tassa sulla spazzatura di ben 11 punti in percentuale. A me non sembra, anzi , se la matematica non è un'opinione, non solo non l'ha ridotta la Tarsu, ma aumentata del 21,27 % come dimostrano i tre bollettini pubblicati qui sotto.

NOTA (aggiornamento del 4.5.2011). Mi è stato comunicato che l'aumento del 21,27 % deriva da una diversa rendita catastale e da una diversa superficie catastale .  Non si prenda quindi in considerazione questo quesito posto al sindaco al quale chiedo scusa (anche se la mia era una semplice domanda, però è giusto così !)

.
.

I bollettini che seguono dimostrano che per lo stesso appartamento, si passa da un importo di 188,00 € per gli anni 2008 e 2009, a un totale di ben 228 € per il 2010. Dov'è l'errore (se c'è) ? dov'è la riduzione dell' 11 % ?
VEDI NOTA SOPRA.  L'aumento deriverebbe dalla comunicazione del gennaio 2009 inerente la rendita e la superficie catastale . Mi scuso


TARSU-FUSCALDO.jpg
Mostra altro

LASSINI (PdL), SI E' RITIRATO

21 Aprile 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Ritiro-di-Lassini-copia-1.jpg

Mostra altro

TREMONTI DELIRANTE, ALZA LE TASSE E POI INCORAGGIA L'EVASIONE FISCALE

21 Aprile 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

evasori e mafie

L'Italia è il Paese con l'evasione fiscale più grande d'Europa: secondo l'associazione dei contribuenti il 50,5% dei redditi non viene dichiarato. Per dare un'idea, la Romania, al secondo posto in questa non proprio onorevole classifica, è distanziatissima con il 41,6%. Nel Sud Italia la percentuale s'impenna arrivando a livelli allucinanti: secondo un illuminante articolo apparso recentemente sul Corriere della Sera, i contribuenti meridionali evadono 66 euro per ogni 100 versati al fisco in imposte. Lo scorso anno la Gdf ha scoperto redditi non dichiarati per quasi cinquanta miliardi di euro, con un aumento del 46% rispetto all'anno precedente. Dato inquietante ma anche positivo, dato che significa che, pur con minori controlli dovuti anche a mezzi più scarsi, la Guardia di Finanza sta colpendo duro. L'anno scorso l'Agenzia delle Entrate ha recuperato alle casse dello Stato undici miliardi di imposte evase, corrispondenti a circa il 10% di tutta l’evasione stimata. Ma non basta. Evasione ed elusione sono delle vere e proprie palle al piede per la crescita del nostro Paese, in quanto costringono gli onesti a pagare molte più tasse e imposte di quanto dovrebbero e inibiscono la nascita di nuove imprese a causa della pressione fiscale troppo alta. In questo scenario desolante di illegalità diffusa (ricordiamo che l'evasione è un vero e proprio reato, quindi punibile dal codice penale, benché molti fingano di ignorarlo), cosa fa il ministro Tremonti, considerato uno dei più presentabili di questo governo di lestofanti? Non trova niente di meglio da fare che rilasciare dichiarazioni imbarazzanti, atte a rassicurare gli evasori, parlando di "controllo sulle imprese da ridurre", di "diritto di dire [al fisco] non mi rompete più di tanto". La cosa più divertente è che ad aumentare le pressione fiscale, portandola al 43,4% (e nel 2012 il Sole24Ore prevede un ulteriore incremento dello 0,2%), è stato proprio questo governo. Che ora vuole trovare un metodo legale per evadere le tasse che esso stesso ha messo. Geniale.

 

 

Mostra altro

LA PRESIDE IN PENSIONE

21 Aprile 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

La preside in pensione

 

Bianca Maria dice :

mi sembra che uno dei modi più sintetici ed efficaci per mostrare la profonda offesa che il nostro primo ministro ci ha trasmesso con le sue parole sia quella di un collega che ha reagito dicendo "IO NON INCULCO!!! IO INSEGNO.", parole che mettono in discussione non solo il contenuto, ma anche il lessico del premier. Anche le famiglie, che secondo lui INCULCANO,dovrebbero sentirsi profondamente colpite, infatti io lo sono anche come genitore.

Mostra altro

ART. 1 COSTITUZIONE : NON GLI TOCCHI I COMMI, MOZZICHENO !

21 Aprile 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

mozzicheno.jpg

Un rimpastino pasquale e irresponsabile e una modifichina all'art. 1 della Costituzione.

Si al ricatto  degli uomini di Scilipoti e via al rimpasto dopo Pasqua . Ora il Pdl è alle prese con il caso Ceroni: il deputato ha presentato la proposta di modifica dell'articolo 1 della Costituzione, cancellando il passaggio fondamentale che assegna la "sovranità al popolo" e la risposta di Bersani non si fa aspettare : “Scrivano direttamente che la Repubblica italiana è fondata su Scilipoti.  La sovranità non appartiene più al popolo ma a quei quattro gatti comprati dal premier che continuano a  bussare a Palazzo Grazioli minacciando Berlusconi : o ci dai i posti nel governo entro Pasqua o non sosteniamo più la maggioranza avendo  impedito il “golpe bianco” (ribaltone).

Accontentati, prima il processo breve poi l’ingresso nell’esecutivo.

La Costituzione

Il testo proposto da Ceroni (PdL) per cambiare l’art. 1 della Costituzione ha scatenato una tale polemica che ha spinto i vertici del partito a prenderne le distanze. “E’ una sua proposta personale”, recita Fabrizio Cicchitto. Ma il testo è stato  presentato a Montecitorio : “L’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro e sulla centralità del Parlamento quale titolare supremo della rappresentanza politica della volontà popolare espressa mediante procedimento elettorale” e quindi verrà discusso (salvo ritiro) e votato.

“Non è un mistero – si legge nella relazione – che, oggi in Italia, i poteri del Parlamento e del Governo sono debolissimi e sono tenuti sotto scacco dalla Magistratura e dalla Corte Costituzionale e cioè da organi privi totalmente di rappresentanza politica, i quali, tuttavia, con un’interpretazione sempre più espansiva delle norme costituzionali ma in violazione dei principi ispiratori della Costituzione stessa, si arrogano compiti ed attribuzioni che non spettano loro”.

 

Mostra altro

TANGENTI LEGHISTE E ROMA LADRONA

21 Aprile 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Se a Roma comanda la Lega, e Roma continua ad essere la solita Roma ladrona, qualche piccolo problema di logica se lo dovrebbe iniziare a porre anche l'elettore leghista piu' sfegatato, anche quello convinto che nel 2008, votando Lega, ha espresso un voto non solo per la Lega, non solo contro le sinistre, ma anche contro Berlusconi.

 

images--1--copia-1.jpg

Tangenti, arrestati due assessori . Un imprenditore li ha corrotti per costruire un centro commerciale su un terreno con vincolo ambientale.

Roma ladrona , anzi no, Lega ladrona. A Castel Mella in provincia di Brescia un imprenditore ha corrotto due assessori leghisti pagando una tangente da 22mila euro per «ammorbidire» i controlli e realizzare un centro commerciale su un terreno sottoposto a vincolo paesaggistico-ambientale.  Con l’accusa di corruzione  sono finiti in carcere  Mauro Galeazzi, 48 anni, e il capoufficio tecnico  Marco Rigosa, 45 anni.

In manette anche il costruttore del futuro centro commerciale, e il geometra che ha fatto da tramite. È indagato anche un altro dipendente dell'ufficio urbanistica del Comune di Castel Mella. I reati contestati sono, per tutti, di corruzione per un atto contrario ai doveri d'ufficio.

 Secondo l’ANSA,  l'imprenditore Antonio Tassone aveva già opzionato con un contratto preliminare, nel Comune di Castel Mella, un terreno sottoposto a vincolo paesaggistico-ambientale, su cui intendeva realizzare il suo centro commerciale. Tramite il geometra Andrea Piva, aveva intessuto rapporti con il responsabile dell'ufficio tecnico Rigosa e con l'assessore Galeazzi. Nella ricostruzione dell'accusa, per rendere più veloce e sicuro l'iter di approvazione del piano urbanistico, ammorbidendo i controlli, in particolare della commissione paesaggistica, Tassone aveva pattuito un versamento di 22 mila euro, dei quali 12 mila pagati a favore della società di Piva ed 10 mila, versati in contanti dallo stesso imprenditore a Piva e da questo consegnati al Rigosa, che infine ne aveva versato una parte all'assessore Galeazzi. Galeazzi è indagato anche per peculato, poiché nella sua veste di pubblico ufficiale, aveva nella sua disponibilità un cellulare di servizio, intestato alla Provincia di Brescia, con cui aveva fatto centinaia di telefonate a fini esclusivamente privati.

Al contrario di Berlusconi, la Lega , dopo aver sospeso i due ,  ha annunciato : « abbiamo piena fiducia nella magistratura e ci auguriamo che la vicenda possa essere chiarita nel più breve tempo possibile»  

 

Mostra altro

IL PROFESSORE DI SINISTRA : BERLUSCONI E' UN MISERABILE

21 Aprile 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Sono un professore di sinistra e Berlusconi è un miserabile

di Giuseppe Aragno

silvio berlusconi1

Due parole. Quante ne detta la coscienza e ne merita un provocatore sicuro dell’impunità. Solo due. Le devo a me stesso, alla mia vita di studi, lavoro e militanza. C’è un confine oltre il quale al diritto violato tocca il dovere della replica. E quel che costa, costa.

 

Sarete certamente d’accordo: un uomo ti è pari, se da pari ti affronta. Se invece ti colpisce quando non lo puoi colpire, è un volgare brigante da strada, un teppista e un cialtrone. Con le sue dichiarazioni pubbliche sui professori di sinistra, Silvio Berlusconi calpesta la mia dignità, facendosi forte del ruolo pubblico che ricopre e del potere che gliene deriva. Come posso difendermi? Quali strumenti ho per ottenere che mi chieda scusa? Per tutelare il mio onore e la mia dignità, posso solo dichiarare pubblicamente il mio sdegno: un uomo che si comporta come lui è un miserabile vigliacco.

 

Sfido a darmi torto: un vile, un uomo che approfitta del suo ruolo pubblico e del suo potere politico per offendermi, denigrarmi, infangarmi, sapendo benissimo che non ho i mezzi per difendermi, non ha la dignità morale per governare il Paese. Lo dico pubblicamente: le sue parole lo rendono incompatibile col ruolo che ricopre e indegno della mia stima e del mio rispetto. Fino a quando non si scuserà, ho il pieno diritto di dirlo: chi è ad un tempo potente e vigliacco mi disgusta e mi disgustano profondamente tutti coloro che gli danno man forte e lo giustificano. Li ritengo complici di un miserabile abuso.

 

Se in Italia gli uomini liberi, che hanno rispetto di se stessi e degli altri, non sono più tutelati nel loro onore e nella loro dignità, se le idee che un uomo professa possono esser impunemente additate al pubblico disprezzo dal Presidente del Consiglio, senza che i suoi ministri sentano il dovere di prendere le distanze e, se insiste, sfiduciarlo, allora non ci sono dubbi: questo Paese non è più libero e tutto ciò che mi resta da fare è denunciare apertamente la violenza che subisco. Finché non si scuserà pubblicamente, io pubblicamente dirò che Silvio Berlusconi è un prepotente, un uomo dappoco, un maramaldo che si dimostra vile e coi suoi comportamenti disonora le Istituzioni democratiche.

 

 

Mostra altro