Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Post recenti

Oggi tira lo stesso vento del ’92 e fra poco vedremo anche le monetine

4 Marzo 2017 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Questo ultimo anno lo sto vivendo come quello di disaffezione alla politica. Ho letto poco fa che Renzi ha detto di suo padre che se è colpevole , allora pena doppia. Ma l’ex premier ci ha ormai abituato alla sue posizioni arroganti di dire e non mantenere o di dimenticare. Col suo governo ha fatto solo la caciara tipica dei politici da playstation della sua generazione. Ebbene sì, a molti di noi manca la serietà politica divertente e fiduciosa di Bersani. Ma ormai...  Rifare l’Ulivo? No, non mi va affatto, ancora non ho digerito Bertinotti e Diliberto ma anche Vendola. In realtà mi manca Berlinguer e sento che soffia all’improvviso una certa aria di ’92, di monetine, anche nei dettagli. C’è il mariuolo corrotto che sembrava irrilevante, e invece non lo era. Ci sono tantissimi indagati che riempiono i verbali con chiamate di correo. C’è Verdini condannato a 9 anni che resta saldo inchiodato alla sua poltrona. C’è una classe dirigente impietrita, impreparata e confusa, che neanche può prendersela con i giudici, che sono gli stessi di Mafia Capitale. Ci sono opposizioni, il M5S e la Lega, sicure di ricavarne dividendi enormi, ma anche lì sappiamo come finì a suo tempo la gioiosa macchina da guerra.

 

Mostra altro

Due padri per legge

3 Marzo 2017 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

..

 

Mostra altro

Che noia, che barba... disegniamo qualcosa

3 Marzo 2017 , Scritto da CARANAS Con tag #ARTE

Studio per un affresco da fare in quel di Fuscaldo - La mia ultima opera pittorica a matita su cartoncino.

 

Mostra altro

MARCO TRIFILIO - osteria del pozzo Modena

2 Marzo 2017 , Scritto da CARANAS Con tag #MUSIC E CANTAUTORI

Every tuesday Marco Trifilio Live @ "Osteria del pozzo" Modena

Mostra altro

DENIS VERDINI CONDANNATO A 9 ANNI DI RECLUSIONE

2 Marzo 2017 , Scritto da CARANAS Con tag #VERDINI

 

Denis Verdini è stato condannato a nove anni di reclusione. Questa la pena in primo grado decisa dal collegio del tribunale di Firenze presieduto dal giudice Mario Profeta al processo per il crac del Credito Cooperativo Fiorentino. Per il senatore di Ala i pm Luca Turco e Giuseppina Mione avevano chiesto 11 anni.

 

 

Mostra altro

Tempo di Quaresima ( VIGNETTA )

2 Marzo 2017 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO, #QUARESIMA

.

Quaresima

 

Mostra altro

2,5 EURO LORDI PER UN’ ORA DI LAVORO AL CALL CENTER

2 Marzo 2017 , Scritto da CARANAS Con tag #Lavoro

2,5 EURO LORDI PER UN’ ORA DI LAVORO AL CALL CENTER

 

Non sembra possibile, eppure è così .In Italia, nel 2017, soprattutto oggi che si parla tanto di caporalato, non devono esistere persone pagate 2,50 euro lordi per un’ora di lavoro. Questo è puro sfruttamento. E’ una vergogna ed è illegale.

Eppure accade a Taranto in un call center che opera per grandi aziende nazionali come oggi riporta Repubblica Bari su segnalazione della SLC – CGIL.

Pare che tra queste ci sia anche la TIM, come risulterebbe anche da alcune offerte di lavoro pubblicate dalla stessa azienda tarantina.

Se queste notizie fossero confermate, verrebbe da chiedersi: un’azienda che ha fatturato solo nel 2016 circa 14 miliardi di euro ha bisogno di utilizzare call center che affamano i propri dipendenti pagandoli 20 euro al giorno per 10 ore di lavoro come accade per le vittime del caporalato?

E il governo Gentiloni cosa fa? Niente, tace, nonostante numerose interpellanze. Cui si aggiunge quella di Sinistra Italiana.

Mostra altro

BRUNORI SAS TOUR

28 Febbraio 2017 , Scritto da CARANAS Con tag #MUSIC E CANTAUTORI

È partito da Bologna - con due date sold out - il tour del cantautore: 18 tappe (il 2 all’Alcatraz di Milano) nei più importanti club e teatri d’Italia. “L’idea è, da una parte, di rendere il disco per come l’abbiamo suonato perché amo e rispetto la produzione e il suono di questo lavoro, dall’altra, di restituire un certo tipo di energia che è propria e si adatta perfettamente all’atmosfera del club”, racconta Brunori. Il musicista è accompagnato dalla sua band storica, composta da Simona Marrazzo (cori, synth, percussioni), Dario Della Rossa (pianoforte, synth), Stefano Amato (basso, violoncello, mandolini), Mirko Onofrio (fiati, percussioni, cori, synth) e Massimo Palermo (batteria, percussioni), Lucia Sagretti (violino).

 

Per saperne di più : http://foranastasis.over-blog.it/article-mentre-la-gente-si-faceva-le-canne-io-fr-53488282.html

Mostra altro

Vitalizi, poniamo fine al privilegio

27 Febbraio 2017 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA, #VITALIZI

 

[ Fonte : Il FattoQuotidiano.it]

 

Il libro "Orgoglio e vitalizio" (Paper First) di Primo Di Nicola, Antonio Pitoni e Giorgio Velardi, racconta tutti i segreti dei privilegiati del Parlamento. E lancia una proposta equa, semplice e realizzabile in tempi rapidi per promuovere un nuovo regolamento, eliminando una volta per tutte le ingiustificate posizioni di rendita maturate. Ora parte la raccolta firme su Change.org per aderire

Quello dei vitalizi è uno dei più grandi scandali della Repubblica. Per gli sfacciati privilegi che i parlamentari si sono dati, per lo spreco di risorse che hanno comportato e comporteranno, per il peso che continueranno ad avere sui bilanci di Camera e Senato, dunque sulle finanze pubbliche.

C’è un esercito di oltre duemila ex deputati e senatori che gode di questi ingiustificati trattamenti. In base ai quali persino chi non ha mai messo piede in Parlamento o ha partecipato a pochissime sedute delle Camere riscuote assegni di circa 2.000 euro netti mensili. Magari sommandoli ad altri vitalizi delle Regioni o del Parlamento europeo, oppure a trattamenti pensionistici maturati per le attività lavorative svolte. Per non parlare dei parlamentari eletti per più legislature, che arrivano ad incassare anche oltre 10 mila euro netti mensili. Cifre che i comuni cittadini neanche si sognano.

Vero che a partire dal 2012 il sistema è stato riformato. E il vecchio sistema di calcolo dei vitalizi è stato rimpiazzato dal contributivo. Ciononostante, il trattamento dei rappresentanti del popolo continua a presentare elementi di smaccato favore rispetto a quello riservato ai normali lavoratori. A cominciare dall’età pensionabile.

Ecco un esempio. Gli eletti per la prima volta nel 2013, se la legislatura durerà almeno 4 anni 6 mesi e un giorno, con 5 anni di contributi versati, matureranno a 65 anni il diritto ad una pensione di circa mille euro. Chi sarà eletto anche per un secondo mandato, con 10 anni di contributi, potrà iniziare a percepire l’assegno previdenziale addirittura a 60 anni. Mentre, a partire dal 2018, l’età minima richiesta ai comuni cittadini per andare in pensione salirà a 66 anni e 7 mesi.

Per modificare il trattamento previdenziale degli ex parlamentari e rimuovere questo scandalo, non servono né leggi né complesse riforme costituzionali. Basta un semplice cambiamento ai regolamenti interni sui vitalizi varati dagli Uffici di presidenza di Camera e Senato. Esattamente come uno dei tanti fatti nel corso del tempo ai primi regolamenti approvati negli anni Cinquanta. E che, progressivamente, hanno determinato le distorsioni e le posizioni di favore che conosciamo per onorevoli e senatori. Ed è proprio agli Uffici di presidenza di Montecitorio e Palazzo Madama che questa proposta-appello si rivolge. Affinché, attraverso un nuovo regolamento, eliminino definitivamente e una volta per tutte le ingiustificate posizioni di rendita maturate dagli ex parlamentari prima della riforma del 2012 e quelle che, anche dopo quest’ultimo intervento, sono rimaste praticamente inalterate.

Ecco cosa proponiamo.

1) Ricalcolare tutti i vitalizi attualmente in essere con il sistema contributivo in vigore a Montecitorio e Palazzo Madama dal 2012. E che prevede, in sostanza, un ammontare di circa 200 euro lordi al mese per ciascun anno di mandato parlamentare.

2) Elevare il limite d’età per la percezione dell’assegno previdenziale allo stesso livello previsto dalla legge Fornero per i comuni lavoratori.

3) Introdurre un tetto massimo al vitalizio di 5.000 euro lordi al mese. Anche per coloro che, avendo rivestito cariche in diverse assemblee elettive (Parlamento nazionale, Parlamento europeo e Consigli regionali), percepiscono o percepiranno, in base alle regole attualmente vigenti, più assegni previdenziali.

4) Analogo tetto deve valere anche per tutti coloro che godono o godranno di un trattamento previdenziale frutto dei contributi versati nel corso della propria carriera professionale: se la pensione maturata attraverso l’attività lavorativa privata è pari o superiore a 5.000 euro lordi al mese, l’ex parlamentare non avrà diritto al vitalizio erogato dall’organo elettivo nel quale ha svolto il mandato, ma solo al rimborso dei contributi versati.

Mostra altro

Giornata moscia, tre vignette

27 Febbraio 2017 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Bergoglio

Stadio Roma

Renzi vignetta

 

Mostra altro