Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Post recenti

PRENDEREMO ROMA-I ROMANI RISPONDONO

23 Novembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

PRENDEREMO ROMA-I ROMANI RISPONDONO

L'ISIS MINACCIA "PRENDEREMO ROMA".

LE RISPOSTE DEI ROMANI :

1. NUN PIJATE ER RACCORDO CHE RESTATE IMBOTTIJATI..

2. SE TE PORTI VIA MI MOJE A CROCE CEL'HAI TU A VITA..

3. PERÒ VENITE COI BARCONI SENNO NUN VE FANNO ENTRA'...

4. PIJATEVE MI SOCERA, VE PREGO...

5. RICORDATEVE CHE IN ZTL SE ENTRA SOLO DOPO E 19..

6. NUN FATE VIA NAZIONALE CHE È PIENA DE BUCHE...

7. ....E NOI METTEMO ROSY BINDI A GUARDIA DE LA CITTÀ....

8. TEMPO MEZZ'ORA DIVENTENO ROMANI E PENSANO " VABBE MA MO SE DOVEMO METTE A TAJA CAPOCCE? MA A CHI JE VA..O FAMO DOMANI..

9. ROMA NUN SE TOCCA..PIJATEVE A LAZZIO!

10. A ROMA C'È SOLO 'N CALIFFO..ER MITICO FRANCO!!!.....

11. NUN VE SCORDATE LOTITO...

12. OCCHIO NE LA METRO CHE VE SE 'NCULANO LA BORSA CO LE BOMBE...

13. MA CHI VE CREDETE DA ESSE??!! A BANDA DE LA MAJANA??!!

14. ...NUN HO CAPITO...MA QUANNO SE PAGA STA ISIS?

15. VE CE VOJO CO LI CAMMELLI SUI SAMPITRINI!

16. SE VENITE A ROMPE LI COJONI NUN VE COMPRAMO PIÙ ER KEBAB!

Mostra altro

UN CROZZA DA NON PERDERE

21 Novembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

“Da dove vengono questi terroristi? Nelle tende del deserto partoriscono bambini già incazzati con la barba e il kalashnikov?”. In un lungo monologo dedicato agli attentati di Parigi, effettuato nel corso del suo programma su La 7, Maurizio Crozza riflette e ironizza sulle dinamiche politiche che avrebbero influenzato la nascita dell'Is e il suo sviluppo. Una satira amara che non risparmia leader politici attuali e del passato: Clinton, Bush, Blair e Hollande.

Mostra altro

10 milioni per il silenzio delle olgettine

21 Novembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

 

 

 

Tante le notizie di politica estera che in questi giorni inondano i quotidiani; nella cronaca italiana se ne legge però una che mancava da tanto e che riporta in qualche modo alla ribalta l’ex cavaliere di Forza Italia : Silvio Berlusconi è stato rinviato a giudizio nel processo per le olgettine, quelle ragazze viziosette che gli hanno succhiato ben 10 milioni di Euro. E nel  processo ritorna la “nipote “ del fu presidente egiziano.

Forse la cosa non fa più notizia  ma dimostra che nulla è cambiato, ci sarà qualcuno che sosterrà,  se pur in modo meno eclatante, Berlusconi e qualcuno che allo stesso modo tiferà per la sua condanna. Certamente il vicepresidente della Regione Mantovani non sarà come in passato  davanti al tribunale ad intrattenere folle di azzurri, già perché anche lui tra non molto avrà da fare all’interno del famoso Palazzo di Giustizia milanese, per un semplice reato di corruzione nella sanità lombarda.

 

Mostra altro

MUSTAZZOLI CALABRESI

20 Novembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #CUCINA

MUSTAZZOLI CALABRESI

MUSTAZZOLI calabresi

Ingredienti

500 gr di cioccolato fondente,

300 gr di zucchero,

500 gr di milazzo (miele di fichi oppure di vin cotto),

1 kg di farina ,

la scorza grattugiata di due limoni,

un pizzico di sale,

cannella in polvere (un cucchiaio da cucina)

acqua calda quanto basta

volendo aggiungere mandorle tritate

Tempo Preparazione: 40 Minuti

Tempo Cottura: 10 Minuti

Dosi: per 30 Mostaccioli

I mostaccioli sono dei biscotti dolci natalizi tipici delle regioni del Sud Italia. Esistono molte varianti, come molti sono i paesi in cui questi dolcetti vengono cucinati proprio nei giorni di festa e non solo.

Procedimento

Impastate la farina con il milazzo, lo zucchero, la cannella, la scorza del limone e il sale.

Aggiungete gradualmente l’acqua calda fino a rendere il composto omogeneo ed elastico.

Stendete con un mattarello la pasta fino ad uno spessore di 1,5 cm e tagliatela a rombi con dei tagliabiscotti o semplicemente con un coltello.

Cuocete i Mostaccioli in forno a 180° per 15 minuti.

Per la glassa: sciogliete il cioccolato a bagnomaria in un recipiente abbastanza largo e immergete i biscotti uno alla volta ricoprendoli con il cioccolato. Aiutatevi con delle pinze da cucina in questa operazione.

Mettete i Mostaccioli su una gratella o su una teglia affinchè la glassa si solidifichi. Successivamente si possono fare dei piccoli ritocchi alla glassa, qualora presenti delle imperfezioni, utilizzando un pennellino passato nella cioccolata.

Mostra altro

Ciao caro amico

18 Novembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #FUSCALDO

La perdita di un amico non è mai una cosa semplice. Ricordarlo è l’elemento chiave del lutto. Ma come scrive Nicolò Ammaniti " La vita non ci appartiene, ci attraversa". Bisogna accettare che saranno tempi difficili e sarà brutto immaginare una nuova estate fuscaldese senza Carmine. Spero che non abbia sofferto. Ciao, carissimo amico

 

                                     

(Foto by  G. Cariolo)

Signore Gesù Cristo,

buon pastore delle anime nostre,

conserva i giusti,

santifica i peccatori,

abbi misericordia dei fedeli defunti

e sii propizio a me miserabilissimo peccatore

( San Francesco di Paola in punto di morte)

 

Mostra altro

NICOLETTA FILELLA (Amara terra Mia- Modugno)

16 Novembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #MUSIC E CANTAUTORI

Un piccolo omaggio per questa dottoressa dalla splendida voce che per certi versi mi ricorda la Antonella Ruggiero dei Matia Bazar. Per le sue potenzialità canore, non ha nulla da invidiare anche ad Amy Macdonald . Auguri !

Nicoletta sarà a Radio Popolare in via Ollearo, 5 a Milano il 20 novembre 2015 ore 21.00.

Entrata libera

Mostra altro

La vignetta di oggi sull’olio extravergine contraffatto

16 Novembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #CUCINA

 La vignetta di oggi sull’olio extravergine contraffatto

Olio di oliva spacciato per extravergine da alcuni noti gruppi alimentari , è un danno sia per i consumatori che per la ristorazione . È tutto il “made in Italy” ad essere truffato, ed è quindi necessario intensificare l’azione anti-tarocco già a monte della catena.

Mostra altro

TI PIACE SCRIVERE? ECCO I CINQUE ERRORI DA EVITARE QUANDO INVII IL TUO MANOSCRITTO

14 Novembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #LIBRI

TI PIACE SCRIVERE? ECCO I CINQUE ERRORI DA EVITARE QUANDO INVII IL TUO MANOSCRITTO

Le ore intense della sera e quelle lunghe della giornata passate a scrivere, tagliare, rifinire, rincorrere la parola giusta sono terminate: la tua opera è pronta e vuoi sottoporla a un editore affinché la valuti e, possibilmente, la pubblichi.

Niente di più facile: sono finiti da un pezzo i tempi in cui bisognava stampare i manoscritti, trovare gli indirizzi e le persone di riferimento e inviare fisicamente l’opera; ora ti basta individuare la mail e il gioco è fatto. Eppure… Eppure non ti rispondono e se lo fanno ti dicono che no, non sono interessati, che il tuo romanzo non rientra nella loro linea editoriale. Prima di disperarti e di urlare che tanto non ce la farai mai, domandati se hai sbagliato qualcosa nella comunicazione e cerca di porre rimedio.

Come spiego nel mio corso di Scrittura professionale, la mail, regina della comunicazione ufficiale ma veloce, va composta con cura, prestando attenzione a tutti i campi e rispettando determinate regole di scrittura. Per il tuo caso specifico, voglio fornirti un elenco di cinque errori da evitare quando stai per inviare il tuo manoscritto a un editore via mail.

L’ignoranza. Del catalogo, s’intende. Non spedire la tua opera a chi non interessa. Per fare centro devi restringere il campo e individuare, nella vastità della scena editoriale, l’interlocutore giusto, quello che può essere davvero interessato ai tuoi contenuti. Se hai scritto un romanzo fantasy è inutile che lo invii a una casa editrice che pubblica solo saggi scientifici.

La sciatteria. Inserire in Cc tutta la lista di editori free presa da internet, per esempio, non ti sarà d’aiuto. A una proposta generica riceverai una risposta generica, molto probabilmente negativa. Dimostra, piuttosto, di parlare a quel preciso editore e a nessun altro, di averlo scelto perché nutri stima nei suoi confronti e apprezzi il suo lavoro; cita il nome della collana in cui vorresti inserire la tua opera e, se possibile, uno o più libri che di quella collana hai letto.

L’arroganza. La tua opera appare perfetta ai tuoi occhi, ritieni che possa essere pubblicata così com’è, senza bisogno di revisioni e glielo dichiari apertamente. Niente di più sbagliato: per ogni testo pubblicato è necessario svolgere prima un lavoro accurato di editing e correzione. Gli errori che tu non vedi saranno visti invece da un occhio esperto.

La fretta. Getnile Editore, le invio il mio manoscrito. Se trovo due errori in una riga, cosa mi devo aspettare dalla tua opera completa? La fretta è cattiva consigliera, sempre, perciò rileggi attentamente quello che hai scritto ed elimina ogni refuso, ogni sbavatura, ogni frase non necessaria. Sintesi e precisione sono tue alleate.

L’insistenza. Insistere sulla bontà della tua opera e non saper accettare un rifiuto non ti porterà a niente; ma anche scrivere ripetutamente per avere una risposta, utilizzando tutti i canali possibili a disposizione, dalla mail ai messaggi su Facebook e Linkedin: non essere assillante, perché chi seleziona un manoscritto sceglie anche la persona. Ma di questo vi parlerò la prossima volta.

Grazie all'autrice dell'articolo (Michela Alessandro)

Mostra altro

Augusto Minzolini condannato per peculato: ora rischia la decadenza come Berlusconi

14 Novembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Augusto Minzolini condannato per peculato: ora rischia la decadenza come Berlusconi

La Cassazione conferma la condanna a due anni e sei mesi al giornalista e senatore azzurro. Tutta colpa di pranzi e le cene pagati con la carta di credito Rai. Aveva pagato pranzi e cene in qualità di direttore del Tg1 (65 mila euro in 14 mesi)

Augusto Minzolini è stato condannato in via definitiva per abuso di carta di credito. Ora rischia di decadere da senatore, causa meccanismi della Legge Severino, come accadde due anni fa a Silvio Berlusconi.

L’accusa è quella di aver usato, ai tempi in cui era direttore Rai, la carta di credito aziendale in maniera impropria, cumulando in un anno e due mesi 65 mila euro di spese in pranzi e cene. Soldi (poi restituiti) per i quali aveva consegnato alla Rai le ricevute, ma non i giustificativi.

Dal processo, nato su iniziativa dell’Italia dei valori, Minzolini era uscito assolto, in primo grado. Nel febbraio 2013 i giudici avevano infatti sentenziato che l’allora direttore non avesse consapevolezza di star spendendo impropriamente denaro pubblico: non aveva chiari i meccanismi di utilizzo, e comunque credeva che la carta di credito della Rai gli fosse stata messa a disposizione come compensazione per l’esclusiva, ossia il divieto di altre collaborazioni giornalistiche, inserita nel contratto con la tv pubblica.

Un verdetto che la Corte d’Appello ha poi capovolto.

La reazione di Minzolini : “Sono allibito. In appello sono stato condannato da un giudice che è stato sottosegretario con i governi Prodi e D’Alema. E’ come se Prodi o D’Alema dopo aver militato in politica per anni giudicassero Berlusconi, evidentemente c’è qualcuno che mi vuole vedere fuori dal Parlamento”.

Sarà il Senato a deliberare il suo destino.

Mostra altro

Maratea, spettacolo in mare: tra delfini spunta una balena

8 Novembre 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #CURIOSITA'

Tra delfini e tonni spunta all'improvviso una balena per lo stupore dei pescatori che stavano riprendendo la scena. Il video è stato girato al largo di Maratea, in Basilicata, da alcuni pescatori. Il filmato è stato caricato su Facebook da Biagio Salerno

Mostra altro