Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Post recenti

Ma che tregua è ? Chi ha dato mandato alla Merkel ed Hollande di trattare con Putin escludendo di fatto Federica Mogherini ?

13 Febbraio 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Ma che tregua è ? Chi ha dato mandato alla Merkel ed Hollande di trattare con Putin escludendo di fatto Federica Mogherini ?

di Caranas

Federica Mogherini e l’Italia non hanno fatto una bella figura. La prima alto rappresentante dell’Ue per gli Affari Esteri e la politica di sicurezza: di fatto è stata spodestata del suo ruolo, spettatrice ai margini dei momenti più delicati e decisivi della crisi ucraina e “saltata” a piè pari dall’azione congiunta non solo di Parigi e Berlino, ma anche di Mosca e Kiev. L’Italia col ducetto Renzi di figura ne ha fatto un’altra tale da farci rimpiangere il Berlusconi della “ Culona inchiavabile”.

Che peccato… la tregua vige solo da domenica prossima e intanto i soldati dell’una e dell’altra parte si sparano addosso causando morte anche di donne e bambini. Bene rappresenta la situazione la vignetta di Altan.

Ma anche Obama si è dimostrato debole in questa storia. Nessun appoggio con il mancato arrivo delle armi Nato.

Si fanno i cazzi loro a discapito della povera gente. E lo dimostra anche il fatto dell’ennesimo francobollo di regalie fatto a Tisipras (che cazzo ci fa con 5 miliardi ?) . Ma quale regina d’Europa ? La Merkel non conta, siamo noi con questi pivelli premier che abbiamo in UE, sempre in cerca di visibilità ad accreditarli.

“Sette capitali in tre giorni” ED IO PAGO !

Tsipras ieri ha ricevuto l’appoggio di Francia e Cipro. Mentre Irlanda, Spagna e Portogallo, appena usciti dalla recessione, sono stati particolarmente duri con Atene.E non hanno torno! Perché allora anche l’Italia non dovrebbe avere benefici?

E tutto questo mentre i quotidiani ci raccontano che anche il deputato Pd, oggi in carcere, Francantonio Genovese: avrebbe portato all’estero 16 milioni. Renzi annunciò il 16 gennaio scorso che le Popolari sarebbero diventate SpA. Qualcuno, però, sapeva prima e ha lucrato 10 milioni di euro.

Quale altra fiducia si può avere in Renzi ? E il riferimento alla banca d’Etruria è abbastanza chiaro. Batsa con i ricatti caro Matteo. Viva le elezioni anticipate. Parola di comunista.

Mostra altro

Le lenti degli occhiali da lettura si sono graffiate - Metodo efficace per risolvere il problema

10 Febbraio 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #CONSIGLI CARANAS

Le lenti degli occhiali da lettura si sono graffiate - Metodo efficace per risolvere il problema

Le lenti degli occhiali da lettura si sono graffiate. Che fare? La creatività non è mai abbastanza. A volte basta molto poco, quasi niente, per inventarsi una soluzione ad un problema o per riciclare un qualcosa che sembrava ormai destinato ad essere buttato. A tal proposito c’è un modo molto efficace per ovviare al problema mettendo a nuovo le lenti dei vostri occhiali da vista.

Ecco come : se avete degli occhiali da vista con la lente in plastica graffiata, usate il polish per metalli e risolverete il problema. Versate qualche goccia della soluzione nella zona graffiata.

Nel dubbio, qualora non sappiate se il suddetto graffio interessa la parte interna o esterna della lente, ponete il prodotto su entrambi i lati.

Una volta compiuta tale operazione usate un panno morbido o un panno in microfibra per pulire il polish e successivamente spruzzate sulle lenti del detergente per vetri. Infine pulite le lenti e prendete le giuste precauzioni per evitare altri graffi.

Se vuoi vedere invece l’effetto del polish sul metallo , guarda questo video :

Mostra altro

Ma quale Partito della Nazione ? Sel , Lista Tsipras, Rivoluzione civile, Ferrero, Landini, Fiom… sono tutti morti.

10 Febbraio 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

                            

di Carana

Oggi s'incomincia un Capire da ALCUNE Cose che la rottura del Patto del Nazareno E Più che reale. Renzi non ê leale (e lo AVEVA dimostrato Già con Letta) e la SUA TATTICA E spregiudicata e cinica Più Di quella berlusconiana ed incurante delle opposizioni. Continua Nella SUA corsa di Potere sbriciolando FI e Lamentate: I. Minacciando politicamente Berlusconi Che ora potrebbe Trovarsi ad affrontare Nuovi Problemi Tra i Quali:

 

  • Cambio di Posizione sul falso in Bilancio;
  • Improvviso SBLOCCO della Questione dei Diritti sul digitale (50 Milioni di Euro da Versare da Parte della Mediaset);
  • annuncio dello "scouting" fra i senatori di Forza Italia e Gal;
  • Conflitto di interesse;
  • Caso Mediolanum Che si lega al Problema della Consulta.

 

Su this ultimo punto ricordiamo Che la Banca d'Italia ha imposto un Berlusconi di Vendere il 24% delle Azioni in Suo Possesso per Aver perso i Requisiti di onorabilità un Seguito della Sentenza per il falso in bilancio.

 

Ma Come fara Berlusconi senza l'aiutino di Renzi un lontano eleggere Almeno Uno dei Suoi fidati ad Occupare posto ONU in Consulta? Tra l'altro, Viste le dimissioni di Mattarella i posti liberi Sono dovuta ed Uno Sarà Sicuramente occupato Dalla Sinistra.

FI conta Meno del M5s Ed ha Menone Potere, non E Probabile quindi che sì accontenti Silvio Che ha Meno Diritti annuncio Avere il giudice costituzionale di Menone Che Renzi non riesca a trovare Quei 571 Voti necessari. Potrebbe FARLO sì ma dubito Che Sel converga Sulle Sue POSIZIONI venire ha Fatto con l'elezione di Mattarella in cui fu puro Importanti il ​​Contributo dei delegati Regionali.

Ma vedrete Che Renzi offrirà Quel posto in Consulta alla Lega o al M5S. E 'Quello che teme Verdini.

E 'impensabile InOLTRE Che il Partito della Nazione Possa contenere anime diverse venire Bersani Cuperlo, Soprattutto Civati, Pezzi di Sel con Alfano e Casini e Qualche transfuga da FI, Facendo fuori, una causa del "voto utile" Altre frange di Sinistra incapaci di Formare ONU Partito unico e destinate a rimanere fuori dal Nostro Parlamento.

Renzi marcia asfaltando Tutti e sta consolidando il Suo Potere in vista della Riforma del bicameralismo e Nella Prospettiva di assicurarsi il Controllo delle Regioni Attraverso La Riforma del titolo V della Costituzione, attirando sempre di Più pezzi di centro venire Dimostra la vicenda di Scelta Civica ma also di Altri Nuovi Scilipoti Attaccati alla poltrona. Non mi meraviglierei se also Razzi traslocasse Nel PD.

Visto l'enorme Debito Pubblico, venuto FARA Renzi una Tenere Tutti Insieme i Suoi sostenitori eterogenei senza METTERE in conto il Sostegno delle Banche e Creando di Fatto ONU Partito non della Nazione ma delle Banche Stesse? Il Partito attualmente Più grosso e Quello dei votanti e NON Visto Che il cadavere politico di Berlusconi Ancora non C'è, Sara facile Che dal 40% passi al 45% ingrassato da elettori di Destra e di Sinistra insoddisfatti e sfiduciati e non Interessati a osare Consenso al M5S.

This Politica ci ha però abituati a Sorprese non prevedibili e desumo Che da qui al 2018 ce ne Saranno parecchie farcite di trasformismo.

 

​Se vuoi lascia un commento (anche anonimo mail protetta)

Mostra altro

Hai l'ansia ? Ascolta questo brano (da 10 milioni di clic)

8 Febbraio 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #MUSIC E CANTAUTORI

Meraviglioso !

...

Mostra altro

Di mattino i cuochi, di pomeriggio i drammi, di sera i politici delle chiacchiere

8 Febbraio 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

 

di Caranas

 

Non ne posso più di questa TV piena di giornalisti improvvisati che non sanno parlare bene neanche l’italiano sbagliando in diretta continuamente il plurale (è quasi una moda da anni) e di personaggi anche diversi che sembrano diventare guide spirituali in occasione di qualsiasi dramma. Non sopporto Vespa e neanche la De Filippi, ma anche Santoro e  Floris. Per Giletti ho più stima. Ormai tutto è buono se procura ascolti. Tutto si fa in nome del dio denaro senza preoccuparsi che questo modo di agire procura solo solitudine indotta o meno che sia. Questi guru che siamo abituati a vedere in televisione aizzano l’uno contro l’altro suscitando spesso rabbie incontrollate  e sollecitano ipocritamente gli istinti più bassi di ipocriti figuranti e battimani a pagamento per riempire il loro spettacolino. Ormai le chiacchiere riempiono di protagonismo l’etere tutto il giorno. L’analisi critica e severa nel rispetto delle persone non esiste più. Restano solo esternazioni pretestuose di finti moralisti cattolici e conservatori ma spesso anche di critici invitati ad hoc per fare audience; Sgarbi è comunque divertente e a volte ci azzecca in un minestrone di volgarità e vacuità.

Mostra altro

Al Senato, solo sulla carta, Renzi può contare 172 voti (maggioranza 161)

8 Febbraio 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

 Al Senato, solo sulla carta, Renzi può contare 172 voti (maggioranza 161)

Per ora sono solo palline che cambiano di colore dentro il pallottoliere della maggioranza. Ma nei prossimi giorni Renzi potrebbe riuscire a conquistare qualche altro sostegno tra i senatori che oggi sono ancora schierati con l'opposizione. A Palazzo Madama i numeri della maggioranza non sono altissimi: ne servono 161 per avere la maggioranza assoluta, Renzi sulla carta ne ha 172, cifra alla quale si arriva sommando tutti, ma proprio tutti, compresi i senatori a vita non sempre presenti ai lavori dell'aula. In realtà, negli ultimi voti di fiducia, il governo si attestato su cifre più basse: 166 voti per l'approvazione del jobs act, 162 per l'approvazione della legge di stabilità. Per non parlare della legge elettorale: per soli tre voti Forza Italia non è stata determinante nella votazione finale. Con l'approdo di cinque senatori di Scelta Civica nel gruppo del Pd, la maggioranza al Senato non fa un passo avanti: è solo il Pd che si rafforza nel suo ruolo di primo partito, passando da 108 senatori a 113. Con il passaggio dei cinque transfughi nelle file dem, i sostenitori del governo a Palazzo Madama sono dunque così divisi: 112 Pd (uno in meno del totale, perché il presidente del Senato Grasso per prassi non vota), 36 Ncd, 17 del gruppo delle autonomie, 2 di scelta civica, 3 popolari di Mario Mauro (attualmente nel gruppo di Gal) 2 del gruppo misto (i senatori a vita Carlo Azeglio Ciampi e Renzo Piano). Ma se andasse in porto l'operazione "nuovi responsabili", ecco che al governo arriverebbe un canestro di voti nuovi, utilissimi per rimpiazzare il soccorso arrivato da Forza Italia grazie al patto del Nazareno. I registi dell'allargamento della maggioranza puntano in due direzioni: l'eterogeneo gruppo Gal (acronimo che sta per Grandi Autonomie e Libertà, nato come costola del centrodestra) e la variopinta pattuglia degli ex senatori grillini. Tra i quindici senatori di Gal già ci sono i tre senatori popolari Mauro, D'Onghia e Di Maggio che votano con la maggioranza: tra i restanti 12 ci sono cinque senatori legati a Forza Italia e l'ex ministro di simpatie leghiste Giulio Tremonti che non hanno alcuna intenzione di dare il loro voto al governo Renzi; ma altri cinque senatori, guidati da Paolo Naccarato, sono pronti ad assicurare il sostegno alla maggioranza. Ancora più numerosa l'area degli ex grillini: sono 17 i senatori che hanno lasciato il movimento cinque stelle, tutti approdati al gruppo Misto ma divisi tra chi ha fondato microformazioni (il "movimento X" e "Italia lavori in corso") e chi è senza bandiera. Tra Gal ed ex M5s in totale ci sono dunque 22 senatori su cui la maggioranza ha messo gli occhi: se tutti passassero alla maggioranza Renzi arriverebbe a quota 194 voti al Senato e potrebbe assorbire senza troppi patemi d'animo eventuali defezioni che dovessero provenire dal Ncd o dalla sinistra Pd.

Fonte : Ansa

Mostra altro

Le vignette di oggi

8 Febbraio 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Le vignette di oggi
Le vignette di oggi
Mostra altro

Con Berlusconi noi autori satirici ci divertivamo di più

7 Febbraio 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Con Berlusconi noi autori satirici ci divertivamo di più
Con Berlusconi noi autori satirici ci divertivamo di più
Con Berlusconi noi autori satirici ci divertivamo di più

di Caranas

Tempi duri per i vignettisti, con Silvio e la Gelmini era uno spasso. C’è rimasto solo Gasparri ma si produce poco. Difficile fare vignette su Renzi, si avverte quasi una repulsione, sembra quasi di fargli pubblicità ed io non mi fido più di quel “stai sereno”. In questo periodo l’unico che contisua la sua missione in modo sincero è caritatevole mi sembra Papa Francesco veramente a sostegno degli “ultimi” e dei bisognosi. Nei giorni scorsi, mentre imperversava pioggia e freddo in tutta Italia e anche a Roma, ha provveduto a far distribuire ombrelli e coperte ai “senzatetto” e adesso ancora un altro gesto concreto che lui, con la solita bontà che lo contraddistingue, definisce “piccole cose” che però fanno la differenza.

Sono entrate infatti in funzione le docce fatte installare su ordine del Pontefice in piazza San Pietro per permettere a quanti vivono per strada di lavarsi e di mantenere quell’integrità che si palesa anche esteriormente curando la propria persona. E non è poco !

Mostra altro

Ripartiamo dal Caffè Letterario - La grande madre di Alessia Alì

7 Febbraio 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #CAFFE' LETTERARIO

Ripartiamo dal Caffè Letterario - La grande madre di Alessia Alì

La grande madre -- di Alessia Alì

Pentapoli 2492, il futuro è sempre più vicino. La medicina, in particolare la genetica, ha fatto passi da gigante.

La trasmissione della vita avviene tramite Metròs (conosciuta come “la grande madre”), un dispositivo che seleziona ed elabora il materiale cellulare, precedentemente prelevato, di due donatori sani ed emette gli embrioni da incubare in una cella omega per favorirne il completo sviluppo. Non esiste più alcun vincolo biologico tra genitori e figli; non esistono più malattie: è questo lo scenario che si presenta davanti agli occhi di Thomas e Julia, due dei protagonisti, al termine del loro percorso spazio-temporale intrapreso per far luce sullo strano arrivo a Thor Island di bambini provenienti dal futuro.

La storia viene raccontata da due voci narranti: la prima è proprio quella di Julia, che redige un diario di viaggio riguardante la sua avventura; la seconda appartiene a Orius, il responsabile per la sicurezza della Bambineria. A mettere in moto l’azione è Olga, l’assistente del dottor Vitasey, dopo essersi resa conto che questi, nel suo laboratorio, sta portando avanti un esperimento di eugenetica con l’intento di creare una stirpe biologicamente perfetta, destinata a diventare la nuova classe dirigente.

In questo testo raffinato e avanguardistico l’esposizione procede in maniera armoniosa ed estremamente fluida fondendosi abilmente con la trama scientifica i cui argomenti e colpi di scena conquistano il lettore. Anche la suspense contribuisce a creare un racconto avvincente, sospeso fra l’attesa e la scoperta: l’evoluzione del progresso e la sua natura vengono descritti attraverso personaggi caratterizzati in dettaglio, dalla componente psicologica approfondita e intensa. L’ambientazione avveniristica condisce di spunti interessanti una storia vibrante che regala attimi di riflessione concentrandosi sul problema dell’eticità delle invenzioni e delle scoperte mediche: la cultura è positiva solo se utilizzata a fini benefici.

L’autrice Alessia Alì è avvocato ed è originaria di Gioiosa Ionica (Rc).

«Avrei potuto dirle che non ce n’era bisogno: un pezzo di lei sarebbe tornato a casa, quel piccolo pezzo che io mi portavo dentro, come un dolore meraviglioso. Avrei potuto dirle tante altre cose. Avrei potuto almeno salutarla. Stringerla un’ultima volta. Invece non l’ho fatto. Mi sono limitato a guardarmi intorno, in cerca di qualcosa che avrei potuto lasciarle, perché fosse solo suo, perché le ricordasse ciò che era stata per me, ma era un’idea sciocca: io le stavo lasciando tutto di me, quello che era stato mio adesso era suo, anche se lei non ne avrebbe potuto godere ancora a lungo perché stava svanendo inghiottita da quel male che la divorava da dentro. E allora, mentre pensavo con rabbia al suo dolore, al mio dolore, sentii, dimenticato lì nella tasca della mia giacca, come un peso di fuoco vicino al cuore, il mio inalatore; lo tirai fuori, me lo rigirai tra le dita per qualche istante e poi glielo misi in mano, senza parole, ma con il rimorso travestito da compassione di chi compie un male inevitabile. Lei lo prese e indugiò un momento sulle mie dita, lasciando l’impronta dei suoi polpastrelli sulle mie mani; un contatto che non vorrò mai dimenticare».

Mostra altro

Il ritorno del Trota (vignetta)

7 Febbraio 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Il ritorno del Trota (vignetta)

....

Mostra altro