Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Post con #caffe' letterario tag

Il Bibliomotocarro : la biblioteca itinerante

11 Aprile 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #CAFFE' LETTERARIO

Il maestro che gira la Basilicata con il Bibliomotocarro per diffondere la lettura

A.jpg

Quando la lettura va ben oltre il piacere e diventa necessità, strumento di vita, strumento di ribalta, strumento di incontro, si incontrano persone vere e splendide come Antonio La Cava, maestro elementare e maestro di vita. È grazie a lui che ha preso il via l’iniziativa ed il progetto del Bibliomotocarro, una biblioteca itinerante realizzata con una moto Ape celeste (trasformata in piccola casetta con tanto di comignolo) e una raccolta di libri, in costante aggiornamento, di circa 1200-1300 volumi.

Libri per bambini, ma anche per adulti, perché la lettura non ha età e necessita solo di essere riscoperta, anche da chi non l’ha incontrata sin da piccolo.

Mostra altro

PREMIO STREGA 2013 - tra i finalisti c'é anche la cornacchia di Totò Cuffaro

8 Aprile 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #CAFFE' LETTERARIO

cache_cache_194d8721736f745d388d69d112de08bc_7e125334a55ba4.jpg

                                                                   Villa Giulia 

di Caranas

Per molti autori il Premio Strega (ora la sessantasettesima edizione)  è il premio letterario Italiano più ambito. Infatti,  se lo vinci fai una fortuna e la tua vita cambia in un batter d’occhio, ma anche se ti piazzi almeno tra i primi cinque.

Il premio Strega è un po’ come Sanremo : ci vuole culo ed avere qualche santo tra i padrini dell’editoria . Tocca all’autore quindi, presentare qualcosa di superlativo, un’opera cui è difficile dire no.  Anche Celentano non vinse Sanremo col Ragazzo della via Gluck , però poi sfondò.

Bene, giovedì 4 luglio si saprà chi è il fortunato vincitore  che uscirà dal Ninfeo di Villa Giulia a Roma  , certamente con un asso nella manica in più.

Sarà certamente duro il compito del Comitato direttivo  (Giuseppe D'Avino, Tullio De Mauro (presidente), Giuseppe De Rita, Valeria Della Valle, Fabiano Fabiani, Alberto Foschini, Dino Gasperini, Melania G. Mazzucco, Ugo Riccarelli). La riunione è prevista per il prossimo 16 aprile.

Le opere di narrativa italiana  candidate alla vittoria finale sono :

 

1. Apnea di Lorenzo Amurri

2. La società segreta degli eretici di Ilaria Beltramme

3. La seconda India di Laura Bocci

4. Da costa a costa di Lorenzo Bracco e Dario Voltolini – due autori della mia stessa casa editrice :

    la BookSprint di Salerno

5. La mia unica amica di Eliana Bouchard

6. El especialista de Barcelona di Aldo Busi

7. Romanzo irresistibile della mia vita vera di Gaetano Cappelli

8. Esercizi sulla madre di Luigi Romolo Carrino

9. Cate, io di Matteo Cellini

10. Cacciatori di frodo di Alessandro Cinquegrani

11. Sofia si veste sempre di nero di Paolo Cognetti

12. Il candore delle cornacchie di Totò Cuffaro

13. Di muro in muro di Geppino D’Alò

14. Mandami tanta vita di Paolo Di Paolo

15. Il cielo è dei potenti di Alessandra Fiori

16. Però un paese ci vuole di Giovanna Grignaffini

17. Gola di Pietra di Luigi Lambertini

18. Suicide Tuesday di Francesco Leto

19. L’uso della vita. 1968 di Romano Luperini

20. Atti mancati di Matteo Marchesini

21. Le colpe dei padri di Alessandro Perissinotto

22. Figli dello stesso padre di Romana Petri

23. L’esilio dei figli di Claudia Pozzo

24. Resistere non serve a niente di Walter Siti

25. Nessuno sa di noi di Simona Sparaco

26. Stringimi prima che arrivi la notte di Claudio Volpe

Curiosità  : Il candore delle Cornacchie è stato scritto durante il trascorso carcerario dell’autore totò Cuffaro (ex governatore della Regione Sicilia) . Parla della vita dietro le sbarre. Il governatore ha avuto una condanna a sette anni per favoreggiamento aggravato a Cosa nostra e rivelazione del segreto istruttorio.

 53bed31cb74891ae64a31e4c592ef86d_M.jpg

Mostra altro

Si avvicina la festa della donna - Fe-minus ?

1 Marzo 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #CAFFE' LETTERARIO

femen-berlusconi-8

di Caranas

Si avvicina l’8 marzo, la festa della donna .Proprio ieri pensavo che se alle donne succedono ancora tante cose brutte fino a quelle estreme (omicidi) non sono poi cambiati molto i tempi rispetto alle origini tanto da domandarci : ma Dio, quando ha creato la donna , era distratto? Come mai tanti personaggi  famosi da Catone a Cicerone (ma non solo questi) avevano una considerazione così desublimante della donna?

Provo a citare qualcosa in merito :

«Qualsiasi malizia è piccola, di fronte alla malizia della donna.E non c’è ira peggiore di quella delle donne » [ Ecclesiaste, 25,19];

« Non conviene sposarsi. Che cos’altro è la moglie, se non la nemica dell’amicizia, la pena alla quale non si può sfuggire, il male necessario, la tentazione naturale, la calamità desiderabile, il pericolo domestico, il danno dilettevole, il male di natura, dipinti a tinte vivaci ?» [ Giovanni Crisostomo, commentando il vangelo di Matteo ];

« Le donne sono deboli di intelletto, quasi come i bambini » [Terenzio, Hecyria, III,1];

« Ho trovato la donna più amara della morte perché è una trappola, il suo cuore una rete, le sue mani catene, chi piace a Dio la fugge, chi è peccatore è catturato da lei » [Proverbi, 7,25-27];

« Una donna quando pensa da sola , pensa cose malvagie» [Seneca];

« Quando piange , una femmina tende insidie con le sue lacrime» [Catone];

« Il fondamento di tutti i vizi della donna è l’avidità» [Cicerone];

« Al mondo ci saranno pur donne di qualche virtù , ma questo dipende dal Nuovo Testamento, quando il nome della prima prevaricatrice,  Eva, è stato cambiato in Ave »  [Gerolamo – traduttore della Bibbia in latino].

C’è anche chi sostiene che foemina deriva da fe-minus, cioè minor fede, portata all’eresia.

E con questa matrice culturale si può capire quindi come le donne, tenderanno a scegliersi il miglior provider sul mercato, ma non disdegneranno il supermaschio per una notte.

Resta il fatto che la violenza sulle donne costituisce oggi una vera emergenza e le vittime non trovano il coraggio di denunciare, anche perché, in un contesto culturale maschilista, la violenza non è sempre percepita come un crimine. Buon 8 marzo a tutte.

 

 

Mostra altro

Oggi Candelora

2 Febbraio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #CAFFE' LETTERARIO

neve-spiaggia.jpg

 

Una bella poesia di Caranas dedicata alla festa della Candelora : link

diritti riservati by Carmelo Anastasio

Mostra altro

FUSCALDO poesia

18 Novembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #CAFFE' LETTERARIO

luci-aprile-copia-1.jpg

                                                               foto Apif


Fuscaldo 

 

Adesso basta!

Mi hai annoiato

con la memoria che invochi

come antico guerriero morente

intrappolato da inamovibile destino.

 

Né pietà  né memoria ti darò.

Ladro sei !

Senza vera storia

continui a cospargere di polvere

i nostri occhi

puntati alla ricerca del tempo.

 

Ora basta!

Pietre, pietre, sempre pietra.

Paese desolato

non avrai anche il cuore

così duro

come portale ornamentoso?

 

Massacrato da uomini stolti

più che dai colpi del tempo,

insepolto sui sepolti,

dormi nella gloria che non fu,

condannato a scontare

maledizioni in solitudine

conseguenze d’eccidio

di colui che ora riposa vicino al Santo.

 

E qui , loro , chiusi come lucertole

escono al caldo,

protagonisti di memoria

insieme a giochi cesellati,

scolpiti, dipinti,

non aprendo porte al cervello

arricchito di presepi.

 

 

 © Caranas ‘12

 

 

Mostra altro

Un libro aperto

5 Novembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #CAFFE' LETTERARIO

Preparare schede di lettura... una passione . Anche se i libri che leggo costano sempre di più. Anche quando non valgono un cabit !

                                                                          di Caranas

libro-aperto.jpg

La solitudine a volte gioca brutti scherzi. Ti sdrai sul tuo letto con un libro da leggere e ne diventi il testo nell'isolamento più completo. Soprattutto di notte.

Però, vista dall'esterno, la lettura non è un piacere sostitutivo, la tua esistenza infatti ne esce fuori scheletrica. Dall'interno invece, vedi solo un unico mobilio, una biblioteca sontuosamente stracolma di libri, l'ammirazione gelosa per chi non si sovraccarica del superfluo e trabocca del necessario. 

I libri restano comunque il mio pane, quelli cartacei, non sono infatti ancora pronto per quelli digitali, sono troppo abituato a scriverci sopra i miei appunti. 

Mostra altro

L'arte della commedia napoletana

18 Settembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #CAFFE' LETTERARIO

23rjwc0

De-Crescenzo-1.jpeg

De-Crescenzo-2-copia-1.jpeg

De-Crescenzo3.jpeg

tram1.jpg

Mostra altro

Le poesie di Caranas

14 Settembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #CAFFE' LETTERARIO

7754754-bianco-campanile-della-chiesa-greca-a-santorini-isl.jpg

 

 

Gocce settembrine

Nel borgo,  ora neanche  a San Lorenzo

riesco più ad entrare sotto le stelle.

Se le sarà portate via l’adolescenza,

nelle tenebre che antiche

 aggrovigliano  la rete che ci tiene

sparsi in pezzi d’Italia e del mondo  tra

grandi ombre sospese in nebbia o fumo

senza luce di  crepuscolo.

 

Cercavo un angolo ridente

tra pietre angolari  testimoni del mio nascere

 sperando ancora in un rifugio..

quello che è rimasto,

quello che resiste.

 

Come erano libere le ali nere delle ciavule

e dolce quel suono di campane a tarantella

ancora in eco attorno a quel campanile

rotto monolito di silenzio .

 

Né più  ciavule , né più rondinelle,

né più fruscii d’erbe in orti da Ballerfino,

o saliva di bosco alla muravetta

e neanche più capanne imitanti

germi indiani di libertà.

 

Così oggi è : scialbatura  di soli istanti

giusto quanto basta per assaporare

ancora  quella luce bianchissima

sulla chiesa di san Sebastiano,

impronta d’esile risveglio

tra simulacri di lontananze.

Mostra altro

... Poveri bronzi morti

12 Settembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #CAFFE' LETTERARIO

fuscaldo

 

 

                                                Poesia  di Caranas

 

Più mi allontano

e più la stagione fuscaldese

ferisce .

Ogni volta .


Se il tempo sparisce,

non è così per le tue pietre vigili

che sparano d’ogni fatto sentenza

in quel grembo secolare

d’un destino , sempre lo stesso,

che ha ormai segnato i confini

sradicando case , parentele, affetti.


Le nuove maledizioni residenti

ritracciano inseguendolo il cammino

di noi partiti .


Qui il nostro pensiero è solo,

libero ciascuno dal feroce gruppo,

spoglio come quell’albero che sta morendo

mentre nessuno  porta acqua,

manco ci pisciano,

mentre santi e rosari

tramandano la morte.

 

Mostra altro

Innamorarsi verso il tramonto

6 Settembre 2012 , Scritto da CARANAS Con tag #CAFFE' LETTERARIO

Innamorarsi a 50 anni ? E' possibile

Prospettive-future.jpg

Perdere la testa e ricominciare a sognare quando ormai si pensa che le stagioni del batticuore siano finite da un pezzo. Succede più  agli uomini che alle donne. E' rivoluzionario, ma non sempre indolore. "E' come regalarsi un supplemento d' infanzia, non c’è  stato d'animo paragonabile per gioia, fiducia, senso di benessere", dicono i nonni stregati da Cupido.

Una magia, per chi e' solo. Ma se si è già  sposati, l' attrazione fatale può diventare un tormento.

 

Mostra altro
<< < 1 2 3 4 > >>