Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Post con #olio di palma tag

Ecco perché l'olio di palma fa male alla salute

30 Maggio 2016 , Scritto da CARANAS Con tag #OLIO DI PALMA

Ecco perché l'olio di palma fa male alla salute

E sì, l’olio di palma fa male alla salute, è ormai un fatto risaputo; vediamo il perché viene ancora usato visto che negli alimenti si trova dappertutto.

Sei goloso della Nutella ? Anche questa deliziosa crema lo contiene, ma lo si trova anche in merendine, prodotti da forno come grissini, cracker, snack ed altro ancora. L’olio di palma è un ingrediente fondamentale perché costa poco e viene usato dall’industria alimentare soprattutto per la sua proprietà di non far alterare i sapori, anche se fa male al nostro organismo. Vediamo in dettaglio perché fa male:

  • È un olio saturo non idrogenato che in percentuale è presente al 50% se deriva dai frutti di alcune palme (Elaeis guineensis) - 80 % se deriva dai semi;
  • Percentuale di grassi saturi molto alta ( un eccesso di grassi saturi nella dieta corrisponde ad un maggior rischio di sviluppare tutta una serie di malattie, tra cui spiccano patologie cardiovascolari e alcuni tipi di tumore (come quello al colon, sebbene in merito vi siano evidenze scientifiche discordanti). Al contrario, una dieta sobria e ricca di acidi grassi insaturi, come ad esempio quella mediterranea, ha una lunga serie di effetti benefici per tutto l'organismo). Non più del 7 % delle calorie quotidiane dovrebbe derivare dagli acidi grassi saturi;
  • Assenza di omega3 ( quello invece presente soprattutto nell’olio di pesce e che aiuta a combattere il colesterolo cattivo LdL ) e quindi espone a rischi cardiovascolari.

Sarà difficile rinunciare alla Nutella però la si può usare con moderazione e quando andiamo al supermercato leggiamo sempre le istruzioni sulla confezione : contenuto di olio di palma, carboidrati, grassi ecc.

PS: Non dimenticare gli occhiali, le istruzioni sono scritte quasi invisibili

Mostra altro

Olio di palma: ecco perchè tossico

7 Maggio 2016 , Scritto da CARANAS Con tag #Olio di palma

Olio di palma: ecco perchè tossico

L’olio di palma, molto usato nell’industria alimentare, secondo un rapporto pubblicato dall’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (Efsa, European Food Safety Authority), contiene sostanze tossiche, anche cancerogene, pericolose soprattutto per i bambini.

Secondo l’Efsa, infatti “i contaminanti da processo a base di glicerolo presenti nell’olio di palma, ma anche in altri oli vegetali, nelle margarine e in alcuni prodotti alimentari trasformati, danno adito a potenziali problemi di salute per il consumatore medio di tali alimenti di tutte le fasce d’età giovanile e per i forti consumatori di tutte le fasce d’età”.

La dott.ssa Helle Knutsen, presidente del gruppo di esperti scientifici dell’Efsa sui contaminanti nella catena alimentare, ha detto: “Ci sono evidenze sufficienti che il glicidolo (composto precursore dei GE) sia genotossico e cancerogeno, pertanto il gruppo CONTAM non ha stabilito un livello di sicurezza per i GE (glicidil esteri degli acidi grassi)”.

L’Associazione Aidepi, a cui aderiscono aziende come Barilla, Bauli, Ferrero, Divella, Nestle’, Unilever, Sammontana, nonostante la sua campagna da migliaia di euro spesa in favore dell’olio di palma, ha deciso di fare un passo indietro di fronte ai rischi per la salute emersi grazie alla recente pubblicazione dell’Efsa. Spiega in una nota l’Aidepi:

“Abbiamo seguito con la massima attenzione la diffusione del parere dell’Efsa sulla presenza dei contaminanti 3-Mcpd e Ge in molti alimenti inclusi alcuni prodotti da forno e, come sempre abbiamo fatto in passato, ci impegnano fin da ora a fare, nel più breve tempo possibile, tutte le scelte necessarie per la massima tutela della salute del consumatore. Ogni indicazione dell’Efsa è per noi un riferimento imprescindibile, anche rispetto alle nostre strategie aziendali e associative, e quindi non mancheremo di intraprendere i percorsi necessari per onorare il patto di fiducia che sa sempre abbiamo con i nostri consumatori. Con questo obiettivo ci siamo già messi in contatto con il ministero della Salute per valutare insieme come procedere dando la nostra massima disponibilità e collaborazione. Aidepi rappresenta aziende e imprenditori che si sono sempre distinti per responsabilità sociale, avviando spesso percorsi a tutela della salute pubblica prima ancora che si trasformassero in obblighi di legge. Anche questa volta faremo la nostra parte”.

Che cosa succederà adesso? Le aziende italiane hanno deciso davvero di rinunciare all’olio di palma? E con quali ingredienti verrà sostituito l’olio di palma?

Mi scuso per il copia incolla

(fonte:http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=58b1826cebca0762)

Mostra altro