Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

politica

BARBARESCHI INFASTIDITO MENA INVIATO DELLE IENE

14 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

 

Mostra altro

Sondaggi, il decollo di Ingroia

13 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

               Per 8 sondaggisti su 9 Rivoluzione supera il 4% di consenso

ingroia1-770x577.jpg

Inaspettati risultati   per la lista Rivoluzione Civile che propone Antonio Ingroia come candidato premier alle prossime elezioni politiche. Da una media di vari sondaggi, ora il movimento guidato dal pm antimafia è stimato saldamente sopra il 4% di consenso, soglia da superare per conquistare seggi alla Camera dei Deputati. Ben 8 dei 9 istituti di ricerca che negli ultimi giorni hanno realizzato sondaggi sulle intenzioni di voto degli italiani sostengono che Ingroia, se si andasse alle urne oggi, sarebbe capace di andare oltre la soglia di sbarramento prevista a Montecitorio. 

20 SEGGI ALLA CAMERA – Il superamento della soglia del 4% alla Camera consente alle forze non coalizzate di conquistare oltre 20 seggi. A Rivoluzione Civile hanno aderito Federazione della Sinistra, Verdi, Italia dei Valori e il Movimento Arancione fondato del sindaco di Napoli Luigi de Magistris.

Mostra altro

UNA POSSIBILE MAGGIORANZA AZZOPPATA

13 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Vendola: “Se il Pd sceglie Monti come alleato dopo il voto, dovrà rinunciare a Sel”

vendola.jpg

In questa situazione di incertezza Nichi Vendola mette le cose in chiaro: “Se il centrosinistra sceglie Monti come alleato per il governo – dichiara a SkyTg24 – dovrà rinunciare al contributo di Sel. Io sono alternativo alla presenza dei conservatori nell’alleanza di centro sinistra. Sarà impossibile, anche solo immaginare, una maggioranza in cui stiamo insieme io e Paola Binetti che, lo dico con tutto il rispetto, è la tipica espressione di una cultura integralista che disvela le ambiguità dell’alleanza che si è radunata intorno al professor Monti e che si presenta come un’alleanza liberale. Penso che nella prossima legislatura bisognerà collaborare con Monti, con Casini e le forze centriste e insieme occuparsi della riforma dello Stato, sulla quale occorrerà trovare dei punti di compromesso”. Insomma: “Dal punto di vista del governo del Paese, il centro sinistra ha il diritto di governare senza ipoteche e senza badanti. Io ho fatto vincere il centro sinistra in luoghi dove aveva sempre perso, ho contribuito alla vittoria dalla Puglia a Milano. Il centrosinistra si candida per vincere e governare, Monti e Berlusconi – ha concluso Vendola – si candidano per impedire la pienezza della vittoria del centro sinistra, per azzoppare la coalizione, cercando in quel modo di rientrare in partita”.

monti-bersani-casini-206067.jpg

 

Mostra altro

I CAPILISTA DEL PROFESSORE ED I CANDIDATI

12 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

 

LISTA-MONTI-CRITERI-3

I CAPILISTA – Nella lista con il nome del professore correranno da capilista :

  1. Paolo Vitelli in Piemonte 1
  2.  Renato Balduzzi in Piemonte 2
  3.  Ilaria Borletti Buitoni in Lombardia 1
  4.  Alberto Bombassei in Lombardia 2 e Veneto 2
  5. Andrea Mazziotti di Celso in Lombardia 3
  6.  Lorenzo Dellai in Trentino Alto-Adige
  7.  Ilaria Capua in Veneto 1
  8.  Gian Luigi Gigli in Friuli Venezia Giulia
  9.  Roberta Oliaro in Liguria
  10. Irene Tinagli in Emilia Romagna
  11. Andrea Romano in Toscana dove correra’ da numero 4 anche l’ex renziano Giuliano Gasparotti
  12. Adriana Galgano in Umbria
  13. Valentina Vezzali nelle Marche
  14.  Mario Marazziti in Lazio 1
  15.  Federico Fautilli in Lazio 2
  16.  Giulio Cesare Sottanelli in Abruzzo
  17.  Michele Scassera in Molise
  18.  Luciano Cimmino in Campania 1
  19.  Antomo Cesaro in Campania 2
  20.  Salvatore Matarrese in Puglia
  21.  Ernesto Navazio in Basilicata
  22.  Beniamino Quintieri in Calabria
  23.  Gea Schiro’ Planeta in Sicilia 1
  24.  Andrea Vecchio in Sicilia 2
  25.  Pierpaolo Vargiu in Sardegna
  26.  Vasco Cannata’ in Val d’Aosta.    

 Tutti i candidati : link

 

 

Elezioni per la Camera dei Deputati 24-25 Febbraio 2013

Candidati Circoscrizione Calabria

NOME E COGNOME LUOGO E DATA DI NASCITA

1. BENIAMINO QUINTIERI COSENZA (CS) 24/08/1952

2. CAROLINA GIRASOLE ISOLA DI CAPO RIZZUTO (KR) 10/07/1963

3. SERGIO NUCCI COSENZA (CS) 02/08/1961

4. CARMELO LENTINO PALMI (RC) 09/11/1980

5. STEFANO MASCARO NAPOLI (NA) 17/08/1962

6. GIANFRANCO SPINELLI NICASTRO (CZ) 24/07/67

7. PAOLO ZAGAMI MELITO DI PORTO SALVO (RC)  14/02/1977

8. PAOLO COSENTINI COSENZA (CS) 22/08/1954

9. MARIA LOCANTO COSENZA (CS) 12/03/1969

10. ADRIANO SERAFINI COSENZA (CS) 01/12/1964

11. CARMEN MAZZULLO TAURIANOVA (RC) 10/07/1977

12. VINCENZO CALZONE SAN CALOGERO (VV) 10/08/1955

13. AGOSTINO SIVIGLIA MELITO DI PORTO SALVO (RC)  05/09/1972

14. UGO VETERE BELVEDERE MARITTIMO (CS)  28/07/1969

15. GIUSEPPE PANARELLO LAMEZIA TERME (CZ) 26/09/1965

16. GIANNI CAPALBO FRAUENFELD (SVIZZERA) 03/03/1973

17. GAETANO ROTONDÒ SALERNO (SA) 24/04/1957

18. ALESSANDRO RIZZELLO TRICASE (LE) 11/01/1977

19. FABIOLA CENISIO COSENZA (CS) 20/11/1961

 

Mostra altro

Rinunciamo alla cittadinanza o andiamocene tutti

12 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

 

Fuga-dall-Italia.jpg

"Io delocalizzo aziende italiane. So bene che molti di voi mi odieranno. Ebbene, vorrei farvi leggere la quasi disperazione di imprenditori che mi pregano di farli fuggire da questo incubo chiamato Italia. Sì perchè se non paghi, in anticipo, il presuntivo (che gli immancabili studi di settore stilano in base alle loro folli analisi) non puoi andare avanti. L'italia penso sia l'unico Paese al mondo che pretenda il pagamento delle tasse e degli anticipi iva anche quando non guadagni! Quando faccio i pochissimi business plan per qualche pazzo investitore estero (che poi ovviamente rinuncia a meno che non si chiami volkswagen, ma è un caso di macro economia che non riguarda il tessuto italiano se non in via marginale), quando guardano la voce oneri fiscali mi chiedono se gli italiani che esercitano impresa siano benedetti dal Vaticano." alessandro bardi “ dal blog di Beppe Grillo

Mostra altro

LOGHI FASULLI - BEFFA ELETTORALE

11 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

620x413xl43-simboli-130111202456_big.jpg.pagespeed.ic.0744J.jpg

Loghi fasulli, beffa al Viminale

Movimento 5 stelle, Ingroia e la lista di Monti beffati dai simboli-cloni. Grillo furioso: «Com'è possibile? Chi c'è dietro?». Pronti i ricorsi. Le foto. E alla Camera si candida pure Luciano Moggi.

300x552x09-liste-P20civetta.jpg.pagespeed.ic.N-fcIW1TuN.jpg

Si chiamano simboli-civetta. Hanno fatto imbestialire Beppe Grillo, e non solo.

Perché i furbetti che scendono in politica si sono fiondati al Viminale accampati all'aperto, hanno trascorso un'intera nebbiosa notte romana al freddo solo per fregare tutti sul tempo e scippare il logo di una lista famosa.

Succede anche questo, nel meccanismo della democrazia italiana 2013.

COPIATO IL M5S.  Eccoli, dunque: c'è per esempio un Movimento 5 stelle che non ha nulla a che fare con il simbolo di Beppe Grillo.

LOGHI

Identico, ma diverso nei contenuti. Un furto di identità elettorale.

GRILLO: «CHI C'È DIETRO?». Grillo non ha usato giri di parole: «Se non ci permettono di gareggiare, se a 6 milioni di persone non permetti di votare e si aggiungono al 50% degli astensionisti, dopo sei mesi di governo li andiamo a prendere. Ci vado io da solo, li vado a prendere fisicamente. Questo sistema è marcio».

Annunciato il ricorso contro il logo farlocco: «Come è possibile? Chi c'è dietro?», ha tuonato il comico sul blog.

Monti preceduto da... il signor Samuele da Cuneo

Non è l'unico beffato: sono stati depositati tre simboli dove campeggia il nome «Monti», ma uno non è della coalizione che appoggia il Prof.

Il proprietario di 'per l'Europa Monti presidente' è un certo Monti Samuele, consigliere comunale di una lista civica a Frabosa Soprana, in provincia di Cuneo.

In bacheca si è aggiudicato una posizione di vantaggio rispetto ai due simboli autentici, uno per la Camera, l'altro per il Senato, del Prof.

UNA FINTA RIVOLUZIONE. L'altro finito nella morsa dei ladri di loghi è Ingroia: è comparsa una 'Rivoluzione civile', lista civetta con simbolo simile a quello presentato dai rappresentati del movimento del pm di Palermo (Rivoluzione civile-Ingroia).

ULTIMA PAROLA ALLA CASSAZIONE. L'ultima parola, in caso di ricorsi, spetta alla corte di Cassazione. L'ufficio elettorale del ministero dell'Interno da lunedì deve analizzare tutti i simboli presentati per verificarne la conformità con quanto è previsto dall'art.14 della legge 361 del 30 marzo 1957 (testo unico delle leggi elettorali).

ALCUNI SIMBOLI

Simboli

NO A CONTRASSEGNI IDENTICI. Nell'articolo si legge, tra l'altro, che «non è ammessa la presentazione di contrassegni, sia che si riferiscano a candidature nei collegi uninominali sia che si riferiscano a liste, identici o confondibili con quelli presentati in precedenza ovvero con quelli riproducenti simboli usati tradizionalmente da altri partiti».

C'è Calderoli, Johnny Depp, il partito di internet...

A sorpresa, nel polverone di giornata, è spuntato anche il padre del Porcellum, Roberto Calderoli, che ha depositato personalmente il simbolo 'Maroni presidente'.

Come mai? Per i chiarimenti appuntamento a domenica 13 gennaio alle ore 16, quando scadono i termini delle consegne.

Alle 18.30 dell'11 gennaio intanto i contrassegni presentati erano 100.

PARTITO DEI POETI. Qualche esempio? 'Partito dei Poeti in azione' di tale Alessandro D'Agostino, che si è ispirato al vecchio slogan, la fantasia al potere.

Tre liste di 'pirati': una ha come presidente onorario l'attore Johnny Depp.

PRIMATO AL MAIE. Il primo a depositare il proprio simbolo (erano in coda da lunedì alle 8.30) è stato il Movimento associativo italiano all'Estero (Maie) dell'onorevole Ricardo Merlo.

Mentre al decimo posto c'è il partito di La Russa-Meloni-Crosetto, 'Fratelli d'Italia'.

PARADOSSALE 'IO NON VOTO'. Non manca il paradossale Carlo Gustavo Giuliano, palermitano di 59 anni, che ha sfidato la logica invitando a votare il partito 'Io non voto'.

Il simbolo 'Recupero maltolto' si proclama a favore dell'abolizione delle province, per l'acqua come bene comune, ma dice no all'amnistia.

CHI PUNTA AL CONCRETO. 'Basta tasse', il Ppl di 'Pane, pace, lavoro', 'Fermiamo le banche e le tasse', 'Noi consumatori- liberi da Equitalia' sono andati più sul concreto e si sono scagliati contro chi ci alleggerisce le tasche.

Due i simboli al femminile: 'Donne per l'Italia' (Veneto, Lazio) e 'Fratellanza donne' (Liguria).

Presente pure il partito del web, 'Partito internettiano' con tanto di w disegnato nel simbolo assieme alla 'chiocciola'.

ALTRO CHE APPELLO DEL CAV. Come aveva detto Silvio Berlusconi nel suo appello da Santoro? «Non disperdete il voto dando la preferenza ai partitini». Qui c'è l'imbarazzo della scelta per disobbedirgli.

f. Lettera 43

Mostra altro

Craxi all’attacco, in campo Moggi

11 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Moggi-vignetta.jpg

L'eminenza grigia del calcio nostrano si dà alla politica. Sarà capolista dei Riformisti Italiani, i socialisti della galassia berlusconiana, legati alla figlia dell'ex leader del garofano.  Non è chiaro se scende o sale.

Mi chiedo : ma Olindo e Rosa in che lista sono candidati ?

Mostra altro

ADOTTA UN CANDIDATO

11 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

 

vauro-logo-beta

Non mi candiderò nella lista Rivoluzione Civile perché, almeno nel mio caso, ritengo più congeniale continuare a spendere impegno e passione politica fuori dalle stanze del palazzo. Il che non significa non prendere posizione. Tutt'altro.

Ribadisco la mia piena adesione al progetto di Ingroia e offro la mia completa disponibilità di militante (come si diceva un tempo) per ogni iniziativa, anche elettorale, a suo sostegno. Capisco che in una lista di candidati ci sia necessità di ''volti noti'', come può essere il mio.

''Se la gente non ti conosce non ti vota'' è il triste ma purtroppo veritiero ragionamento che porta a candidare tanti personaggi conosciuti. Ma le persone della così detta società civile allora? Quelle brave ed oneste persone (e ce ne sono tante) che nella società civile, senza notorietà, ci vivono quotidianamente e ne vivono sulla propria pelle ogni problema, saranno sempre escluse dalla possibilità di aver voce direttamente nei luoghi di decisione?

Ecco, da questo interrogativo mi è nata un'idea, forse un po' bislacca, mettere la notorietà personale a disposizione di un candidato che non ne ha. Indicarlo. Farsi garanti della sua onestà e capacità. ''Adottarlo'' insomma.

Io ho già adottato il mio candidato e lo propongo: si chiama Maya Marchioni. E' nata a Roma nel 1970. Diplomata all'istituto magistrale. Convive con un pompiere e madre adottiva di uno splendido ragazzo. Precaria. Parla quattro lingue. Dal 2001 al 2011 ha lavorato per la onlus Emergency fondata da Gino Strada. E' proprio lì che ho potuto conoscere direttamente le sue eccezionali qualità umane e di organizzatrice attenta ed instancabile.

Ecco, propongo a Rivoluzione Civile di candidare Maya al mio posto e me ne faccio garante. Mi piacerebbe che altri ''volti noti'' che hanno aderito al progetto ''adottassero'' e proponessero a loro volta un candidato ''sconosciuto''. Ché forse è proprio di brava gente sconosciuta che questo paese ha bisogno. Ché i noti sono già noti appunto.

Vauro

Mostra altro

Come previsto : Favia si candida con Ingroia

11 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

della serie : meglio un posto in parlamento che un calcio in culo domani

 vignetta-vauro-fatto-207143.jpg

Ingroia ci aveva già provato con Grillo invitandolo ad una alleanza. Poi chiese a Favia di entrare nel suo movimento. Ora i dubbi si sono sciolti. Il pm aveva chiesto all'ex grillino ribelle di  avere  coraggio. Ed è arrivata una risposta positiva su Facebook: "Garantita la mia indipendenza. La mia passione non si è spenta". "Se non sarò eletto in Parlamento mi dimetterò dalla Regione". Il leader di Rivoluzione civile: "Nessuna ostilità col M5S". Malumori fra i sostenitori bolognesi, c'è chi gli grida "Vergogna"

Giovanni Favia si candida con Antonio Ingroia e sarà capolista di Rivoluzione civile in Emilia-Romagna. Proprio oggi era arrivato l'aut aut dell'ex magistrato che, con una lettera aperta sul suo blog, aveva invitato il consigliere regionale  scomunicato da Beppe Grillo a valutare definitivamente la sua proposta. Ma una parte dei sostenitori di Ingroia non accetta la mossa: qualcuno partecipa alla conferenza stampa di Favia e gli grida "vergogna", "questo è un doppio incarico", gli tuonano altri, mentre Beppe Grillo commenta: "Non parlo di altre cose. Me l'aspettavo sì, tutte me le aspettavo".

Favia risponde così: "Nel momento in cui mi hanno espulso, creando anche una campagna di diffamazione nei miei confronti, mi sento legittimato a candidarmi per il Parlamento. Se avessi voluto una poltrona avrei accettato le proposte da partiti che mi garantivano seggi sicuri. Questa è una sfida aperta, si riparte dagli inizi e con gli stessi principi; sopra e intorno a me ora non c'è nessuno se non le battaglie che devo fare per i cittadini".

Sintesi : qui ognuno fa i cazzi suoi

Mostra altro

Milano la migliore, spread a 260 dopo aste e Draghi

10 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA


 00Spread--1-.jpeg

Lo spread Btp/Bund a 10 anni è calato a 260 punti base sulla scia delle aste di Spagna e Italia e delle parole del presidente della Bce, Mario Draghi. Piazza Affari si è aggiudicata quindi il primo posto tra gli altri listini principali, chiudendo con un +0,72% a 17.451 punti.

Per quanto riguarda le aste, il Tesoro italiano ha collocato oggi 8,5 miliardi di euro di Bot annuali a un rendimento dello 0,864% in calo rispetto all'1,456% della precedente asta. Anche l'asta dei titoli spagnoli è andata bene: sono stati collocati 5,8 miliardi di bonos, oltre il target, con tassi in ribasso.

Draghi non ha parlato solo dei tassi rimasti invariati con decisione unanime, ma ha detto anche che i governi devono proseguire con le riforme del mercato del lavoro e dei servizi in modo da aumentare competitività e stimolare crescita e occupazione.

 

Mostra altro