Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

Post con #politicamente tag

Rolex e rivoluzione - Angelino fa pubblicità

7 Maggio 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

Rolex e rivoluzione - Angelino fa pubblicità

La ditta svizzera, simbolo di lusso e stile, e pure di tanti stereotipi sulla ricchezza, si è lamentata perché Renzi e Alfano, dopo le azioni dei black bloc a Milano contro Expo, avevano accusato i "soliti farabutti col cappuccio e figli di papà con il rolex" (un minuscolo che però non so come abbiano fatto a distinguere in video...). Insomma gli elvetici ci sono rimasti male per la pubblicità negativa.

Curioso. Perché, come gente più titolata ha notato prima e meglio di me, la Rolex-marchio-registrato non fiata quando viene fuori che suoi fan sono anche corrotti, corruttori, personaggi controversi e mafiosi di vario cabotaggio.

[Per la cronaca, uno dei più famosi testimonial (postumi) di Rolex è stato Che Guevara...]

La reazione piccata di Rolex, dunque, non è valsa in passato quando boss di spicco della mafia sono stati arrestati con gioielli di meccanica elvetica al polso.

Mostra altro

PENSIONATI- Consulta boccia il blocco della rivalutazione- 5 miliardi da restituire ai pensionati

30 Aprile 2015 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

PENSIONATI- Consulta boccia il blocco della rivalutazione- 5 miliardi da restituire ai pensionati

La Corte Costituzionale gioca un brutto scherzo al governo e ai conti pubblici e fa un regalo da 5 miliardi a una parte consistente dei pensionati italiani. La Consulta ha infatti bocciato il blocco della rivalutazione degli assegni decisa nel 2011 dal governo Monti per gli assegni di importo superiore a tre volte il minimo Inps, cioè poco più di 1500 euro, restando in vigore negli anni 2012 e 2013. In altre parole, i mancati aumenti decisi allora, e che hanno portato ad incassare pensioni più basse per due anni, sono stati giudicati illegittimi.

Si tratta della cosiddetta norma Fornero contenuto nel "Salva Italia". L'impatto sui conti pubblici, stimato dall'Avvocatura dello Stato quando si tenne l'udienza pubblica, sarebbe di circa 1,8 miliardi per il 2012 e circa 3 miliardi per il 2013. Somma che quindi, verosimilmente, dovrà essere restituita ai pensionati.

E proprio l'ex ministro Elsa Fornero oggi ha commentato la decisione della Corte. "Non fu scelta mia":ha detto, ricordando che fu una decisione "di tutto il Governo" presa per fare risparmi in tempi brevi. "Vengo rimproverata per molte cose - ha detto - ma quella non fu una scelta mia, fu la cosa che mi costò di più".

Dal Tesoro per il momento si prende tempo. "Si stanno valutando le motivazioni della sentenza e il possibile impatto sulla finanza pubblica", spiegano ad Huffpost da Via XX settembre.

Mostra altro

Il disprezzo del Sud ha antiche origini risorgimentali

29 Dicembre 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

Il disprezzo del Sud ha antiche origini risorgimentali

La petite encyclopédie del disprezzo risorgimentale

di Caranas

Dell’annessione forzata di uno stato legittimo al Regno di Sardegna e delle sue conseguenti nefandezze nonché del furto delle casse del terzo Paese al mondo per sviluppo industriale [ dopo Gran Bretagna e Francia], ne ho già scritto su questo blog [ http://foranastasis.over-blog.it/article-maledetti-savoia-40286434.html]. Basti pensare che il Regno delle due Sicilie possedeva oltre due terzi dell’oro di tutti gli altri Stati della Penisola messi insieme (445,2 milioni di lire – una lira valeva circa 4,5 € di oggi- contro i soli 27 milioni del Regno piemontese).

Voglio qui invece soffermarmi su quel disprezzo della gente del Sud che venne fuori da parte dei vari lacchè incaricati da Cavour e Vittorio Emanuele II, all’indomani dell’annessione plebiscitaria ( sic ! le schede favorevoli in alcuni casi erano il doppio della popolazione avente diritto al voto). Un disprezzo che portò alla civilizzazione di quelle popolazioni mediante la fucilazione. Sembra quasi un linguaggio leghista quello che segue, ma siamo nel 1861. Ed eccovi alcune chicche :

  • Carlo Farini nelle sue lettere si doleva di dover guarire non < popoli> ma < mandrie>
  • Nino Bixio :< In questo Paese i nemici o gli avversari si uccidono, ma non basta uccidere, bisogna straziarli, bruciarli vivi a fuoco lento… è un Paese che bisognerebbe distruggere o almeno spopolare e mandarli in Africa a farsi civili>
  • Vito de Bellis deputato : < Qui stiamo in un Paese di selvaggi e beduini>
  • Bettino Ricasoli : < Napoli è una cloaca massima ove tutti gli uomini più onesti sono destinati a perire >
  • Ferdinando Petruccelli : < sono un popolo di taciturni burberi , odiano per istinto qualsiasi potere. La loro obbedienza è una protesta, la loro sottomissione una sfida>
  • Giuseppe Massari (tarantino deputato della destra ) : < Misero ceto, orde puzzolenti di assassini, ladri, saccheggiatori, volgari e miserabili, uomini abbietti e codardi, belve selvagge e cannibali bevitori di sangue e mangiatori di carne umana, immondizia di plebe>

Mi sembra quasi di rileggere G. Bocca nei suoi articoli contro la napoletanità definiti da Ermanno Rea “l’invenzione di una vecchia scarpa littoria carica di nostalgia”.

Mostra altro

Stalking la persecuzione depenalizzata dal governo

15 Dicembre 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

Stalking la persecuzione depenalizzata dal governo

Stalking ovvero persecuzione: è di questi giorni la notizia che il reato di stalking non sarà più punibile e quindi derubricato e depenalizzato.

Depenalizzato il reato di stalking e grande polemica su quello che viene definito una conquista per la convivenza civile da parte delle donne che subiscono tale disagio.

“Riteniamo il provvedimento giustificato per il progetto del Governo chiamato Svuotacarceri per il sovraffollamento delle carceri per un reato che spesso si traduce in un nulla di fatto o in archiviazione non sempre potendosi dimostrare lo stato di disagio vissuto dai perseguitati.”

Non potevate pensarci prima?

Mostra altro

Il 72 % degli italiani disprezza la UE

5 Dicembre 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

Il 72 % degli italiani disprezza la UE

IL CENSIS DIVULGA DATI ESPLOSIVI: LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE, LA BCE E LA COMMISSIONE!

[fonte : www.ilnord.it]

venerdì 5 dicembre 2014

Gli italiani si fidano pochissimo - meglio sarebbe dire "per niente" - dei poteri europei. E' quanto emerge dal 48° Rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese relativa al 2014, che viene presentato oggi a Roma. Il 33% ha fiducia nel Parlamento europeo (37% media Ue), il 28% nella Commissione europea (32% media Ue), il 22% nella Banca centrale europea (31% media Ue). Il 64% degli italiani percepisce l'Unione come burocratica, il 57% la considera lontana, solo il 33% pensa sia efficiente e il 29% (contro il 45% medio europeo) vede nell'Unione un fattore di protezione rispetto a condizioni di crisi e disagio.

E mentre il 42% degli europei pensa che la propria voce conti in Europa, la percentuale scende al 19% tra gli italiani.

Il nostro Paese pesa per il 12% in termini di popolazione sul totale dell'Unione a 28 Stati, ma nella mappa delle principali istituzioni europee gli italiani che oggi occupano posizioni di vertice sono 178 su 2.242 (l'8% del totale). Su 700 lobby attive in ambito finanziario a Bruxelles, più di 140 sono riconducibili al Regno Unito, seguono Germania, Francia e Stati Uniti, mentre solo 30 organizzazioni sono italiane, a dimostrazione della nostra scarsa capacità di incidere nelle sedi strategiche di decisione, sempre ammesso sia corretto fare "lobbing" anzichè seguire le vie maestre della democrazia.

Il quadro conclusivo che dà il Censis su quanto sia "apprezzata" la Ue dagli italiani descrive una enorme base di massa al consenso per l'uscita dell'Italia dall'Unione europea il più presto possibile. Ancora più forte del disprezzo della Ue, quello degli italiani per la Bce. Anche in questo caso, è del tutto evidente che per l'Italia l'abbandono dell'euro è non solo indispensabile, è anche profondamente condiviso dai cittadini.

Redazione Milano

Mostra altro

Grillo espelle ancora e le pecore stanno a votare

28 Novembre 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

Grillo espelle ancora e le pecore stanno a votare

I militanti del 5 stelle iscritti al blog di Beppe Grillo hanno votato a favore dell'espulsione dei deputati Massimo Artini e Paola Pinna dal Movimento. Alla votazione hanno partecipato 27.818 iscritti certificati. I sì sono stati 19.436 pari al 69,8%, i no 8.382 pari al 30,2%.
La procedura di espulsione di due deputati era stata avviata oggi con l'accusa è di non aver rendicontato le spese e restituito i soldi versando al fondo per le Pmi. Gli iscritti dovranno votare a favore o contro l'espulsione motivata dalla «violazione del codice di comportamento sulla restituzione di parte dello stipendio».
«È un'esecuzione sommaria, ma non potevano trovare un pretesto peggiore di questo. I bonifici ci sono, li trovano sul mio blog e su Fb», commenta Pinna.
Mostra altro

Il governo spia il tuo pc? Ecco il software per scoprirlo: “Uno strumento semplice”

22 Novembre 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

Il governo spia il tuo pc? Ecco il software per scoprirlo: “Uno strumento semplice”

Detekt scansiona l’intero sistema rilevando la presenza di eventuali spyware al fine di controllare oppositori in genere, attivisti o giornalisti. “I governi usano sempre di più mezzi tecnologici pericolosi e sofisticati”, ha spiegato Marek Marczynski, responsabile della divisione Military, Security and Police per Amnesty International

Per saperne di più :

Mostra altro

Adesso ci state prendendo in giro... povero Grillo

27 Maggio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

Adesso ci state prendendo in giro... povero Grillo

"Adesso ci state prendendo in giro. Vi capisco. Mettete proprio il coltello nella piaga. Abbiamo perso. Non è una sconfitta, siamo andati oltre la sconfitta. #vinciamopoi, sì #VinciamoPoi. Abbiamo il tempo dalla nostra, è ancora presto. Quest'Italia è formata da generazioni di pensionati che forse non hanno voglia di cambiare, di pensare un po' ai loro nipoti, ai loro figli, ma preferiscono stare così. Son dei numeri che non si aspettava nessuno, però noi siamo lì, siamo il primo movimento italiano, il secondo partito. Abbiamo preso il 21-22%, abbiamo preso l'IVA, senza avere voti in nero e siamo lì senza aver promesso niente a nessuno, né dentiere né 80 euro. Io sarei anche ottimista, quindi: non scoraggiatevi. Vedo messaggi: "cosa facciamo? andiamo avanti?", certo che andiamo avanti. Siamo la prima forza di opposizione, faremo opposizione sempre di più, sempre meglio e cercheremo di rallentare il dissanguamento, lo spolpamento di questo Paese, che ci sarà. Noi saremo precisi, puntuali, e ci saremo sempre, non preoccupatevi. Ora Casaleggio è in analisi per capire perché si è messo il cappellino e poi tutti insieme vedremo che cosa fare. State tranquilli, dai, vin... vinciam... Vincono loro. Vincono loro, ma è meraviglioso lo stesso. Intanto io mi prendo un maalox, non si sa mai. Casaleggio, c'è il maalox anche per te, vieni qua."

Mostra altro

Sono disoccupato, senza stipendio minimo e senza nulla, perché dovrei andare a votare ?

20 Maggio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

Sono disoccupato, senza stipendio minimo e senza nulla, perché dovrei andare a votare ?

I senza lavoro superano quota 3,3 milioni. Il Codacons: "Più degli abitanti di Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Umbria". I giovani tra i 15 e i 24 anni in cerca di occupazione sono 678 mila. Per il portavoce del commissario Ue al Lavoro, Laszlo Andor, "la disoccupazione giovanile in Italia sta peggiorando".

Che vergogna ! Quando questi giovani potranno accendere un mutuo e sposarsi ? Quando potranno sentirsi ITALIANI?

Mostra altro

Caro Silvio, ti ricordi quando dicesti che le comuniste erano tutte brutte?

11 Maggio 2014 , Scritto da CARANAS Con tag #PoliticaMENTE

Con quei balconi l'elegante e bella ministra può conquistare l'Europa.

 

Berlusconi non è niente di buono. Anzi no, è un politico, ma fa uso della politica, non è un imprenditore ma fa uso del potere economico, istituzionale e di tutti i privilegi del caso, per soddisfare le perversioni del suo Ego malato e posseduto.

Ad Elena Boschi, mister B disse che era troppo bella per essere comunista, e La Russa aggiunse che non aveva mai visto scorfani e aborti umani come le donne comuniste. Detto da lui poi...

 

All'inaugurazione del nuovo teatro dell'Opera di Firenze, la bellissima Elena ministro per le riforme, ha rubato la scena con un abito lungo color rosso fuoco, ampio décolleté, capelli raccolti in uno chignon, leggero trucco e tacco altissimo. Miss Parlamento ha incantato tutti con la sua eleganza e la sua bellezza. E non è solo bella : "è una grande occasione per la città di Firenze, ma è anche la dimostrazione, la prova che in Italia si continuano a realizzare grandi opere, che i cantieri vanno avanti, e quindi è una speranza per tutte le altre opere che si devono realizzare". Lo ha detto a margine del Gala inaugurale del nuovo teatro dell'Opera di Firenze.

 

A La Russa direi : “ ah Ignazio, ma ci vedi ?”

Mostra altro
<< < 1 2 3 4 5 > >>