Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas

FUSCALDO : PESCA CON LA LAMPARA

1 Maggio 2011 , Scritto da CARANAS Con tag #FUSCALDO

Le lampare : quelle meravigliose luci , di notte sul mare

159634_cover_hr.jpg

                                                                   di Caranas

Negli anni 50 era bellissimo ammirare di notte dai balconi fuscaldesi  le “lampare” sul mare. Otto o dieci barche, alcune più piccole,  sostavano sul mare illuminato da queste lampade a petrolio , uniche compagne-amiche della fatica degli uomini pescatori  lontano dalla costa.

La pesca con la lampara trasformava la solitudine del mare in un paesaggio di luci che si riflettevano sull’acqua come tanti tramonti visibili dal paese addormentato sul dorso di mucca. Erano lontane le luci , la loro scia non si spezzava sulla battigia dove le onde sciacquavano.Quando qualcuna di esse si affievolivasignificava che il pescatore si stava addormentando dimenticando di pompare il petrolio .

Appena buio,  iniziava la fatica dei pescatori che spingevano i remi delle barche che avanzavano al largo senza far rumore. Gli uomini andavano per mare in religioso silenzio, attenti a cogliere il minimo segnale per calar le reti lì nel posto indicato dalla “calabrisella”, l’orologio dei nostri antichi pescatori, una piccola stella che spunta a sud-est  sul tirreno cosentino  proprio nel cielo di Fuscaldo.

Le lampare si accendevano d’incanto grazie alla sapienza tramandata oralmente . Si sa, le alici corrono verso il sole quando cala e quando sorge e, allo stesso modo seguono la luna , ma se la luna manca del tutto si usa la lampara a petrolio che non vuole gruppi elettrogeni che fanno rumore.

Il luccicare delle stelle e la pallida luminosità della luna si confondevano  con il silenzio del mare interrotto solo da qualche  : “jiamu, movati” quasi sottovoce,  di qualcuno intento a calare a mano le lunghe reti “lupare” con il “pezzale”  a sacco in mezzo.  Poi iniziava la lunga attesa e finalmente le reti venivano ritirate col pesce che veniva scaricato nelle barche più grandi mentre già si preparava una nuova “cala” . All’alba i pescatori anche se sfiniti si rimettevano ai remi per far ritorno. Giunti in spiaggia però la fatica non era finita, c’era da sistemare le casse di alici, sarde, sgombri e stendere le reti ad asciugare. E infine,   lo sguardo degli uomini e delle loro donne venute ad aiutare, si alzava verso il convento là in alto sulla collina di Fuscaldo a ringraziare San Francesco di Paola. La giornata era stata guadagnata!

images (4)

 

 

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Mario Selvaggio 05/03/2011 14:48



era a mamma o a mugliera i pippinu i munita



CARANAS 05/03/2011 16:48



cioè la mamma di Fiore?



Cenzino Ciofi 05/02/2011 16:03



...e dal sagrato (scrivo in "taliano" per Giuly e &) del convento partivano i segnali con le luci del camion di Giorgio (lancia RO) quando il mare improvvisamente si agitava... spesso i
disastri venivano evitati ma a volte ... seguivano urla di disperazione e... vestiti a lutto...



CARANAS 05/03/2011 10:13



del camion non sapevo. Di una donna lunga e magra nonchè vestita di nero e che abitava alla "rina" mi ricordo le grida di disperazione quando i suoi parenti non riuscivano a portare la barca
sulla riva per via del mare grosso.



Mario Selvaggio 05/02/2011 15:46



Dal convento di S.francesco  ( du chianareddru) guardando di notte il mare si soleva dire:dumani ci sù l'alici frischi.Ora sempre dal convento di S.Francesco( e sempi du chianaredru)si
dice:chisà si dumani arriva u peschereccio a Cetraro cu ancuna alice congelata!!!!



CARANAS 05/03/2011 10:16



tieni anche conto che lì vanno a 8 euro a kg, qui al max le pago 5 €



Caranas 05/02/2011 12:26



prova commenti 2



Caranas 05/02/2011 10:34



Prova avviso e-mail commenti



Giuly 05/02/2011 07:39



non mi fa scrivere nel guestbook.


risposta al test


Passare:
passare da una scuola ad un'altra.
passare dalla sponda di un canale all'altra
passare da una valuta ad un'altra
passare il mazzo(carte, fiori...) ad un'altra persona.
Il mio piccolo cervellino l'ha pensata così...ma non so se è giusta...le lampare bello!! prima c'erano anche quì..


ciao...Giuly



Giuly 05/02/2011 07:39



non mi fa scrivere nel guestbook.


risposta al test


Passare:
passare da una scuola ad un'altra.
passare dalla sponda di un canale all'altra
passare da una valuta ad un'altra
passare il mazzo(carte, fiori...) ad un'altra persona.
Il mio piccolo cervellino l'ha pensata così...ma non so se è giusta...le lampare bello!! prima c'erano anche quì..


ciao...Giuly



CARANAS 05/02/2011 10:28



Cara Giuly, i pc si sono inquinati, non capisco perchè non riesci a scrivere sul guest (controllerò , eventualmente fammi sapere con posta mail  caranas@alice.it). Proverò a cambiare casella
per la scrittura , prima infatti riuscivi a scrivere e si vedeva anche il link del tuo blog.


QUIZ ci sei andata molto vicino ma la parola non è proprio quella. Riprova