Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas
Post recenti

IL PRIMO PROVVEDIMENTO DI MONTI, INGROIA E BERLUSCONI

8 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

La vignetta di oggi sul primo provvedimento dei candidati premier : Monti, Ingroia ed eventualmente Berlusconi ( se confermerà , ma non abbiamo dubbi)

Confronto.jpg

Mario Monti parla del suo governo su Twitter. La pagina Twitter dell’ex premier Mario Monti pullula da giorni di continue domande, alle quali il ‘Professore’ risponde senza girarci troppo. Alla domanda su quale sarà il suo primo provvedimento da presidente del Consiglio, Monti ha spiegato che sarà “una legge elettorale seria. Questa non è degna di un Paese come l’Italia”.

Per Ingroia il primo provvedimento da fare è sul conflitto di interessi.  Mi sembra giusto e si potrebbe aggiungere :  no ai magistrati in politica.

Per Berlusconi  , in caso di vittoria sapete già dove metterebbe le mani.


Mostra altro

Premio Nobel, tra 50 anni possibile creare cloni umani

7 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #ATTUALITA'

Una nuova Hailsham ? Io non ci credo !

1bca1b8725cfacda771b06223b34db55uniqueidcmcimage1.jpg

 di Caranas

Ho appena finito di leggere “Non lasciarmi”  di Kazuo  Ishiguro ( v. recensione sulla colonna dex). Mi sono un po’ rovinate le vacanze. Il libro è deprimente ed il tema principale molto scottante. È uno di quei rari libri che agiscono sul lettore come lenti d'ingrandimento o cannocchiali: facendogli percepire in modo dolorosamente intenso e vicino la fragilità, la provvisorietà, il carattere compiuto ossia la finitezza della vita, di qualunque vita.

Ora leggo (Ansa) che : Tra cinquant'anni sarà possibile creare cloni umani: è questa la predizione del premio Nobel per la medicina John Gurdon. Lo scienziato britannico, autore degli studi che hanno portato alla clonazione della pecora Dolly, è convinto che tra mezzo secolo sarà possibile riprodurre il primo essere umano. Secondo quanto riportato dai media statunitensi, anche se i cloni umani sollevano complesse questioni etiche, Gurdon ritiene che presto le persone supereranno le loro preoccupazioni. Per esempio, i genitori che hanno perso i propri figli in incidenti stradali, saranno in grado di 'creare' copie a loro immagine e somiglianza. "Sono del parere che tutto ciò che si può fare per alleviare le sofferenze e migliorare la salute umana venga ampiamente accettato - ha detto Gurdon - Vale a dire, se la clonazione porta alla soluzione di alcuni problemi ed è  utile per le persone, sono convinto che verrà accettata". Nel corso di diverse conferenze, lo scienziato ha chiesto al suo pubblico se sarebbe favorevole a consentire che genitori - non più  fertili - di bambini deceduti, 'creino' un altro figlio con ovuli della madre e cellule della pelle dal primo figlio. "I pareri sono circa del 60 per cento a favore", ha spiegato. "Le ragioni di chi si oppone invece poggiano spesso sul fatto che il nuovo bambino si sentirebbe una sorta di sostituto". "Ma se la madre e il padre vogliono seguire questa strada, dobbiamo essere noi a fermarli?", si chiede Gurdon. Clonare un essere umano per il premio Nobel significa in effetti realizzare un gemello identico, ossia i medici non fanno altro che realizzare una copia di ciò  che la natura ha già prodotto.

E già ! aggiungerei, come nel libro , ed è facile dire che i cloni umani non abbiano un’anima. Tanto servono solo a colmare una lacuna che il destino ha regalato. Del resto, il clone disumanizzerà l’essere umano…chi se ne frega…

E tu , cosa ne pensi ? Commenta se vuoi

Mostra altro

Befana- com'è andata ?

7 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

6 gennaio

Mostra altro

BUONA BEFANA (vignetta)

6 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

re magi

Mostra altro

BRUNETTA A BERSAGLIO MOBILE (vignetta)

4 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

L-EQUILIBRIO-DI-BRUNETTA-VIGNETTA.jpg

Mostra altro

Il patto “segreto” tra Renzi e Bersani

4 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

 Lo racconta Verderami sul Corriere della Sera

 renzi-bersani-770x514.jpg

 

Un patto segreto tra Matteo Renzi e Pierluigi Bersani. Che però, a ben guardare, di segreto ha ben poco. Comunque così lo definisce Francesco Verderami sul Corriere della Sera, che racconta cosa si sono detti i due ex sfidanti alle primarie del Partito Democratico durante il pranzo a carico di Renzi ieri. Bersani ha chiesto al sindaco di Firenze di mobilitarsi:

Renzi ha accettato, andrà in tv e nelle piazze, pronto a riproporre alcuni punti del programma con cui lanciò la sfida per palazzo Chigi al segretario: «Anche perché certe cose che Monti ha inserito nel suo documento, le ha riprese dal mio. E non erano di Ichino…». Il passaggio del giuslavorista democratico nelle file del premier uscente è stato al centro di commenti poco lusinghieri durante il pranzo, ed è proprio a Ichino che Renzi avrebbe più tardi indirizzato pubblicamente una frecciata, sostenendo che «c’è troppa gente abituata a scappare con il pallone quando perde. Io no»

E quindi, sempre secondo Verderami:

Certo, se da una parte l’intesa di ieri consente di consolidare quel patrimonio accumulato con le primarie, dall’altra c’è il rischio che i messaggi renziani finiscano per alimentare tensioni con l’ala «sinistra» del Pd. «Ma io non silenzierò nessuno», avvisa Bersani. Che rivolgendosi a Monti, aggiunge: «A un leader non spetta tacitare, tocca svolgere un ruolo di sintesi». C’è dunque un motivo se ieri il leader del Pd era soddisfatto, se l’accordo sui numeri con Renzi è stato raggiunto in poco tempo. Il segretario inserirà una ventina di candidati nel listino, che si aggiungeranno agli altri cinquanta usciti vincenti dalle recenti parlamentarie.

f. Giornalettismo

Mostra altro
Mostra altro

La campagna elettorale s'infiamma (vignetta)

4 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #SATIRA UMORISMO COLTO

Lazzaro

La battuta è di S.Bandini su twitter

Mostra altro
Mostra altro

Renzi a pranzo con Bersani

3 Gennaio 2013 , Scritto da CARANAS Con tag #POLITICA

Renzi avrà un ruolo in campagna elettorale

Renzi-Bersani.jpg

Il segretario Pd: «La nostra forza  è essere un grande partito popolare  e pluralista, con tanti protagonisti»

«Assolutamente sì». Pier Luigi Bersani risponde ai cronisti che, al termine del pranzo con Matteo Renzi, gli chiedevano se il sindaco di Firenze avrà un ruolo attivo in questa campagna elettorale.

«La nostra forza è essere un grande partito popolare e pluralista, con tanti protagonisti e c’è una sintesi che cerchiamo di portare fuori dal politicismo, sulle cose reali, la moralità pubblica, il lavoro, il welfare», sottolinea il segretario. «Questo è un grande partito popolare, è un collettivo che trova una sintesi, che non è attaccato a una persona sola, ma esprime sintesi politiche dentro la società».

«L’incontro è andato molto bene», gli fa eco lo stesso Renzi al termine del pranzo. «È normale che si possa restare dentro un partito quando finiscono le primarie, anche se si perde», sottolinea il sindaco di Firenze. «Vedo troppa gente abituata a scappare con il pallone, io non sono fatto in questo modo», assicura. Renzi però assicura di non volere poltrone: «Dopo le primarie, ho mantenuto la parola data, in lealtà. Sarà bello il giorno in cui la coerenza di un uomo politico non farà più notizia», aveva scritto in mattinata il sindaco di Firenze su Twitter. «In questi giorni - argomentava Renzi in un post anche su Facebook - ho ricevuto critiche anche da amici per aver mantenuto dopo le primarie il comportamento che avevo annunciato: no correnti, lealtà, rispetto. Sarà un gran giorno quello in cui i commentatori italiani smetteranno di stupirsi se un politico mantiene la parola data in campagna elettorale. La credibilità si costruisce anche così».

f. La Stampa.it

Mostra altro