Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
Blog  di Caranas
Post recenti

VITA VUOTA

22 Aprile 2018 , Scritto da CARANAS Con tag #VITA VUOTA TRENI CHE NON SI FERMANO

Le vite vuote sono treni che non si fermano nella tua stazione

Quasi quasi parto!

Il treno l'ho perso e me ne vado a dormire. Buonanotte da Caranas

Mostra altro

INCIUCIO SI, INCIUCIO NO

21 Aprile 2018 , Scritto da CARANAS Con tag #DI MAIO- SALVINI- BERLUSCONI- SATIRA

 

Mostra altro

Michele Serra shock e cagate sull’ Amaca

21 Aprile 2018 , Scritto da CARANAS Con tag #MICHELE SERRA cagata sull'amaca

 

I miei genitori avevano la 5a elementare, ho frequentato l’Istituto Tecnico in una scuola  fighetta  in cui erano quasi tutti figli di qualcuno. Mi sono diplomato con 58/60 , il voto più alto su cinque classi da 29 alunni. Anche nel ’68 a Milano (Politecnico) i più educati erano quelli che venivano da famiglie umili. Da preside, per 30 anni ho potuto appurare che i bulli che non rispettavano le regole, erano sempre  i fighetti del sud o del nord appartenenti alle famiglie in vista. Non so cosa sia accaduto a Serra che stimavo moltissimo , non è ora certamente quello de “ Il pranzo di Natale” , penso che si dovrebbe vergognare, chiedere almeno scusa,  ma oggi, purtroppo, la sinistra è anche questo schifo qui.

Servono adulti  significativi, credibili, appassionati. Avete presente Umberto Eco? Be’,  Serra non ci si può neanche accostare. Resti con Renzi che ha incrementato il bullismo con la sua buona scuola.

Mostra altro

Sony World Photography Awards, tre italiani tra i vincitori: Luca Locatelli, Roselena Ramistella, Gianmaria Gava

21 Aprile 2018 , Scritto da CARANAS Con tag #Sony World Photography Awards, #FOTOGRAFIA Concorso

Sony World Photography Awards, tre italiani tra i vincitori: Luca Locatelli, Roselena Ramistella, Gianmaria Gava

Ci sono ben tre italiani tra i vincitori del Sony World Photography Awards. Al più grande concorso di fotografia al mondo (con oltre 320mila candidature provenienti da 200 paesi diversi) che ogni anno premia il meglio della fotografia contemporanea, il nostro Paese ha portato sul podio ben tre premi. Luca Locatelli ha conquistato il primo posto nella sezione "paesaggi" con la valle del marmo di Torano.

 Primo posto anche per Roselena Ramistella nella categoria "Natural World And Wild Life" con la storia di un giovane siciliano che crisi economica e disoccupazione hanno spinto a dedicarsi ai campi e all'allevamento. Non passa giorno senza che Luigi si sporchi le mani per risparmiare qualche soldo e pagare il viaggio di ritorno in Sicilia alla sua fidanzata, una ragazza romena con cui sogna di trascorrere una vita insieme.

Gianmaria Gava ha invece conquistato il podio nella sezione architettura con uno scatto realizzato a Vienna nel 2017, parte del progetto "Buildings", una ricerca sulle forme archetipe dell'architettura. Quando mancano gli elementi funzionali degli edifici, le costruzioni appaiono forme geometriche pure e, in quanto tali, appaiono inabitabili.

Ma per l'Italia non finisce qui. Altri tre fotografi dello stivale li troviamo anche in seconda e terza posizione: Antonio Gibotta ha conquistato il secondo posto nella sezione Discovery con "Els Enfarinat", L'Infarinata, un festival che si tiene ad Alicante, in Spagna, ogni 28 giorni: i cittadini partecipano divisi in due fazioni, la prima tenta di mettere a segno un colpo di Stato, la seconda prova a sedare la ribellione. Il tutto a colpi di farina, acqua, bombe colorate. La "lotta" è un richiamo al massacro degli innocenti di Erode, re di Giudea.

Eduardo Castaldo, terzo classificato nella sezione "Creative" dà un volto a migliaia di palestinesi che ogni giorno, prima del tramonto, trascorrono tra le 2 e le 4 ore insieme per attraversare il cosiddetto "CheckPoint 300", che divide Betlemme e Gerusalemme, per andare a lavorare. La composizione creativa dell'immagine stride con il senso di oppressione reale palpabile tra gli uomini in fila.

 

 

 

Mostra altro

Cessi a 5 stelle

20 Aprile 2018 , Scritto da CARANAS Con tag #CESSI A 5 STELLE - vignetta

Berlusconi farebbe pulire i cessi delle sue aziende ai 5 stelle

Morra: «Meglio i cessi che la mafia»

Nicola Morra, M5S: «Meglio vivere onestamente, magari grazie al «pulire i cessi», piuttosto che accordarsi con la Mafia. Capito, Silvio?»

Mostra altro

Crotone- Juve 1-1 Grande CROTONE

19 Aprile 2018 , Scritto da CARANAS Con tag #Crotone Juve

Mostra altro

FICO PREMIER - L’ACCORDO E’ FATTO COL PD

19 Aprile 2018 , Scritto da CARANAS Con tag #FICO premier

 

La base grillina si ribella a Di Maio e Casaleggio.  A molti non è andata giù il cambio del programma non votato da nessuno. La pazienza degli eletti grillini sta per finire. Perché il concetto «ribadito» dal capo politico non porta più da nessuna parte, suona come un disco rotto. Il forno col centrodestra non può sfornare pane finché Di Maio imporrà veti inaccettabili e quello col centrosinistra non verrà neanche acceso finché sul piatto rimarrà la premiership di Di Maio che imposta veti ma non costruisce nulla.

Molti eletti pentastellati ormai demoralizzati e paurosi di tornare alle urne,  avrebbero preferito, fin da subito, tentare la strada di un dialogo coi dem, con cui «il programma è oggettivamente più compatibile», confessa un deputato. Ma non esiste assemblea in cui la linea possa essere sottoposta a discussione. Si fa ciò che decidono Di Maio e Casaleggio.

Il malcontento serpeggia  tra i banchi  tra i mugugni della vecchia guardia: «Non può continuare a chiedere passi indietro agli altri e non prendere in considerazione l’ipotesi di rinunciare alla presidenza del Consiglio a sua volta», si sfoga un’eletta, convinta che il Movimento non stia facendo una bella figura a incaponirsi su un solo punto fermo: la poltrona di Palazzo Chigi da assegnare a Di Maio. «Bisogna sbloccare la situazione per consentire alle Camere di lavorare», è la recriminazione che arriva dalla base parlamentare, «non assecondare un capriccio».

E se la presidente del Senato tornasse a mani vuote da Mattarella, la speranza di tanti grillini è che il Quirinale si rivolga alla seconda carica dello Stato per uscire dallo stallo, prima di suggerire una soluzione terza.

Su Roberto Fico puntano gli eletti per scalzare il capo politico e condurre il Movimento verso un accordo col Partito democratico. Il presidente della Camera, del resto, da giorni tesse la sua tela in silenzio, dialogando coi dem su temi concreti, come la riforma penitenziaria, che Fico ha chiesto di inserire tra i provvedimenti da esaminare in Commissione speciale.

«Roberto Fico oggi è una figura istituzionale e se dovesse ricevere il mandato esplorativo lo farà con la funzione istituzionale, e non di partito, che quell’incarico necessita».

Mostra altro

CUBA l’isola dei servizi di eccellenza

19 Aprile 2018 , Scritto da CARANAS Con tag #CUBA

 

Quella piccola, titanica isola ha resistito, stoicamente, orgogliosamente, a numerosi tentativi di invasione, a un vergognoso embargo, di anni e anni e che tuttora permane, malgrado le mille promesse e premesse. Un'isola che non ha mai dichiarato guerra, che non ha mai bombardato nazioni sovrane con la scusa delle "armi chimiche o di distruzione di massa", che non ha mai voluto esportare il proprio modello politico, così come hanno fatto e stanno facendo certe "democrazie". I Castro, con Che Guevara e gli altri Barbudos della Sierra Maestra, hanno creato un luogo dove istruzione e sanità sono eccellenze. "Senza cultura non esiste libertà possibile", era uno dei dogmi di Fidel.

Grazie ai Castro, nel 1959, Cuba ha smesso di essere la "sala giochi" degli USA, e ha posto fine alla dittatura, grottesca, di Fulgencio Batista. Questa è Storia: il resto è pettegolezzo.

Alfredo Luís Somoza

Mostra altro

Buonanotte !

12 Aprile 2018 , Scritto da CARANAS

 

Mostra altro

Governo si, governo no, vignetta

12 Aprile 2018 , Scritto da CARANAS Con tag #vignette governo

 

Mostra altro